X

 

SOCIAL MEDIA AVIATION REPORT


Garmin G3000 selezionato per il contratto del Dipartimento della Difesa per l’ammodernamento della flotta di velivoli F-5 della Marina degli Stati Uniti e del Corpo dei Marines

@ Garmin

Garmin International, Inc., un’unità di Garmin Ltd., ha annunciato oggi la selezione del Garmin G3000 ® sistema integrato da Tactical Air Support, Inc. (Tactical Air) nell’ambito di un contratto con il programma F-5N+/F+ Avionics Reconfiguration and Tactical Enhancement/Modernization for Inventory Standardization (ARTEMIS) del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti.

Tactical Air ha selezionato per la prima volta il Garmin G3000 per la sua flotta di addestramento di aerei “avversari” F-5 nel 2018. Questo recente traguardo si basa sulla relazione strategica di Tactical Air e Garmin ora al servizio della flotta statunitense di aerei adversary F-5. L’architettura aperta commercial-off-the-shelf (COTS) G3000 di Garmin supporta l’integrazione con un’ampia gamma di apparecchiature di missione, inclusi sensori militari, display montati sul casco e sistemi radar avanzati a scansione elettrica.

È un onore collaborare con Tactical Air e avere il nostro versatile cockpit integrato G3000 scelto per il contratto ARTEMIS con il Dipartimento della Difesa“, ha affermato Carl Wolf, vicepresidente vendite e marketing dell’aviazione di Garmin. “Garmin è orgogliosa di vedere le nostre tecnologie integrate di cabina di pilotaggio, dispiegate ora su oltre 25.000 velivoli, adottate anche dalle forze armate statunitensi e migliorando la missione e le capacità di sicurezza dei combattenti della nostra nazione“.

L’F-5 è un caccia tattico supersonico multiruolo e un velivolo da combattimento che in questo ruolo fornirà addestramento al combattimento aria-aria, addestramento di supporto aereo ravvicinato e sviluppo delle tattiche di combattimenti. L’F-5 Advanced Tiger (AT) aggiornato verrà utilizzato in un ruolo di addestramento dissimilare e il G3000 trasformerà l’abitacolo con un display ad ampia area e due controller touchscreen. Questi aggiornamenti apportano moderni sistemi di sicurezza e nuove capacità tattiche alle vecchie cellule dei velivoli, risolvono anche l’obsolescenza delle parti e i problemi di affidabilità all’interno del sistema avionico esistente.

Tactical Air è entusiasta di avere il G3000 di Garmin nell’abitacolo dell’F-5 AT“, ha affermato RC Thompson, CEO di Tactical Air. “Il cockpit digitale integrato Garmin ci ha fornito un’eccezionale soluzione COTS per la flotta di velivoli F-5 recentemente acquistati dalla Marina e dal Corpo dei Marines per renderli un caccia avversario ancora più capace per i nostri aviatori contro cui allenarsi“.

Il G3000 vanta un display di volo ad alta risoluzione ampio che si interfaccia perfettamente con il computer di missione esistente dell’F-5, consentendo mappature avanzate, capacità radio tattiche, display radar e altro ancora. L’interfaccia uomo-macchina (HMI) consentiranno al DOD di implementare rapidamente nuove tecnologie in futuro, fornendo al contempo l’accesso ai più recenti sistemi di comunicazione, navigazione, sorveglianza/gestione del traffico aereo commerciali (capacità CNS/ATM).

Tactical Air ha anche integrato il computer di missione L3Harris ForceX insieme a un’ampia gamma di sensori militari, apparecchiature di comunicazione e sistemi d’arma nell’HMI touchscreen G3000.

Oltre alla compatibilità con gli occhiali per la visione notturna (NVG), il G3000 contiene la moderna tecnologia di visione sintetica (SVT™) all’avanguardia che unisce una vista “out-the-window” dell’ambiente circostante al display di volo principale, particolarmente utile durante le operazioni notturne e durante le missioni di supporto aereo ravvicinato. Altre caratteristiche all’interno del cockpit digitale G3000 sull’F-5 includono un Terrain Awareness and Warning System (TAWS), un Traffic Collision Avoidance System (TCAS) e un Traffic ADS-B IN (Automatic Dependent Surveillance-Broadcast).

Il programma F-5N+/F+ Avionics Reconfiguration and Tactical Enhancement/Modernization for Inventory Standardization (PMA-226)

@ U.S. Navy photo by MCS 1st Class Joseph R. Vincent/Released

Per soddisfare il requisito della Marina USA e del Corpo dei Marines di aumentare la capacità di addestramento di tipo “adversary” con caccia tattici ad alta quota, il PMA-226 Adversary Team sta introducendo 22 ex velivoli F-5E/F dell’aeronautica militare svizzera, il cui primo aereo era stato consegnato nel 1978, rimpatriati nell’ambito del programma di modifica ARTEMIS. Il valore dell’acquisto degli F-5E elvetici dovrebbe aggirarsi intorno ai 40 milioni di dollari.

Questo programma prevede la riconfigurazione della cellula e l’incorporazione di un aggiornamento costituito da tecnologia commerciale emergente o già esistente, sfruttando al contempo gli investimenti privati ​​dell’industria e le lezioni apprese per aggiornare le caratteristiche di sicurezza e di capacità necessarie sull’aeromobile.

L’ufficio del programma riconfigurerà le strutture dei velivoli e i motori  passando dallo standard F-5E/F, utilizzato dagli aerei svizzeri, allo standard F-5N/F della Marina e del Corpo dei Marines. Una volta completato, il programma integrerà il suddetto aggiornamento, che consiste in una nuova cabina di pilotaggio con glass cockpit e una suite avionica che utilizza la tecnologia dei velivoli più moderni per migliorare la sicurezza e le capacità militari. Dopo questo aggiornamento, i 22 velivoli saranno portati alla configurazione F-5N+/F+.

Il capitano Gregory Sutton, responsabile del programma PMA-226, ha dichiarato: “Questo programma fornirà una flotta di velivoli avversari aggiornati, sicuri e modernizzati, fornendo l’addestramento tattico realistico e pertinente di cui i nostri aviatori hanno bisogno per vincere in combattimento“. Ricordiamo che l’F-5 Tiger II vola per la Marina americana nel ruolo di supporto avversario da oltre 45 anni.

Seguiteci anche sul nostro canale Telegram.

Emanuele "Mané" Ferretti: Emanuele Ferretti, per gli amici Manè, è da sempre un grande appassionato di volo. Oltre ad avere all'attivo diverse centinaia di ore di volo in parapendio ed in paramotore, Mané lavora in una azienda aeronautica in provincia di Ascoli Piceno. La passione per la fotografia e per la natura lo ha portato a scoprire il mondo con i mezzi più disparati: dalla canoa, alla moto, al paramotore.

Il nostro sito utilizza solo cookies tecnici e di funzionalità.

Leggi tutto