F-35 della Romania
@ Aviation Report / Edoardo Govoni

F-35 della Romania: Bucarest prevede di acquistare 32 aerei per 6,5 miliardi di dollari

Bucarest prevede di acquistare 32 aerei da caccia di ultima generazione F-35 per la Romania dal produttore statunitense Lockheed Martin, per 6,5 miliardi di dollari, ha detto il 26 settembre il ministero della Difesa, nell’ambito di un accordo le cui linee sono state annunciate in Aprile.

L’Unione Europea e la NATO hanno aumentato quest’anno la spesa per la difesa dal 2% al 2,5% del prodotto interno lordo, in risposta all’invasione russa dell’Ucraina. La Romania condivide un confine di 650 km (400 miglia) con l’Ucraina e ha visto il conflitto avvicinarsi ai suoi confini poiché Mosca ha ripetutamente attaccato i porti ucraini oltre il fiume Danubio. Attualmente la Romania ospita anche un sistema di difesa statunitense contro i missili balistici e, dallo scorso anno, ha un gruppo tattico della NATO permanente di stanza sul suo territorio.

Avere capacità operative di difesa aerea robuste, credibili, interoperabili, flessibili ed efficienti … come parte dei nostri impegni come Stato NATO e UE è fondamentale affinché la Romania raggiunga i suoi obiettivi di politica di difesa“, aveva dichiarato il Consiglio Supremo di Difesa. “Il processo di modernizzazione dell’aeronautica militare continuerà attraverso l’acquisizione di jet F-35 di ultima generazione.

L’anno scorso la Romania ha pianificato di acquistare 32 aerei da combattimento F-16 di seconda mano dalla Norvegia, da aggiungere ai 17 acquistati dal Portogallo dal 2016 e tutti in servizio sulla base aerea di Fetesti. Inoltre Bucarest a luglio ha annunciato un centro di addestramento regionale per i piloti di F-16 che sarà infine disponibile per gli alleati e i partner della NATO, inclusa l’Ucraina.

L’acquisto dell’F-35 è stato approvato dal Consiglio Supremo di difesa della Romania (CSAT) in aprile e il ministero ha affermato che ora chiederà al parlamento di accettare di iniziare il processo di acquisto quest’anno. L’accordo quadro, oltre ai velivoli, comprende servizi logistici e di addestramento, simulatori di volo e munizioni, nonché un’opzione per la Romania di acquistare successivamente ulteriori 16 aerei F-35.

È improbabile che i contratti definitivi vengano firmati prima del prossimo anno e il Ministro della Difesa rumeno Angel Tilvar ha affermato che i primi aerei non saranno consegnati prima del 2030.