X

 

SOCIAL MEDIA AVIATION REPORT


Aereo da trasporto militare C-27J Spartan: la flotta mondiale del velivolo italiano di Leonardo raggiunge 250.000 ore di volo

@ Esercito Italiano / Brigata Paracadutisti Folgore

Leonardo celebra un’importante risultato operativo per la flotta mondiale di aerei C-27J Spartan, con il raggiungimento di 250.000 ore di volo. Scelto da operatori militari in 16 paesi, fin dal suo ingresso in servizio l’aereo da trasporto militare C-27J è stato impiegato nelle condizioni ambientali e operative più sfidanti, dalle Ande all’Afghanistan.

Dario Marfè, Senior Vice President of Commercial, CSS&T & Proprietary Programs Business della Divisione Velivoli di Leonardo, ha dichiarato: “Lo Spartan rispecchia bene l’essenza stessa del concetto di sicurezza nazionale, dimostrandosi il miglior assetto per le operazioni delle forze di difesa e per il loro fondamentale contributo al supporto della popolazione. In un mondo colpito non solo dalla pandemia ma da molte altre emergenze, lo Spartan ha dimostrato di poter garantire un sostegno efficace e senza sosta alle comunità che ne hanno avuto bisogno.

Le capacità dell’aereo da trasporto militare C-27J, ampiamente dimostrate in molteplici e complesse operazioni, e il suo design modulare sono cresciute nel corso degli anni in risposta all’evoluzione dei requisiti di mercato, sia in termini di caratteristiche tecniche sia per missioni militari e civili, portando allo standard più recente denominato C-27J Spartan Next Generation.

Il C-27J Spartan Next Generation è equipaggiato con una nuova avionica dotata di un glass cockpit con 5 schermi multifunzione a colori, un radar per missioni di trasporto tattico e avanzati sistemi di comunicazione. L’architettura di sistema assicura l’interoperabilità con altri velivoli da trasporto ed è facilmente integrabile con sistemi di rifornimento in volo, di autoprotezione, di comunicazione sicura e protezione balistica per operare in ambienti ad alto livello di minaccia, trasportando materiali, veicoli leggeri e personale, ovunque siano necessari.

Questa configurazione presenta avionica allo stato dell’arte e ‘winglet’ alle estremità alari per ancora maggior efficienza e prestazioni operative. L’aggiunta delle ‘winglet’ accresce ulteriormente le generali prestazioni aerodinamiche a beneficio del comportamento dell’aereo in condizioni hot&high, maggior capacità di carico, raggio d’azione, autonomia e una generale riduzione dei costi operativi. Il design delle ‘winglet’ comprende parti prodotte con moderna tecnologia di additive manufacturing in 3D.

L’intrinseco potenziale di crescita e la versatilità del C-27J beneficiano di un solido design di base, di un’ampia e diversificata esperienza operativa e di un forte e consolidato know-how industriale che consentono all’aereo di soddisfare sempre nuove esigenze di mercato. Il C-27J può essere equipaggiato con sistema di rifornimento in volo, sistemi di auto-protezione, comunicazioni sicure e protezione balistica per operare in ambienti caratterizzati da un elevato livello di minaccia.

Con molteplici kit di missione roll-on/off facilmente installabili e trasportabili, l’aereo da trasporto militare C-27J Spartan può essere rapidamente riconfigurato secondo le specifiche esigenze di ogni operazione. L’ampio spettro di configurazioni e versioni comprende anche antincendio, pattugliamento marittimo, Command-Control-Communications (C3), Intelligence, Surveillance and Reconaissance (ISR) e operazioni speciali.

@ Leonardo

Le ultime nazioni in termini temporali ad aver ordinato il C-27J sono l’Azerbaijan e la Slovenia. Quest’ultima a novembre del 2023 ha firmato l’accordo per il secondo velivolo che affiancherà il primo già andato in volo il 17 febbraio 2022. I C-27J sloveni avranno anche la capacità di essere utilizzati quali velivoli antincendio. La nuova configurazione Fire Fighter, anch’essa precedentemente acquisita nell’ambito degli accordi intergovernativi italo-sloveni, ed utilizzabile da entrambi i velivoli, è dotata del sistema pallettizzato antincendio di seconda generazione MAFFS II (Modular Airborne Fire Fighting System) della United Aeronautical Corporation, leader mondiale di avanzati sistemi di applicazioni aeree antincendio.

In Italia il C-27J è in servizio, in 12 esemplari, con l’Aeronautica Militare presso la 46^ Brigata Aerea di Pisa con il 98° Gruppo Volo. A marzo del 2023 Leonardo e la Direzione degli Armamenti Aeronautici e per l’Aeronavigabilità (Armaereo) del Ministero della Difesa hanno firmato un contratto per un importante step per l’aggiornamento dei C-27J in dotazione all’Aeronautica Militare.

Grazie a questo contratto, il C-27J dell’Aeronautica Militare riceverà un significativo aggiornamento della suite avionica – basato sulla integrazione di nuovi equipaggiamenti, quali il Mission Computer, il Flight Management System, gli Head Up e Head Down Displays, il sistema di comunicazione radio e satellitare –  del sistema di autoprotezione ed altri aggiornamenti che consentono di migliorare ulteriormente la flessibilità e l’operatività del velivolo.

Con l’aggiornamento dei C-27J anche il sistema addestrativo verrà aggiornato di conseguenza sia a livello di training devices (aggiornamento del simulatore) che di courseware (materiale didattico) e relative pubblicazioni tecniche. Il contratto prevede l’aggiornamento del velivolo caposerie, cui potrebbe far seguito il retrofit dei restanti 11 velivoli.

Come “tactical airlifter”, l’ampia versatilità del velivolo si estende dal trasporto tattico di truppe e carichi, all’aviolancio di paracadutisti e materiali, dall’evacuazione medica sul campo di battaglia al trasporto VIP, dall’assistenza umanitaria e supporto in caso di disastri naturali fino a operazioni antincendio.

Seguiteci anche sul nostro nuovo canale WhatsApp

Redazione di Aviation Report: Dalla redazione di Aviation Report // From editorial staff

Il nostro sito utilizza solo cookies tecnici e di funzionalità.

Leggi tutto