Protector RG Mk 1 nuovo drone della RAF
@ UK MoD Crown Copyright 2023

Protector RG Mk 1: il primo nuovo drone è arrivato sulla base aerea RAF Waddington

Il primo dei 16 droni Protector RG Mk 1, il nuovo sistema aereo a pilotaggio remoto (RPAS) della Royal Air Force, è arrivato sulla RAF Waddington, nel Lincolnshire. Dotato di una suite di apparecchiature di sorveglianza, il Protector offre una capacità di sorveglianza globale fondamentale per la RAF. Pilotato a distanza dalla RAF Waddington, il drone inglese potrà operare ad altezze fino a 40.000 piedi e ha un’autonomia di oltre 30 ore.

Arrivato il mese scorso, il 31st Squadron ha assemblato l’aereo e lo ha preparato per i test a terra e in volo da effettuare prima della data di messa in servizio prevista nel 2024. La prima fase dei test del Protector RG Mk 1 presso la RAF Waddington comporterà test a terra dei collegamenti satellitari e le procedure di rullaggio, nonché le procedure di decollo ed atterraggio che incorporeranno un circuito di volo sopra la RAF Waddington. L’arrivo nel Regno Unito degli altri 15 aerei avverrà in diverse fasi.

L’arrivo del primo Protector del Regno Unito alla Royal Air Force è il culmine di anni di lavoro da parte di molti membri del personale in tutto il MoD. L’ISR Capability Team lavorerà con il 56th Squadron, i nostri esperti di test e valutazione, metteranno alla prova l’aereo per garantire che sia pronto per il servizio operativo il prossimo anno, mentre il 31st Squadron recentemente riformato si concentrerà sulla preparazione all’utilizzo dell’aereo. Questa è una pietra miliare importante per il programma, l’aeronautica militare e la difesa in generale e sono lieto di vedere il Protector sulla RAF Waddington“, ha commentato l’Air Commodore Alex Hicks, Ufficiale senior responsabile del Programma Protector

Oltre ad accettare i ruoli operativi attualmente svolti dal Reaper, che ha fornito un servizio eccezionale in operazioni 24 ore su 24 per oltre 15 anni, il Protector sarà certificato secondo rigorosi standard di sicurezza e certificazione della NATO che consentiranno di operare nel Regno Unito e nello spazio aereo civile dell’Europa.

Il Protector RG Mk 1 (MQ-9B) è il successore del Reaper (MQ-9A) ed è un modello appositamente configurato dell’MQ-9B SkyGuardian progettato per soddisfare i requisiti esclusivi della RAF, la prossima generazione di velivoli a media altitudine e lunga durata (MALE) a pilotaggio remoto. Il Protector sarà impiegato in operazioni armate di intelligence, sorveglianza, targeting e ricognizione (ISTAR) ad ampio raggio, dove la sua capacità di volare costantemente per un massimo di 40 ore offrirà alla Royal Air Force una capacità ISTAR armata notevolmente migliorata.

Protector RG Mk 1 nuovo drone della RAF

Il carico utile del drone comprende una complessa suite di sensori, tra cui una telecamera elettro-ottica a infrarossi (IR) ad alta definizione che, combinata con la lunga autonomia, fornisce una sensazionale capacità di ricognizione persistente attraverso lo spettro elettromagnetico. Il Protector sarà in grado di rispondere rapidamente e offrire flessibilità ai comandanti, consentendo all’aereo di svolgere una serie di compiti strategici, che vanno dal supporto aereo ravvicinato ai soccorsi in caso di catastrofe, qualora fosse richiesto.

L’aereo utilizzerà collegamenti dati avanzati e trasporterà armi di precisione di prossima generazione, a basso danno collaterale: il missile Brimstone (MBDA) di fabbricazione britannica e la bomba a guida laser Paveway IV (Raytheon UK). Oltre a MBDA e Raytheon, altre 12 società britanniche contribuiscono al programma MQ-9B.

Immagini: UK MoD Crown Copyright 2023