X

 

SOCIAL MEDIA AVIATION REPORT


I primi due Boeing 787 ritirati dal servizio saranno smontati e riutilizzati come parti di ricambio

@ Boeing / Ed Turner

EirTrade Aviation, società di asset management e trading per l’aviazione con sede a Dublino, gestirà lo smontaggio dei primi due Boeing 787 ritirati dal servizio commerciale. Andato in volo per la prima volta nel 2011, il 787-8 Dreamliner, rimane l’aereo widebody di punta di Boeing e, ad oggi, non è mai stato ritirato dal servizio commerciale. I due velivoli con 10 anni di servizio saranno smontati contemporaneamente, con le parti di ricambio che dovrebbero essere disponibili alla fine del primo trimestre del 2023.

EirTrade ha intensificato le sue attività di smontaggio degli aeromobili presso la sua struttura a Knock in Irlanda, concentrandosi su aeromobili Airbus e Boeing. Lee Carey, VP Asset Management di EirTrade, ritiene che la comprovata esperienza e la rete globale dell’azienda siano state fondamentali per garantire l’accordo e commenta: “Le nostre relazioni mirate con compagnie aeree, MRO e OEM sulla piattaforma B787 sono state fondamentali per garantire questo progetto e massimizzare il valore dei due velivoli”.

Ken Fitzgibbon, CEO di EirTrade Aviation, afferma che con i primi B787 che si avvicinano ai controlli dei 12 anni di servizio, lo smontaggio di questi due velivoli 787 ritirati dal servizio non potrebbe arrivare in un momento migliore per gli operatori e le strutture di manutenzione che cercano di reperire materiale riparabile usato (USM – Used Serviceable Material) per l’aeromobile per ridurre così i costi di manutenzione. “Poiché fino ad oggi nessun B787 è stato ritirato dal servizio commerciale, al momento non esiste quasi alcun mercato USM per questo velivolo. Stiamo entrando in un’area specialistica e speriamo di diventare leader di mercato nella fornitura di USM per il Dreamliner che consentirà la riduzione del costo degli eventi di manutenzione per i proprietari di aeromobili B787“.

Il processo di smontaggio sarà coordinato a Prestwick e gestito da Steven Trowell, Hangar Manager di EirTrade che prevede che il processo di smontaggio richiederà circa tre mesi in totale. “Comprensibilmente, c’è stato un enorme interesse per questi velivoli“, osserva Trowell. “Naturalmente ci saranno delle sfide lungo il percorso e se lo smontaggio avesse avuto luogo presso la nostra struttura di Knock, ci avrebbe offerto un maggior grado di flessibilità in termini di manodopera, attrezzature e logistica. Tuttavia, qualsiasi potenziale interruzione del programma sarà ridotta al minimo indispensabile e abbiamo il privilegio di avere l’opportunità di smontare i primi 787-8“.

Trowell prosegue dicendo che con una pianificazione attenta e approfondita negli ultimi due mesi, EirTrade Aviation è fiduciosa che l’attività di smantellamento dei primi due 787 ritirati dal servizio possa essere completata in tre mesi.

Carey conferma che EirTrade gestirà l’inventario delle attività al fine di vendere, noleggiare o scambiare il materiale rimosso da entrambi gli aeromobili, che sarà immagazzinato in una delle strutture della società in Irlanda. “Naturalmente abbiamo già lavorato sui widebody Boeing e Airbus per lo smontaggio e non siamo estranei allo smontaggio di velivoli di nuova tecnologia essendo stati precedentemente coinvolti nel lavoro sul primo velivolo A380 ritirato dal servizio e siamo una delle prime aziende a smontare il motore CFM56-7BE.

Redazione di Aviation Report: Dalla redazione di Aviation Report // From editorial staff

Il nostro sito utilizza solo cookies tecnici e di funzionalità.

Leggi tutto