X

 

SOCIAL MEDIA AVIATION REPORT


Leonardo consegna il prototipo del radar ECRS Mk2, il più avanzato al mondo, per l’integrazione sull’Eurofighter

@ Leonardo / BAE Systems

Leonardo ha consegnato a BAE Systems il prototipo del radar ECRS Mk2 (European Common Radar System Mk2), segnando l’ultima tappa del programma di sviluppo per la flotta UK di velivoli Typhoon. L’azienda sta sviluppando l’ECRS Mk2 a Edimburgo, sito di eccellenza per la realizzazione dei radar da combattimento, e a Luton, dove l’azienda conduce ricerche avanzate nell’electronic warfare, attività di sviluppo e produzione.

Il radar sarà ora sottoposto a lavori di integrazione e test a terra, in preparazione del primo volo di prova a bordo dell’Eurofighter, previsto per il prossimo anno. Il collaudo si svolgerà sul sito dedicato ai test in volo di BAE Systems, nel Lancashire.

L’ECRS Mk2 è dotato di un’antenna multi-funzione (multi-functional array- MFA) di nuova concezione, capace di sovrintendere a funzioni radar tradizionali, come ricerca e acquisizione bersagli, e a compiti di electronic warfare. Questo significa che l’Eurofighter Typhoon sarà in grado di localizzare e neutralizzare i radar avversari, grazie alla generazione di un potente disturbo elettronico, restando fuori dalla portata della minaccia.

Questa consegna – dichara Mark Stead, SVP Radar & Advanced Targeting, Leonardo UK – rappresenta il passo più importante per dare al Typhoon il giusto ruolo nei futuri scenari di combattimento, assicurando al Regno Unito la possibilità di schierare il suo potere aereo laddove richiesto. Grazie al radar ECRS Mk2, i piloti della RAF potranno localizzare, identificare e neutralizzare le difese aeree avversarie, attraverso la combinazione di capacità che aumenteranno l’efficacia sul campo e la sopravvivenza dei caccia britannici e alleati”.

Il radar ECRS Mk2 è solo una delle numerose funzionalità chiave che stiamo integrando per assicurare al Typhoon un ruolo centrale nella difesa aerea globale per i prossimi decenni” , afferma Richard Hamilton, Typhoon Programme Director, Europe – BAE Systems Air. “Assieme al miglioramento dei sistemi di missione, ai sensori avanzati, ai sistemi d’arma e ai display, consegneremo una capacità di superiorità aerea a protezione dei piloti della RAF e a garanzia dello sviluppo di tecnologie chiave nel campo del combattimento aereo da parte del Regno Unito”.

Per Lyndon Hoyle, direttore del Typhoon Delivery Team del DE&S (Defence Equipment and Support), l’agenzia di procurement del ministero della Difesa UK: “La consegna del prototipo del radar allo stabilimento di Warton è l’ultima pietra miliare di questo entusiasmante programma. Si tratta di un risultato che è stato possibile raggiungere solo grazie al lavoro rigoroso e all’eccellente collaborazione tra DE&S, Air Command e industria, componenti fondamentali per il successo, che trasferiremo anche alla prossima fase del programma.”

Nel suo complesso, il programma Typhoon supporta nel Regno Unito più di 20.000 posti di lavoro altamente qualificati. Solo per lo sviluppo dell’ECRS Mk2 ne sostiene 600, inclusi gli oltre 300 del sito Leonardo di Edimburgo, i 100 di Luton e i 120 addetti impiegati nel sito BAE Systems del Lancashire. Attraverso il nuovo radar e il più ampio pacchetto di miglioramenti previsti, finanziati dall’MoD britannico, il programma supporterà in UK fino a 1.300 posti di lavoro.

Anche l’Italia, attraverso gli ingegneri del sito Leonardo di Nerviano che lavorano in team con i colleghi di Edimburgo, sta contribuendo al programma di sviluppo del nuovo radar, in vista di una potenziale integrazione dell’ECRS Mk2 sui suoi Eurofighter. In caso di piena partecipazione al programma, questa collaborazione consentirà di acquisire capacità di progettazione del sistema, che assicureranno al Ministero della Difesa il controllo del radar in ogni fase della sua vita operativa.

Oltre alla collaborazione sul radar ECRS Mk2, Leonardo UK e BAE Systems sono anche i principali partner del team UK per il Global Combat Air Program (GCAP), la partnership tra Regno Unito, Italia e Giappone per la realizzazione della piattaforma aerea di sesta generazione per operazioni multi-dominio in ambito difesa, che entrerà in servizio nel 2035. Il coinvolgimento delle due aziende in entrambi i programmi creerà una serie di opportunità per sviluppare tecnologia e competenze trasversali all’ECRS Mk2 e alla suite di elettronica avanzata della piattaforma GCAP, riducendo i rischi e accelerando entrambi i programmi.

Redazione di Aviation Report: Dalla redazione di Aviation Report // From editorial staff

Il nostro sito utilizza solo cookies tecnici e di funzionalità.

Leggi tutto