Prova il nostro nuovo servizio gratuito AvRep WhatsApp! Salva nella tua rubrica il nostro numero di telefono +39 342 049 1665 e inviaci un messaggio WhatsApp con scritto "ok aviation". Ti invieremo un articolo a settimana tra quelli più letti e a fine mese la newsletter con tutti gli articoli più letti. Nulla di più! Per annullare l'iscrizione sarà sufficiente cancellare il nostro numero dalla tua rubrica. Iscrivendoti accetti la privacy del sito web
Esercitazioni

Esercitazione Sky Guard: l’Aeronautica Militare si addestra all’intercettazione di velivoli a basse prestazioni in scenari complessi

L’aeroporto militare di Gioia del colle ha ospitato l’esercitazione “SKY GUARD” alla quale hanno preso parte gli elicotteri dell’84° Centro CSAR (Combat Search and Rescue) e dell’82° Centro CSAR, appartenenti al 15° Stormo di Cervia, gli Eurofighter del 36° Stormo Caccia di Gioia del Colle, i velivoli U-208A del 60° Stormo di Guidonia e gli operatori SMIO (Slow Mover Interceptor Operator) Fucilieri dell’Aria del 16° Stormo Protezione delle Forze di Martina Franca in un addestramento congiunto in missioni di volo per l’intercettazione diurna e notturna di velivoli a basse prestazioni.

Sono state volate un totale di circa 15 ore di volo in scenari addestrativi complessi studiati ad hoc per essere quanto più verosimili alle esigenze reali; sempre più spesso, infatti l’Aeronautica Militare e le Forze Armate sono chiamate a fornire un significativo contributo all’interno della cornice di sicurezza legata ai grandi eventi di rilevanza nazionale.

L’esercitazione, che ha visto l’intervento di personale militare con un’ampia e diversificata gamma di conoscenze nel campo della difesa aerea, ha permesso, in volo, di consolidare delle tattiche e procedure di intercettazione, di comando e controllo e di riconoscimento di velivoli a basse prestazioni.

L’attività di volo si è svolta nell’area lucana simulando l’intercettazione del velivolo SIAE 208A che procedeva a basse quote e a basse velocità. Un lavoro congiunto tra Eurofighter, elicotteri HH139 ed enti di controllo aereo, guida caccia, che ha consentito al personale partecipante di perfezionare le tecniche di acquisizione, intercettazione e di mantenimento del target perfezionando le procedure di coordinamento tra assetti in volo.

Inoltre, grazie a tale esercitazione un equipaggio di volo dell’82° Centro CSAR ha completato la qualifica in campo SMI garantendo, così, l’incessante addestramento del personale dell’Aeronautica Militare nonostante l’attuale emergenza pandemica. Durante le intense attività di pianificazione, di volo e post volo, il personale militare impiegato ha seguito tutte le procedure preventive nel rispetto delle misure di sicurezza anti-contagio.

Nelle missioni notturne sono stati utilizzati gli speciali visori notturni NVG (Night Vision Goggles) in dotazione agli equipaggi che hanno consentito di portare a compimento i task assegnati tra i quali l’individuazione dei target.

Immagini: Ufficio Pubblica Informazione Aeronautica Militare

Condividi
Redazione di Aviation Report

Dalla redazione di Aviation Report // From editorial staff

Il nostro sito utilizza solo cookies tecnici e di funzionalità.

Leggi tutto