X

 

SOCIAL MEDIA AVIATION REPORT


Aeroporto di Heathrow: al via le operazioni con carburante sostenibile per l’aviazione (SAF) per Emirates

@ Emirates

Emirates ha ricevuto il carburante sostenibile per l’aviazione (SAF) da Shell Aviation presso l’aeroporto Heathrow di Londra. Oltre 3.000 tonnellate di SAF puro, miscelato con carburante convenzionale per jet, saranno fornite alla rete di infrastrutture di rifornimento dell’aeroporto* fino alla fine dell’estate 2024.

È la prima volta che la compagnia aerea utilizzerà il SAF per alimentare alcuni dei suoi voli a Heathrow e il suo arrivo rappresenta il più grande volume di SAF acquistato finora. Emirates partecipa al programma di incentivi SAF di Heathrow, che ne garantisce l’economicità e l’accessibilità per le compagnie aeree che operano nell’aeroporto.

La compagnia aerea contabilizzerà, seguirà e traccerà la consegna del SAF a Heathrow e le sue qualità di sostenibilità attraverso report che seguono metodologie rigorosamente definite. Il SAF che Emirates ha acquistato da Shell Aviation sarà distribuito in modo sicuro nell’infrastruttura di rifornimento aeroportuale esistente e nei motori a reazione degli aerei. Nella sua forma pura, il SAF può ridurre le emissioni di carbonio del ciclo di vita fino all’80%** rispetto all’uso del carburante per jet convenzionale.

Adel Al Redha, Vice Presidente e Chief Operations Officer di Emirates Airline, ha dichiarato: “Emirates è entusiasta di compiere questo ulteriore passo in avanti nel suo percorso verso un maggiore uso del SAF con partner come Shell Aviation e London Heathrow che ci supportano con questo accordo di fornitura di carburante in una delle nostre più grandi operazioni fuori da Dubai. Il programma di incentivi di Heathrow sosterrà il crescente slancio del mercato SAF, consentendo a compagnie aeree come Emirates di trarre vantaggio dalla sua disponibilità e di renderlo commercialmente più conveniente. Questa iniziativa rappresenta anche un’azione credibile per incoraggiarne la produzione in scala e spingere un suo maggiore uso da parte delle compagnie aeree, costruendo capacità produttive locali basate su una domanda reale, oltre a sviluppare capacità lungo la catena di fornitura per miscelare, gestire e distribuire il SAF in modo più ampio. Ci auguriamo che l’iniziativa riceva il sostegno collettivo delle autorità governative per stimolare ulteriori investimenti nella produzione di SAF in futuro. Mentre Emirates esplora le opportunità per aumentare l’uso del SAF all’interno del suo network, continueremo ad adottare altre misure per ridurre le nostre emissioni, con un focus principale sull’ottimizzazione delle operazioni di volo, compresa la riduzione del peso degli aerei e la definizione di rotte di volo più efficienti”.

Raman Ojha, Presidente di Shell Aviation, ha aggiunto: “Dopo il successo dello scorso anno della nostra collaborazione con Emirates per la fornitura di SAF a Dubai (DXB), siamo lieti di continuare a sostenere il loro percorso di sostenibilità consentendo alla compagnia aerea di decarbonizzare i voli in partenza dal Regno Unito. Questo nuovo passo in avanti segna anche un ulteriore progresso nella crescita della nostra rete globale di fornitura di SAF. Il nostro obiettivo è quello di continuare a collaborare con attori lungimiranti del settore dell’aviazione, come Emirates e London Heathrow, per rendere disponibile il SAF in un numero maggiore di località in tutto il mondo.”

Ross Baker, Chief Commercial Officer di Heathrow, ha dichiarato: “Siamo entusiasti di sostenere Emirates con il programma a supporto del carburante sostenibile per l’aviazione all’aeroporto di Heathrow. Il SAF è fondamentale per la decarbonizzazione dei voli a lungo raggio, in quanto può ridurre le emissioni di carbonio su rotte come quella da Londra a Dubai senza la necessità di nuovi aerei o infrastrutture. Grazie all’impegno di compagnie aeree come Emirates, quest’anno prevediamo di sostenere l’uso di 155.000 tonnellate di SAF a Heathrow. Ora dobbiamo incrementare la produzione di SAF nel Regno Unito, in modo che il Paese possa beneficiare di posti di lavoro, crescita e sicurezza energetica mentre un numero maggiore di compagnie aeree passa a carburanti più sostenibili”.

Lanciato nel 2022, l’incentivo SAF dell’aeroporto di Heathrow è il primo programma di questo tipo che fornisce un meccanismo di sostegno per ridurre il divario di prezzo tra il carburante per jet convenzionale e il SAF di circa il 50%. Schemi come quello di Heathrow mirano ad accelerare le politiche governative di sostegno, aumentando la competitività del Regno Unito e sbloccando gli investimenti in energia pulita come la produzione di SAF.

La strategia SAF di Emirates si concentra sull’esplorazione delle opportunità di utilizzare il carburante sostenibile per l’aviazione a livello operativo ovunque sia disponibile nella rete della compagnia aerea, sulla condivisione dei costi delle emissioni con i clienti aziendali o gli spedizionieri, laddove possibile, sulla cooperazione in progetti SAF a lungo termine con partner affidabili e sul sostegno a iniziative SAF negli Emirati Arabi Uniti con il potenziale di fornire carburante sostenibile per l’aviazione nel suo hub.

Attualmente Emirates opera voli da Amsterdam, Parigi, Lione e Oslo con SAF. L’anno scorso, la compagnia aerea ha collaborato con Shell Aviation per fornire SAF nei sistemi di rifornimento dell’aeroporto di Dubai per la prima volta in assoluto, assegnando il SAF a una serie di voli. A maggio di quest’anno, la compagnia aerea prevede di collaborare con partner locali all’aeroporto Changi di Singapore per la fornitura di SAF attraverso i sistemi di rifornimento dell’aeroporto.

All’inizio di quest’anno, Emirates è stato il primo vettore internazionale ad aderire al Solent Cluster nel Regno Unito, un’iniziativa incentrata su investimenti a basse emissioni di carbonio con il potenziale di creare un impianto per la produzione di carburante sostenibile per l’aviazione in grado di produrre fino a 200.000 tonnellate (200 kt) all’anno se operativo entro il 2032. Il Solent Cluster è una collaborazione intersettoriale di organizzazioni internazionali, tra cui produttori e società di ingegneria, imprese e industrie regionali, operatori logistici e infrastrutturali leader e istituzioni accademiche.

Emirates opera nel Regno Unito dal 1987 e attualmente serve sette gateway con 131 voli settimanali, tra cui: sei volte al giorno con l’A380 per l’aeroporto di Heathrow(e altre cinque volte alla settimana utilizzando l’aeromobile Boeing 777 fino al 26 ottobre 2024); tre volte al giorno con l’A380 per Gatwick; due volte al giorno per Stansted; tre volte al giorno con l’A380 per Manchester; due volte al giorno per Birmingham (incluso un servizio giornaliero con l’A380); un servizio giornaliero per Newcastle; e un servizio giornaliero con l’A380 per Glasgow.

*Il bilancio di massa è un modello di catena di custodia che richiede la documentazione della quantità di SAF in ogni fase della rete di distribuzione del carburante per l’aviazione. Sebbene la commistione fisica del SAF con il jet fuel convenzionale sia ammissibile in un sistema di bilancio di massa, dal punto di vista contabile, la quota virtuale di SAF nella rete di distribuzione deve essere quantificata in tutti i punti, dall’introduzione del SAF nella rete fino al punto di carico su un aeromobile.

**Se usato in forma pura (cioè non miscelato) e calcolato con metodologie consolidate di valutazione del ciclo di vita (LCA), come la metodologia CORSIA.

Seguiteci anche sul nostro nuovo canale WhatsApp e sul nuovo canale Threads

Redazione di Aviation Report: Dalla redazione di Aviation Report // From editorial staff

Il nostro sito utilizza solo cookies tecnici e di funzionalità.

Leggi tutto