X

 

SOCIAL MEDIA AVIATION REPORT


Nuovi velivoli da combattimento alla Russia: UAC chiude tutte le consegne previste nel 2023

@ UAC

In un nuovo comunicato stampa la UAC – United Aircraft Corporation afferma di aver completato tutte le consegne previste per il 2023 di nuovi velivoli da combattimento alla Russia. Proprio il 27 dicembre avevamo riportato la notizia della consegna anche dell’ultimo lotto, previsto per quest’anno, di aerei di quinta generazione Su-57 Felon.

Nonostante UAC non riporti mai il numero di aerei che compone i lotti di consegna, riportiamo di seguito alcune attività più significative riguardanti nuovi velivoli da combattimento alla Russia così come indicato sempre dalla United Aircraft Corporation:

  • Le imprese UAC di Komsomolsk-on-Amur, Novosibirsk, Irkutsk e Ulyanovsk, nell’ambito dell’attuazione dell’ordine di difesa statale nel 2023, hanno prodotto e trasferito al Ministero della Difesa russo i nuovi aerei tattici operativi di serie Su-57, Su-35S, Su-34, Su-30SM2, aerei da trasporto militare Il-76MD-90A, nonché aerei da addestramento al combattimento Yak-130.
  • A fine dicembre la filiale de PJSC – Aviastar ha consegnato un altro velivolo Il-76MD-90A, completando le consegne dell’anno in corso nell’interesse dell’aviazione da trasporto militare.
  • Tupolev JSC ha adempiuto ai propri obblighi nell’ambito del programma di modernizzazione e produzione dei bombardieri missilistici strategici Tu-160M ​​e sono stati completati anche i lavori di riparazione degli aerei a lungo raggio Tu-22M3.
  • NAZ “Sokol” ha svolto lavori di modernizzazione dei caccia intercettori MiG-31.

Le imprese dell’UAC hanno adempiuto puntualmente ai loro obblighi previsti dall’ordine di difesa dello Stato nell’ambito dei contratti dell’anno in corso. Per una serie di articoli abbiamo garantito la consegna di attrezzature militari prima del previsto. Stiamo garantendo la produzione dell’aereo Su-57 di quinta generazione a un ritmo crescente. Abbiamo aumentato i volumi di produzione degli aerei da trasporto militare“, ha detto il direttore generale dell’UAC Yuri Slyusar.

Continuiamo a svolgere compiti nell’ambito dei programmi strategici dell’aviazione. I volumi di produzione degli aerei tattici-operativi sono stati aumentati del 30%. I nostri sistemi multiruolo mostrano i loro vantaggi in condizioni di combattimento reali. Inoltre, il feedback derivante dall’operazione speciale consente ai nostri ingegneri e progettisti di migliorare rapidamente le attrezzature degli aeromobili e garantire la modernizzazione a un livello tecnologico più elevato”, ha aggiunto Yuri Slyusar.

Nel nuovo anno, il compito dell’UAC sarà quello di garantire la produzione ritmica e la fornitura di nuovi velivoli, particolarmente richiesti dal Ministero della Difesa russo con la previsione inoltre di aumentare ulteriormente la produzione di aerei da trasporto militare, ponendo le basi per la creazione dei promettenti velivoli BTA di classe super pesante e leggera.

Per quanto riguarda quello che dovrà essere il velivolo di punta di Mosca, il caccia Su-57 di quinta generazione, il primo lotto che sarà consegnato nel 2024, sarebbe già nella fase di assemblaggio finale, ha affermato Sergei Chemezov, direttore generale di Rostec. “Nell’officina di assemblaggio finale sono già in corso i lavori sui velivoli da combattimento che saranno trasferiti alle forze aerospaziali russe nel 2024. Il numero di caccia di quinta generazione che entrano in servizio quasi raddoppia ogni anno“, il servizio stampa del Ministero dell’Industria e il Commercio della Federazione Russa cita quanto affermato da Chemezov.

Seguiteci anche sul nostro nuovo canale WhatsApp

Redazione di Aviation Report: Dalla redazione di Aviation Report // From editorial staff

Il nostro sito utilizza solo cookies tecnici e di funzionalità.

Leggi tutto