Prova il nostro nuovo servizio gratuito AvRep WhatsApp! Salva nella tua rubrica il nostro numero di telefono +39 342 049 1665 e inviaci un messaggio WhatsApp con scritto "ok aviation". Ti invieremo un articolo a settimana tra quelli più letti e a fine mese la newsletter con tutti gli articoli più letti. Nulla di più! Per annullare l'iscrizione sarà sufficiente cancellare il nostro numero dalla tua rubrica. Iscrivendoti accetti la privacy del sito web

Airbus consegna il 100° velivolo da trasporto A400M, il decimo per le forze aeree spagnole

Airbus ha raggiunto le 100 consegne del velivolo A400M con l’MSN111, il decimo A400M per l’aeronautica militare spagnola. L’aeromobile ha effettuato il suo volo di trasferimento il 24 maggio da Siviglia a Saragozza, dove ha sede la flotta spagnola di A400M. Nella stessa settimana, la flotta globale di A400M ha anche raggiunto il traguardo delle 100.000 ore di volo effettuando missioni in tutto il mondo per tutte le otto nazioni utilizzatrici.

Tutti gli operatori di A400M sono stati in grado di utilizzare intensamente l’aeromobile per le missioni in risposta alle emergenze Covid-19, oltre a condurre operazioni congiunte e collaborative. Queste pietre miliari dimostrano chiaramente la maturità del programma A400M su tutti i fronti.

Nuove capacità per l’A400M

Recentemente l’A400M ha condotto con successo un’importante campagna di prove di volo di certificazione per il rifornimento aria-aria degli elicotteri, in coordinamento con la DGA (Directorate General of Armaments francese), completando la maggior parte dei suoi obiettivi di certificazione, compreso il primo rifornimento simultaneo di due elicotteri.

L’A400M è già in grado di dispiegare fino a 116 paracadutisti, attraverso il lancio simultaneo dalle porte laterali con apertura automatica del paracadute, o dalla rampa con apertura automatica del paracadute o in caduta libera, di giorno come di notte. I recenti test sono stati completati in Spagna, in collaborazione con il team di prova dei paracadutisti della Royal Air Force del Regno Unito, per estendere la capacità di caduta dalla rampa a 25.000 piedi (7.600 m) di altitudine in modalità OA (apertura automatica) e fino a 38.000 piedi (11.582 m) in caduta libera.

L’A400M ha anche completato ulteriori test per espandere la sua capacità di lancio, comprese le piattaforme multiple con estrazione a paracadute (23 tonnellate). Francia e Spagna hanno partecipato a questi voli. È stato certificato anche un altro modo di consegnare il carico su piste di atterraggio austere senza attrezzature di movimentazione: carico militare fino a 19 tonnellate di pallet (un passaggio) o 25 tonnellate (due passaggi) su piste asfaltate o non asfaltate.

L’A400M ha anche raggiunto una nuova pietra miliare decisiva dopo i voli di certificazione della sua capacità di volo automatico a bassa quota in condizioni meteorologiche strumentali (Instrumental Meteorological Conditions – IMC). Questa capacità, che si basa su sistemi di navigazione e database topografici, è la prima per un aeromobile militare. Questo rende l’aeromobile meno rilevabile in aree ostili e meno suscettibile alle minacce durante le operazioni in ambienti ostili.

L’Airbus A400M in servizio

Per quanto riguarda le missioni congiunte, l’aeronautica militare spagnola ha messo a disposizione dell’Aeronautica militare francese un A400M per il trasporto di un elicottero Caracal da Cazaux (Francia) a Tucson (USA). Il volo è stato utilizzato dal CLAEX (Centro Logístico de Armamento y Experimentación) e dal CECTA (Célula de Evaluación de Cargas) per convalidare il processo di carico sugli A400M spagnoli.

Tra le principali missioni militari effettuate lo scorso anno c’è stata la consegna da parte di un A400M francese di quasi 40 tonnellate di cibo, acqua, petrolio e munizioni per le truppe di stanza nella regione africana del Sahel, il primo A400M a sganciare rifornimenti in un paese fuori dall’Europa.

Inoltre, la Germania è diventata il primo cliente dell’A400M a utilizzarlo come cisterna in missioni reali di rifornimento fornendo supporto nell’operazione “Counter Daesh” in Giordania.

Evacuazione medica durante la pandemia da COVID-19

Nel 2020 e 2021, l’A400M ha anche partecipato a missioni di soccorso durante la pandemia COVID-19, in particolare nell’ambito delle evacuazioni mediche civili (medevac), con il supporto di Airbus, e del trasporto di importanti attrezzature mediche. La versatilità dell’aeromobile ha anche permesso una rapida conversione alla configurazione medevac, dove gli importanti moduli di assistenza installati hanno fornito unità di terapia intensiva a bordo.

Con la maturità, la versatilità e le capacità uniche dimostrate nelle operazioni in tutto il mondo, l’A400M sta rivoluzionando il trasporto militare e le missioni umanitarie del 21° secolo.

Condividi
Redazione di Aviation Report

Dalla redazione di Aviation Report // From editorial staff

Il nostro sito utilizza solo cookies tecnici e di funzionalità.

Leggi tutto