E' online il nostro nuovo canale Telegram aggiornato giornalmente con immagini, video, notizie da tutto il mondo dell'aviazione militare e commerciale. Iscriviti oggi cliccando qui, siamo già in tanti!
News Militari

US Air Force: problemi di costi per i tagli alla flotta degli elicotteri Combat SAR HH-60W Jolly Green II

Mentre l’US Air Force mantiene una prospettiva apparentemente ottimista sul futuro della sua nuova flotta di elicotteri italiani Leonardo MH-139 Grey Wolf, nonostante i problemi con l’ottenimento della certificazione FAA, un altro dei programmi elicotteristici è stato prematuramente ridotto con le alte sfere dell’USAF che stanno già valutando cosa potrebbe venire dopo per quanto riguarda la missione di salvataggio in combattimento.

Come parte del budget per il 2023, l’US Air Force ha annunciato l’intenzione di ridurre l’acquisto totale dell’elicottero per Combat SAR HH-60W Jolly Green II a 75, invece dei 113 originariamente previsti. Questo taglio sarebbe stato effettuato in risposta ad un ambiente di minacce in evoluzione, ma ha sollevato alcune preoccupazioni al Congresso.

In particolare, la sottocommissione di difesa per gli stanziamenti del Senato ha affermato nel disegno di legge di spesa del 2023 che il taglio avrebbe messo in discussione “il fondamento strategico” delle decisioni di acquisizione dell’US Air Force.

L’Armed Services Committee del Senato, nel frattempo, ha incluso una disposizione nel National Defense Authorization Act del 2023 che richiede un briefing sui piani per soddisfare i requisiti per le missioni di salvataggio in combattimento degli Stati Uniti nel caso in cui il programma di acquisizione degli elicotteri fosse troncato al di sotto dell’obiettivo dell’inventario. Ma anche richiesto all’US Air Force di condurre uno studio preciso sui requisiti per la missione di ricerca e salvataggio in combattimento.

Inoltre l’aeronautica militare statunitense sta anche preparando un rapporto al Congresso che descrive in dettaglio un importante superamento dei costi derivante dalla sua decisione di ridurre di 38 elicotteri l’approvvigionamento degli HH-60W Jolly Green II. Funzionari del programma hanno detto ai giornalisti che la decisione dell’US Air Force di ridurre il suo acquisto di HH-60W aumenterà il costo unitario dell’elicottero abbastanza da far scattare un rapporto al Congresso.

Secondo la legislazione americana, i programmi che vedono un aumento del costo unitario del 25% o più devono ottenere la certificazione dal Segretario alla Difesa che deve attestare che lo sforzo economico è essenziale per la sicurezza nazionale. Agnes Serenko, responsabile del programma HH-60W, ha detto ai giornalisti durante lo scorso 10 agosto che l’USAF starebbe preparando un rapporto sul costo del programma, senza fornire ulteriori dettagli su questa crescita dei costi.

Come sappiamo il Sikorsky HH-60W doveva sostituire il vecchio elicottero per la missione di salvataggio da combattimento HH-60G. La nuova variante può trasportare il doppio del carburante rispetto al suo predecessore e trasporta strumenti avanzati di navigazione di volo e sistemi difensivi. L’US Air Force ha già ordinato 65 HH-60W Jolly Green II e la sua richiesta di budget per l’anno fiscale 2023 include 870 milioni di dollari per acquistare gli ultimi 10.

In particolare l’elicottero per il Combat Rescue HH-60W è significativamente più capace e affidabile rispetto al suo predecessore, l’HH-60G. L’aeromobile ospita un nuovo sistema di alimentazione che quasi raddoppia la capacità del serbatoio interno di un UH-60M Black Hawk, dando all’equipaggio un maggiore raggio d’azione e più capacità per salvare e recuperare i feriti sul campo di battaglia. Rispetto a quanto attualmente disponibile sull’HH-60G, il nuovo HH-60W dispone di sistemi difensivi più capaci, maggiore riduzione della vulnerabilità, prestazioni maggiori in hovering, maggiori capacità di armamento, avionica migliorata, capacità di cyber-sicurezza e net-centrica.

HH-60W e HH-60G @ USAF / Senior Airman Hayden Legg

Il cambio di strategia arriva quando l’US Air Force ha iniziato a ripensare al ruolo che gli aerei per la ricerca e soccorso in combattimento giocheranno nelle guerre future, in particolare da quando le forze armate americane hanno spostato l’attenzione dal Medio Oriente verso un possibile conflitto con la Cina o la Russia. Il recupero dei piloti abbattuti e di altro personale probabilmente avrà un aspetto diverso e richiederà la capacità di volare ed operare in ambienti di minaccia più ostili e complessi che non sono adatti per un elicottero.

Funzionari del Pentagono, dell’Air Combat Command, dell’Air Force Research Laboratory e dell’Air Force Materiel Command stanno valutando quale potrebbe essere il nuovo approccio alla ricerca e soccorso in combattimento e i legislatori hanno chiesto un rapporto sulla visione dell’US Air Force su questo tema. La politica cerca dettagli su come le forze aeree statunitensi potrebbero svolgere la missione Combar SAR in diverse parti del mondo e quali lacune di capacità potrebbero derivare dall’acquisto di un minor numero di HH-60W.

In questo ambito l’USAF sta esaminando una varietà di tecnologie valutando anche l’utilità di piattaforme senza pilota e di velivoli ad alta velocità che possano “tenere il passo con un caccia”.

Seguiteci anche sul nostro canale Telegram.

Condividi
Redazione di Aviation Report

Dalla redazione di Aviation Report // From editorial staff

Il nostro sito utilizza solo cookies tecnici e di funzionalità.

Leggi tutto