Eurofighter per la Germania
@ Aviation Report / Gianluca Vannicellli

Ulteriori 20 Eurofighter per la Germania

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz ha annunciato oggi l’acquisto di altri 20 Eurofighter per la Germania. Parlando all’inaugurazione del salone internazionale ILA a Berlino, Scholz ha dichiarato di essere fortemente impegnato a mantenere e ad espandere la capacità di produzione di armi. La notizia sottolinea l’impegno della Germania nei confronti della NATO in seguito all’invasione russa dell’Ucraina.

Il cancelliere Scholz ha dichiarato: “Ordineremo altri 20 Eurofighter per la Germania prima della fine di questa sessione legislativa (prevista per l’autunno 2025) – oltre ai 38 aerei attualmente in cantiere“. Ha aggiunto anche che l’ordine darebbe certezza ad Airbus e ai suoi fornitori della catena produttiva.

Airbus sta attualmente producendo a Manching 38 Eurofighter Tranche 4 per l’aeronautica militare tedesca, i cosiddetti Quadriga. L’azienda consegnerà 30 monoposto e 8 biposto tra il 2025 e il 2030. Il contratto è stato firmato alla fine del 2020. Questi nuovi velivoli dovrebbero sostituire la prima tranche di Eurofighter della Bundeswehr. Airbus equipaggerà anche gli Eurofighter della Luftwaffe per il combattimento elettronico entro il 2030. L’Eurofighter EK (Elektronischer Kampf) amplierà il già ampio spettro operativo del jet e rafforzerà la sovranità e l’autonomia europea nel settore.

Inoltre, Airbus, consegnerà 20 nuovi Eurofighter della Tranche 4, noti anche come Halcon I, all’aeronautica militare spagnola dal 2026 al 2030. Il 12 settembre 2023, il governo spagnolo ha anche approvato la spesa per un’ulteriore serie di Eurofighter detta Halcon II che dovrebbe circa 25 Eurofighter.

Giancarlo Mezzanatto, CEO di Eurofighter, ha dichiarato che “l’annuncio di oggi da parte del governo tedesco è un’ottima notizia per il programma Eurofighter e per i nostri partner industriali e sottolinea l’impegno a lungo termine della Germania nei confronti dell’Eurofighter che rimarrà la spina dorsale della difesa europea per i decenni a venire.

L’Eurofighter Typhoon è un caccia multiruolo bimotore con ala canard-delta, prodotto da un consorzio formato da Airbus, BAE Systems e Leonardo. Le aziende del programma Eurofighter – Airbus, BAE Systems, Leonardo – gestiscono una catena di fornitura che impiega più di 100.000 persone qualificate, arricchendo le capacità tecnologiche dell’intera regione europea.

L’Eurofighter è un aereo da combattimento multiruolo bimotore che può essere utilizzato per combattimenti aria-aria e aria-terra. È stato sviluppato congiuntamente da quattro paesi europei: Germania, Gran Bretagna, Italia e Spagna. Airbus (Germania e Spagna), BAE Systems (Regno Unito) e Leonardo (Italia) formano il consorzio Eurofighter, che gestisce l’Eurofighter Typhoon con i quattro paesi partner.

Con oltre 850.000 ore di volo, l’Eurofighter Typhoon costituisce la spina dorsale delle forze aeree tedesche, britanniche, italiane e spagnole. Ad oggi, 680 Eurofighter Typhoon sono stati ordinati da 9 paesi, 603 dei quali sono già stati consegnati. Il primo Eurofighter venne consegnato all’aeronautica militare tedesca nel 2003. Cinque clienti esteri volano con l’Eurofighter Typhoon: Austria (15 aerei), Arabia Saudita (72), Oman (12), Kuwait (28) e Qatar (24).

Airbus produce l’Eurofighter a Manching vicino a Ingolstadt (per la Luftwaffe) e a Getafe vicino a Madrid (per l’Ejercito del Aire). BAE Systems e Leonardo producono gli aerei rispettivamente nel Regno Unito (Warton) e in Italia (Torino).

Seguiteci anche sul nostro nuovo canale WhatsApp e sul nuovo canale Threads