H135 delle Forze Aeree Svizzere
@ Airbus

Gli elicotteri Airbus H135 delle Forze Aeree Svizzere totalizzano 100.000 ore di volo

Dal 2010, quando i 20 elicotteri Airbus H135 delle Forze Aeree Svizzere sono diventati pienamente operativi, hanno totalizzato 100.000 ore di volo. “Uno dei nostri compiti principali è addestrare i piloti di elicotteri. Ogni anno formiamo circa cinque studenti sull’H135, prima che passino agli elicotteri di grandi dimensioni come il Cougar o il Super Puma“, afferma Michael Wirz, capo pilota dell’Esercito svizzero.

Lo utilizziamo anche per una vasta gamma di altre missioni, tra cui la sorveglianza delle frontiere, la garanzia della nostra sicurezza aerea e il trasporto di pazienti”. Gli elicotteri sono stazionati durante tutto l’anno in diverse località svizzere quali Alpnach, Berna-Belp, Dübendorf, Locarno e Payerne.

Nei siti di Alpnach, Dübendorf e Payerne gli H135 delle Forze Aeree Svizzere vengono utilizzati per l’addestramento dei piloti, nonché per l’addestramento e l’impiego di piloti certificati. A Berna-Belp i due H135 sono disponibili per il trasporto VIP. Durante l’addestramento delle reclute a Payerne, l’organizzazione di terra della milizia viene addestrata sull’H135 anche per il lavoro sulla linea di volo, in modo che le successive missioni possano essere svolte anche nel servizio truppe.

L’H135 può essere utilizzato in molti ruoli diversi con una serie di equipaggiamenti (ad esempio il verricello di salvataggio, il dispositivo di calata con il canapone o le travi di carico) che possono essere montati in breve tempo. Ciò rende questo elicottero estremamente versatile. Inoltre, la macchina può essere pilotata anche con un solo pilota in condizioni di volo strumentale, consentendo di raggiungere destinazioni in tutta la Svizzera, anche in condizioni meteorologiche difficili.

Qualche settimana fa sono stato chiamato da un’altra missione per aiutare un pilota di aliante che aveva problemi con la sua radio. Ho intercettato l’aliante e il problema è stato risolto. Il pilota dell’aliante è potuto ritornare sano e salvo al suo aeroporto”, ricorda Michael Wirz.

Grazie alla versatilità degli elicotteri H135, abbiamo la fortuna di avere una routine quotidiana varia, il che significa anche che bisogna padroneggiare molte procedure diverse. Al mattino potresti cercare un aereo scomparso e nel pomeriggio potresti effettuare una missione di sorveglianza con il Corpo delle guardie di frontiera. Nella nostra zona d’intervento si trovano le Alpi, per questo motivo è molto importante una buona preparazione del volo e una buona previsione del tempo” spiega Michael Wirz, capo pilota dell’Esercito svizzero.

Quando gli viene chiesto di descrivere l’Airbus H135 in una frase, Wirz riflette: “È un elicottero affidabile che può svolgere un’ampia gamma di missioni grazie alle sue dimensioni compatte e alla grande manovrabilità“.

Immagini: via Airbus