F-18 Hornet spagnolo Ocean Sky 2023
@ Aviation Report / Antonio Rodriguez

Ocean Sky 2023: al via la più grande esercitazione internazionale di combattimento aereo della Spagna

Anche quest’anno è iniziata la più grande esercitazione internazionale di combattimento aereo organizzata dall’aeronautica militare spagnola nelle Isole Canarie, la Ocean Sky 2023. Fino al prossimo 27 ottobre, 800 militari, 42 aerei da combattimento, 3 aerei per il rifornimento in volo, un aereo per la sorveglianza marittima e 2 elicotteri per il soccorso si addestreranno insieme nelle tattiche di combattimento aria-aria dissimilari sull’Oceano Atlantico.

Due schieramenti, Red e Blu Air, si sfideranno per il dominio dello spazio aereo in missioni complesse che stanno coinvolgendo 30 aerei da combattimento e i 3 rifornitori che parteciperanno all’esercitazione, in volo contemporaneamente. Gli aerei da combattimento Eurofighter, F-18 e F-16 si sfideranno in combattimenti aria-aria simulati, consentendo ai piloti di sfruttare le caratteristiche di ciascun modello di aereo per ottenere la superiorità aerea. Questo è il cosiddetto combattimento aereo dissimilare DACT – Dissimilar Air Combat Training, il tipico addestramento costituito da manovre di combattimento aereo tra diversi aerei militari.

All’esercitazione Ocean Sky 2023, oltre a tutte le unità da caccia e d’attacco dell’Ejercito del Aire spagnolo, partecipano le forze aeree di Francia, Italia, Portogallo, Grecia e Turchia. Portoghesi, greci e turchi partecipano con un totale di 12 caccia F-16 Fightning Falcon, i francesi mettono a disposizione un aereo cisterna Airbus A-330MRTT e gli italiani un Boeing KC-767A per il rifornimento in volo.

L’aeronautica militare spagnola, in qualità di nazione ospitante, contribuisce all’esercitazione con un consistente contingente composto da 11 caccia Eurofighter Typhoon dell’Ala 11 e 14, 19 caccia F-18 Hornet dell’Ala 12, 15 e 46, un aereo da rifornimento Airbus A-400M dell’Ala 31, un aereo CN-235 VIGMA per il pattugliamento marittimo e 2 elicotteri Super Puma del Grupo 82 SAR, per eventuali missioni di salvataggio nelle acque dell’Oceano Atlantico.

Un grande schieramento per testare, ancora una volta, la capacità di rischieramento di tipo “expeditionary” e di combattimento lontano dalle basi abituali spagnole e la capacità di operare in maniera combinata con le altre forze aeree alleate. Gli obiettivi dell’esercitazione Ocean Sky 2023 sono, quindi, perfezionare le tattiche e le strategie per la difesa dello spazio aereo nazionale, controllo aereo, esercizio di superiorità aerea e supporto con aerei per il rifornimento in volo e la partecipazione internazionale a questa esercitazione mira anche a migliorare l’interoperabilità, scambiare e condividere tattiche e procedure e rafforzare i legami della cooperazione internazionale.

Immagini: Antonio Rodriguez