EC-37B Compass Call - velivolo da attacco elettronico EA-37B
@ L3Harris

Test nella camera anecoica per il nuovo velivolo da attacco elettronico EA-37B dell’US Air Force

Sui social network sono emerse un paio di interessanti immagini del nuovo velivolo da attacco elettronico EA-37B nella camera anecoica del Benefield Anechoic Facility situata presso la base aerea di Edwards in California. Il velivolo sarebbe impegnato nei test sulle radio frequenze utili a valutare eventuali anomalie associate ai sistemi di guerra elettronica ed avionici in un ambiente elettromagnetico controllato.

La Benefield Anechoic Facility del 772nd Test Squadron, si trova presso la base aerea di Edwards, in California. È la più grande struttura per test anecoici al mondo, capace di supportare e gestire praticamente tutti gli aerei ed elicotteri del Dipartimento della Difesa americano, con pochissime eccezioni, per testare ad ampio raggio i loro sistemi a radiofrequenza (RF) installati. Lo scopo principale della Benefield Anechoic Facility è il test e l’integrazione dei sistemi avionici in un ambiente controllato ed elettromagneticamente sicuro e controllato, utilizzando una tecnologia di simulazione all’avanguardia, che replica fedelmente l’ambiente reale delle missioni di combattimento.

L’impianto anecoico del Benefield Anechoic Facility dispone di un simulatore di ambiente elettromagnetico da combattimento altamente sofisticato (CEESIM). Praticamente qualsiasi sistema di minaccia RF o emettitore RF può essere generato nella camera anecoica, offrendo il mezzo più conveniente per testare e convalidare l’efficacia di sofisticati impianti di Electronic Warfare (EW)/Information Operations (I/O) (RWR, ESM, ECM, ELINT, SIGINT, Radar e altri sistemi RF) contro le minacce odierne e le minacce emergenti non ancora disponibili nei poligoni all’aperto.

Il velivolo da attacco elettronico EA-37B, che era precedentemente noto come EC-37B, aveva cambiato designazione nell’ottobre del 2023 per descrivere al meglio la missione del velivolo. A maggio del 2023 il primo aereo EA-37B Compass Call, dei 10 velivoli previsti nella fase iniziale per programma, era andato in volo per la prima volta con i sistemi di missione installati, mentre a settembre del 2023, BAE Systems e L3Harris Technologies lo avevano consegnato all’aeronautica militare statunitense per test combinati di sviluppo ed operativi.

Il sistema di nuova generazione evolve la missione quarantennale dell’US Air Force nell’impiegare capacità di attacco elettromagnetico (EA) a supporto delle forze aeree, di superficie e speciali degli Stati Uniti e degli alleati.

Il sistema di missione Compass Call Airborne Electromagnetic Attack è prodotto dalla BAE Systems presso la sua struttura di Hudson, nel New Hampshire. Il sistema interrompe le comunicazioni, i radar e i sistemi di navigazione nemici e sopprime le difese aeree nemiche impedendo la trasmissione di informazioni essenziali tra sistemi d’arma e reti di comando e controllo.

La piattaforma L3Harris ha integrato il sistema di missione EC-130H Compass Call in un moderno business jet Gulfstream G550 presso il suo centro di missione aerea di Waco, in Texas. L’aereo EA-37B ha maggiore velocità, resistenza e funzionamento ad alta quota per una migliore sopravvivenza e portata per poter fornire le capacità di EA. Il 55th Electronic Combat Group sarà il futuro utilizzatore del nuovo velivolo da guerra elettronica americano.

L’EC-130H, basato sul velivolo da trasporto C-130, ha una velocità di crociera di 482 km/h e un’autonomia di 3.690 km, significativamente più lento e con meno autonomia del suo successore, il business jet G550 su cui si basa l’EA-37B, che ha una velocità di crociera di 940 km/h e un’autonomia di 8.500 km. BAE Systems, che ha costruito i sistemi EW dell’EC-130H originale, gestisce anche i sistemi di missione del nuovo EA-37B. Oggi l’US Air Force gestisce una flotta di 14 EC-130H legacy Compass Call, cinque dei quali sarebbero stati finora ritirati.

Il velivolo da attacco elettronico EA-37B Compass Call

Gli EA-37B saranno dotati anche di tecnologie aggiuntive destinate a interrompere i sensori e gli strumenti di comunicazione nemici. L’aggiornamento della capacità EW dell’US Air Force è vitale per il concetto di guerra “All Domain Operations” perseguito dal Pentagono.

Nel corso della vita del programma, L3Harris dovrebbe costruire in totale 14 EA-37B operativi ed un aereo da addestramento. Un aumento del budget dedicato a questo particolare velivolo ha consentito di aumentare a 14 gli iniziali 10 velivoli previsti dal programma, quindi con una sostituzione 1 a 1 tra gli EC-130 e gli EC-37.

Secondo i documenti di bilancio, al momento sarebbero stati acquistati sei G550. I primi cinque velivoli saranno dotati di equipaggiamento di missione “baseline 3” che unisce i sistemi dell’EC-130H con le nuove tecnologie. Il sesto aereo EC-37B riceverà l’apparecchiatura “baseline 4”, che introdurrà un’architettura di sistemi aperti che consentirà nuovi payload EW, di guerra elettronica, e di ridurre il costo complessivo degli aggiornamenti futuri.

I nuovi G550 offrono una maggiore velocità e autonomia rispetto alla cellula originale EC-130H e aumenteranno la capacità di sopravvivenza sul campo di battaglia. Inoltre la nuova piattaforma fornirà ai comandanti una migliore capacità di jamming stand-off e flessibilità per contrastare comunicazioni sofisticate e minacce radar.

Le capacità del Gulfstream G550 di volare a quote più elevate consentirà alla sua attrezzatura di guerra elettronica e di intelligence di arrivare significativamente più lontano e sarà in grado di raggiungere un’area operativa e tornare a casa molto più velocemente.

Seguiteci anche sul nostro nuovo canale WhatsApp