EC-130H Compass Call del 43rd ECS
@ USAF / Airman 1st Class William Finn

Volo finale dell’EC-130H Compass Call del 43rd ECS che inizia la transizione al nuovo EA-37B

Il 43rd Electronic Combat Squadron ha effettuato il suo volo finale sull’aereo EC-130H Compass Call il 15 febbraio 2024, presso la base aeronautica di Davis-Monthan, in Arizona. L’US Air Force sta sostituendo la vecchia flotta di aerei EC-130H con i nuovi EA-37B.

“Nel corso della sua storica esistenza, l’adattabilità e l’impegno dello squadrone nell’evoluzione delle tecnologie militari risaltano, avendo operato con 11 diversi tipi di velivoli in sei continenti”, ha affermato il Tenente Colonnello Tray C. Wood, comandante del 43rd ECS. “L’ultimo volo dell’EC-130H segna la fine di un’era e segnala l’inizio di un nuovo capitolo con l’imminente transizione dell’EA-37B”.

Il 43rd ECS è il primo squadrone del 55th Electronic Combat Group a passare dall’aereo EC-130H Compass Call al nuovo EA-37B Compass Call. Un totale di 10 aerei EA-37B sono sulla buona strada per essere consegnati e contemporaneamente ritirare la flotta EC-130H in un approccio graduale. “Questo passaggio al 12° velivolo dello squadrone sottolinea la sua eredità duratura e i continui sforzi per rimanere in prima linea nei progressi tecnologici nell’aviazione militare”, ha affermato Wood.

Durante questa transizione, il 43rd ECS riceverà il supporto dall’Air Combat Command, 16th Air Force, dal 55th Wing e dal 355th Wing. “Mentre diamo il benvenuto a una nuova era nell’ambito dell’attacco elettronico, il 43rd Electronic Combat svolgerà un ruolo fondamentale nella sicurezza, nella superiorità aerea e nel successo della missione all’interno del teatro multi-dominio”, ha affermato Wood. “In un’era in cui il dominio elettromagnetico è sinonimo di vantaggio strategico, il 43rd ECS rimane in prima linea.”

Il velivolo da attacco elettronico EA-37B Compass Call

La piattaforma L3Harris ha integrato il sistema di missione EC-130H Compass Call in un moderno business jet Gulfstream G550 presso il suo centro di missione aerea di Waco, in Texas. L’aereo EA-37B ha maggiore velocità, resistenza e funzionamento ad alta quota per una migliore sopravvivenza e portata per poter fornire le capacità di EA. Il 55th Electronic Combat Group sarà il futuro utilizzatore del nuovo velivolo da guerra elettronica americano.

L’EC-130H, basato sul velivolo da trasporto C-130, ha una velocità di crociera di 482 km/h e un’autonomia di 3.690 km, significativamente più lento e con meno autonomia del suo successore, il business jet G550 su cui si basa l’EA-37B, che ha una velocità di crociera di 940 km/h e un’autonomia di 8.500 km. BAE Systems, che ha costruito i sistemi EW dell’EC-130H originale, gestisce anche i sistemi di missione del nuovo EA-37B. Oggi l’US Air Force gestisce una flotta di 14 EC-130H legacy Compass Call, sette dei quali sarebbero stati finora ritirati.

Gli EA-37B saranno dotati anche di tecnologie aggiuntive destinate a interrompere i sensori e gli strumenti di comunicazione nemici. L’aggiornamento della capacità EW dell’US Air Force è vitale per il concetto di guerra “All Domain Operations” perseguito dal Pentagono.

Nel corso della vita del programma, L3Harris dovrebbe costruire in totale 14 EA-37B operativi ed un aereo da addestramento. Un aumento del budget dedicato a questo particolare velivolo ha consentito di aumentare a 14 gli iniziali 10 velivoli previsti dal programma, quindi con una sostituzione 1 a 1 tra gli EC-130 e gli EC-37.

Secondo i documenti di bilancio, al momento sarebbero stati acquistati sei G550. I primi cinque velivoli saranno dotati di equipaggiamento di missione “baseline 3” che unisce i sistemi dell’EC-130H con le nuove tecnologie. Il sesto aereo EC-37B riceverà l’apparecchiatura “baseline 4”, che introdurrà un’architettura di sistemi aperti che consentirà nuovi payload EW, di guerra elettronica, e di ridurre il costo complessivo degli aggiornamenti futuri.

I nuovi G550 offrono una maggiore velocità e autonomia rispetto alla cellula originale EC-130H e aumenteranno la capacità di sopravvivenza sul campo di battaglia. Inoltre la nuova piattaforma fornirà ai comandanti una migliore capacità di jamming stand-off e flessibilità per contrastare comunicazioni sofisticate e minacce radar.

Le capacità del Gulfstream G550 di volare a quote più elevate consentirà alla sua attrezzatura di guerra elettronica e di intelligence di arrivare significativamente più lontano e sarà in grado di raggiungere un’area operativa e tornare a casa molto più velocemente.

Seguiteci anche sul nostro nuovo canale WhatsApp