X

 

SOCIAL MEDIA AVIATION REPORT


Decollo in massa per 12 bombardieri stealth B-2 Spirit durante l’esercitazione Spirit Vigilance.

@ USAF / Airman 1st Class Hailey Farrell

Vedere 12 bombardieri stealth B-2 Spirit dell’aeronautica militare americana decollare in rapida successione non capita tutti i giorni, ma l’evento ha costituito uno spettacolo impressionante alla Whiteman AFB nel Missouri. Questo è esattamente ciò che è successo il 15 aprile scorso, quando una dozzina di B-2, del 509th e il 131st Bomb Wing, hanno preso parte a una massiccia esercitazione di decollo con una “elephant walk” nell’ambito dell’esercitazione Spirit Vigilance.

Il bombardiere stealth B-2 non è mai stato così rilevante come lo è adesso“, ha detto il Col. Geoffrey Steeves, comandante del 509th Operations Group. “È stato concepito al culmine della Guerra Fredda, ma messo in campo nello stesso momento in cui il Muro di Berlino crollava e l’Unione Sovietica crollava. Ora, più di 30 anni dopo, il B-2 sta svolgendo il ruolo per il quale è stato creato: grande competizione di potenza”.

C’erano così tanti bombardieri che nessuna delle immagini ufficiali dell’evento riesce a mostrare tutti e 12 gli aerei contemporaneamente. Questo rappresenta la maggior parte del numero totale di B-2 attualmente operati dall’US Air Force, che ammonta a 20 aerei, anche se uno è stato danneggiato durante un incidente di atterraggio alla base e un altro è ancora in riparazione a seguito di un incidente simile.

Di questo numero, in genere solo 11 o 12 sono effettivamente “schierati” e sono disponibili per missioni di combattimento. In ogni caso, questo tipo di velivolo richiede una manutenzione intensiva ed è il più costoso nell’inventario dell’USAF. Avere 12 di questi velivoli operativi in qualsiasi momento disponibili alle missioni è impressionante.

I bombardieri stealth B-2 Spirit assegnati al 509th Bomber Wing di Whiteman hanno effettuato un massiccio decollo di 12 B-2 come culmine dell’Esercitazione Spirit Vigilance“, si legge nella didascalia di una delle immagini rilasciate dall’aeronautica militare statunitense. “L’addestramento di routine assicura che il personale sia sempre pronto a eseguire operazioni di attacco globale, sempre e ovunque.

Condotta annualmente, la Spirit Vigilance è un’esercitazione progettata per migliorare la letalità e aumentare la prontezza per tutto il personale che supporta la missione del bombardiere stealth B-2 da Whiteman, che è l’unica base operativa di questi bombardieri. In caso di grave crisi, potrebbe essere fondamentale che tutti gli esemplari disponibili siano in volo il più rapidamente possibile per sfuggire alle minacce in arrivo e raggiungere senza problemi o bersagli assegnati.

Sebbene il B-2 sia ben noto per essere furtivo per rimanere fuori dalla vista durante le operazioni nel mondo reale, dimostrazioni pubbliche come quella del 15 aprile a Whiteman sono una parte importante della dimostrazione della triade di deterrenza nucleare americana, di cui questi bombardieri sono un pezzo chiave. La presenza dei bombardieri B-2 in numero significativo è stata utilizzata in passato anche per inviare messaggi di deterrenza anche verso potenziali avversari come la Cina e la Corea del Nord.

In effetti, la piccola flotta di B-2 dell’US Air Force rappresenta un eccellente esempio di un asset adi alto valore. Come evidenziato sopra, i bombardieri hanno una capacità senza precedenti di penetrare le fitte difese aeree nemiche furtivamente per effettuare attacchi nucleari o convenzionali a lungo raggio, il che sarebbe fondamentale durante un potenziale conflitto futuro nell’Indo-Pacifico.

Tuttavia, il fatto che 12 bombardieri stealth B-2 Spirit abbiano volato insieme allo stesso tempo invia anche un messaggio sulla prontezza operativa dell’aereo stesso. Nel dicembre 2022, l’intera flotta di B-2 era stata messa a terra dopo un incidente che ha coinvolto uno dei bombardieri che aveva portato alla chiusura dell’unica pista della base aerea Whiteman. I voli sono ripresi a maggio dello scorso anno dopo una pausa di circa sei mesi. Durante quel periodo, l’US Air Force ha sostenuto che i bombardieri potevano essere utilizzati se assolutamente necessario in risposta a una grave crisi o contingenza.

Come sappiamo, alla fine, il B-2 insieme al B-1 sarà sostituito dal nuovo bombardiere stealth B-21 Raider, con gli ultimi Spirit che dovrebbero andare in pensione all’inizio del 2030. Le prime unità operative del B-21 sono ancora lontane anni dal raggiungere la loro capacità operativa iniziale, e sono programmate per sostituire prima gli squadroni di B-1B Lancer.

Immagini: USAF photos by Airman 1st Class Hailey Farrell

Seguiteci anche sul nostro nuovo canale WhatsApp e sul nuovo canale Threads

Redazione di Aviation Report: Dalla redazione di Aviation Report // From editorial staff

Il nostro sito utilizza solo cookies tecnici e di funzionalità.

Leggi tutto