aereo sperimentale X-59 della NASA
@ Lockheed Martin / NASA

QueSST: la NASA prevede di far volare l’aereo sperimentale X-59 nel 2024

La missione QueSST – Quiet SuperSonic Technology della NASA ha modificato la data prevista per il primo volo dell’aereo sperimentale X-59 al 2024. L’X-59, un velivolo sperimentale unico nel suo genere, ha richiesto un complesso lavoro di ingegneria da parte dei ricercatori della NASA che lavorano con l’appaltatore principale Lockheed Martin Skunk Works.

Oltre al design dell’aeromobile, l’X-59 combina anche la nuova tecnologia con sistemi e componenti di numerosi velivoli affermati, come il carrello di atterraggio di un F-16 e il sistema di supporto vitale adattato da un F-15.

Per sviluppare questo velivolo, il team di QueSST sta lavorando su diverse sfide tecniche identificate nel corso del 2023, quando era previsto che l’X-59 effettuasse il suo primo volo. È necessario più tempo per integrare completamente i sistemi nell’aereo e garantire che funzionino insieme come previsto. Il team sta inoltre risolvendo problemi con alcuni dei computer di sicurezza ridondanti che controllano i sistemi dell’aereo.

Nell’ultimo anno, il QueSST ha fatto progressi costanti verso il tanto atteso primo volo. Il team ha dato gli ultimi ritocchi alla struttura di coda dell’aereo sperimentale X-59, consentendo loro di finalizzare il cablaggio elettrico e continuare i test critici a terra, e spostarlo dalla struttura di assemblaggio alla linea di volo per i test strutturali.

Il Lockheed Martin X-59 della NASA, unico nel suo genere, è progettato per trasformare il futuro del volo supersonico commerciale, affrontando una delle sfide più complicate dell’aviazione: silenziare, o quanto meno ridurre il boom sonico di un velivolo in volo oltre Mach 1. Si prevede che il jet supersonico X-59 produca solo un leggero “tonfo” per le persone a terra rispetto al tradizionale boom sonico che si verifica al superamento di Mach 1.

La NASA prevede di far volare l’X-59 su diverse comunità per ottenere dati su come i residenti percepiscono il suono che produce. L’agenzia fornirà tali informazioni agli Stati Uniti e alle autorità di regolamentazione internazionali per modificare le regole che attualmente vietano i voli supersonici commerciali sulla terra.

aereo supersonico X-59
@ Lockheed Martin / NASA

Ricordiamo infatti che oggi il volo supersonico commerciale è possibile solo sul mare. Tale divieto è entrato in vigore nel 1973 e da allora ha afflitto le imprese supersoniche commerciali, limitando i viaggi più veloci del suono solo ai voli sull’oceano. British Airways e Air France che volavano sul Concorde sono state due compagnie aeree che hanno offerto tale servizio tra il 1976 e il 2003.

Le massime priorità della NASA per qualsiasi missione sono la sicurezza e la garanzia del successo. Per il QueSST, ciò significa non solo essere sicuri che l’aereo sperimentale X-59 sia sicuro prima del volo, ma anche sicuro e affidabile a lungo termine durante la fase di test. L’aereo è attualmente sottoposto a test integrati, che devono essere completati prima del volo.

Non appena questa fase sarà completata, l’aereo continuerà il suo viaggio con una flight readiness review, momento in cui la NASA prevede di pubblicare un programma più specifico per il primo volo. QueSST è una missione con il potenziale di rivoluzionare i voli dell’aviazione commerciale riducendo drasticamente i tempi di viaggio. Pertanto, l’X-59 potrebbe portare a nuove regole per quanto riguarda il volo supersonico sulla terraferma, aprendo nuove porte per il trasporto aereo, più veloce, di merci e passeggeri.

Lockheed Martin X-59 della NASA
@ Lockheed Martin / NASA

Per questi motivi, un volo sicuro e affidabile dell’aereo sperimentale X-59 è essenziale affinché la NASA possa ottenere questi benefici. L’agenzia è impegnata in un processo completo di revisione e test che si traduce nel successo di tale missione. A tal proposito ricordiamo anche che l’X-59, nel mese di ottobre, per le sue caratteristiche e per i suoi obiettivi era stato selezionato come una delle “migliori invenzioni del 2023” dal TIME Magazine nella categoria trasporti.

Lo scorso 19 giugno, l’aereo supersonico X-59 era stato spostato dallo stabilimento alla linea di volo presso la struttura Skunk Works di Lockheed Martin a Palmdale in California, ormai praticamente completo. L’aereo lungo 99,7 piedi e largo 29,5 piedi è alimentato da un singolo motore a reazione F414-GE-100 costruito da General Electric Aviation. L’X-59 della NASA è progettato per raggiungere una velocità di Mach 1,4, circa 1488 km/h, volando a un’altitudine di 55.000 piedi (16.764 metri).

Seguiteci anche sul nostro nuovo canale WhatsApp