X

 

SOCIAL MEDIA AVIATION REPORT


La Francia prende in consegna il caccia Rafale C150 da aggiornare allo standard F4.1

@ Aviation Report / Stefano Monteleone

La Direzione Generale degli Armamenti (DGA) francese ha preso in consegna il caccia Rafale C150 monoposto il 21 settembre scorso presso il sito Dassault Aviation di Mérignac. Il 28 settembre l’aereo è stato trasferito al Military Air Expertise Center sulla base aerea 118 di Mont-de Marsan presso lo squadrone 1/30 “Côte d’Argent” per essere aggiornato allo standard F4.1 per poi partecipare ad una campagna sperimentale. Questo è il quinto velivolo di un lotto di 40 velivoli la cui consegna è prevista entro la fine del 2025, di cui tredici andranno all’Armée de l’Air & de l’Espace nel 2023.

Questo nuovo standard F4.1 apporta importanti sviluppi di capacità nel campo del combattimento aereo collaborativo. Tra questi possiamo citare: l’integrazione del mirino del casco SCORPION, i miglioramenti nel controllo del fuoco per l’uso del missile aria-aria Meteor, l’evoluzione degli algoritmi di rilevamento passivo delle minacce, nonché l’aumento delle capacità di scambio di dati. Per quanto riguarda il casco Scorpion, un mirino del casco visualizza, sulla visiera protettiva integrata nel casco del pilota, informazioni utili per il pilotaggio, la navigazione o lo svolgimento della missione. Permette al pilota di monitorare l’ambiente circostante contemporaneamente alle informazioni fornite dai suoi strumenti di bordo e di dirigere la testa verso il bersaglio che vuole designare per le sue armi.

Lo standard F4.1 permette inoltre di beneficiare dell’integrazione dell’armamento aria-terra AASM – Armement Air-Sol Modulaire da 1.000 kg con guida GPS/laser, di una maggiore protezione contro le minacce informatiche, di nuove funzionalità per i sensori Talios, OSF e RBE2 e di primi sviluppi nel campo della connettività. Tutti i caccia Rafale dell’Aeronautica Militare e della Marina Militare francese verranno gradualmente adattati a questo nuovo standard.

3 Caccia Rafale nello standard F4.1 hanno, inoltre, partecipato per la prima volta ad un’esercitazione internazionale ed interalleata in occasione dell’edizione del Tiger Meet 2023 che si conclusa lo scorso 18 ottobre in Italia sulla base aerea di Gioia del Colle. “Abbiamo preso parte a missioni su larga scala che riunivano numerosi aerei da combattimento della NATO “, ha spiegato il tenente colonnello Guillaume, direttore dell’esercitazione per la Francia e comandante dell’ECE 1/30 Côte d’Argent. “Le minacce erano molto significative. Ciò ci ha permesso di realizzare esperimenti in un ambiente che difficilmente possiamo riprodurre in Francia”.

@ Aviation Report / Stefano Monteleone

Accanto a dodici nazioni, gli equipaggi francesi hanno potuto prendere parte a voli realistici e complessi che riunivano un’ampia gamma di velivoli quali Eurofighter, F-16, F-18, Tornado e Gripen. “L’esercitazione ci ha permesso di testare i nuovi equipaggiamenti in condizioni simili alle operazioni reali e di schierare i nostri sistemi di preparazione alla missione, aggiunge il comandante Thomas, pilota di caccia Rafale F4.1 appartenente all’ECE 1/30.

Categorie: News Militari
Redazione di Aviation Report: Dalla redazione di Aviation Report // From editorial staff

Il nostro sito utilizza solo cookies tecnici e di funzionalità.

Leggi tutto