Francia missile supersonico nucleare ASMPA-R
@ Armée de l’Air et de l’Espace, DGA

Francia: test per il missile supersonico nucleare ASMPA-R

Il 22 maggio scorso, Sébastien Lecornu, Ministro delle Forze Armate Francesi, ha espresso la sua grande soddisfazione dopo il successo del primo lancio di valutazione del missile supersonico nucleare ASMPA-R “Rénové”. Questo missile, privo del suo carico militare, è stato lanciato da un caccia Rafale B delle Forces Aériennes Stratégiques, le Forze Aeree Strategiche francesi, al termine di un volo rappresentativo di un raid nucleare. Il Rafale B ha ereditato le capacità di attacco nucleare dai Mirage 2000N.

Il programma di rinnovamento del missile strategico a medio raggio rinnovato e migliorato ASMPA-R è guidato dalla Direzione Generale degli Armamenti (DGA). Realizzando l’investimento per la deterrenza nucleare previsto nella legge di programmazione militare (LPM), il programma di rinnovamento del missile supersonico nucleare ASMPA-R, guidato dalla DGA, ha permesso di rafforzare le prestazioni intrinseche del missile, mantenendo la credibilità di dissuasione della componente nucleare delle forze aeree francesi in attesa dell’arrivo del futuro missile nucleare di quarta generazione (ASN4G – Air-Sol Nucléaire de 4e Génération entro il 2035).

L’ASMPA-R risponde così al desiderio del Presidente della Repubblica di mantenere a lungo termine la credibilità operativa delle Forze Aeree Strategiche francesi. Il lancio del missile e il suo volo sono stati monitorati dalle risorse della Direzione Generale dell’Armamento (DGA) dai siti di Biscarrosse, Hourtin e Quimper della DGA Missile Testing.

Il missile, sviluppato da MBDA, è stato lanciato come parte dell’operazione Durandal. Questa operazione, rappresentativa di un raid strategico, è stata effettuata sopra il territorio nazionale. Il raid, composto da aerei cisterna A330 Phénix e Rafale B delle Forze Aeree Strategiche, ha dovuto affrontare la minaccia di mezzi aria-aria e terra-aria da parte dell’Armée de l’Air et de l’Espace.

È interessante notare come le immagini ufficiali del test rilasciate dal Ministero della Difesa francese e dall’Aeronautica militare francese siano state sfocate per nascondere tutti i dettagli sul missile.

Nel 2016 era stato lanciato il programma di rinnovamento di mezza età del missile da crociera ASMP-A [Air-Sol Moyenne Portée – Amélioré], per far fronte alla sua obsolescenza e, soprattutto, per mantenerne le prestazioni in termini di precisione e capacità di penetrazione fino al la sua sostituzione con ASN4G prevista entro il 2035.

Con una lunghezza di circa cinque metri e una massa di 800 kg, il missile supersonico nucleare ASMPA-R vola ad una velocità tra Mach 2 e Mach 3, grazie al suo motore ramjet. Dotato di una testata nucleare da 300 kt, la sua gittata è di circa 500/600 km. La sua particolarità è che può seguire diverse traiettorie a bassa quota, a bassissima quota o alta quota.

La Francia mantiene una potente strategia di deterrenza nucleare chiamata “Force de Frappe”, con circa 290 testate nucleari. Questa strategia si basa su due piattaforme principali: missili balistici lanciati da sottomarini e missili da crociera lanciati dai velivoli da combattimento.

La capacità marittima è garantita da quattro sottomarini di classe Le Triomphant, armati con missili M51.2, mentre la capacità aerea è assicurata, come spiegato, dai missili ASMP-A/R. Queste piattaforme, supportate da tecnologie avanzate, assicurano alla Francia un deterrente nucleare credibile e autonomo per dissuadere e proteggere la sicurezza e la sovranità nazionale.

Immagini: Armée de l’Air et de l’Espace, DGA

Seguiteci anche sul nostro nuovo canale WhatsApp e sul nuovo canale Threads