@ United

United investe altri 15 milioni di dollari nel mercato dei taxi volanti elettrici con Eve

United ha annunciato oggi un investimento di 15 milioni di dollari in Eve Air Mobility e un contratto di acquisto condizionale per 200 velivoli elettrici a quattro posti più 200 opzioni, prevedendo le prime consegne già nel 2026. Questo segna un altro investimento significativo da parte di United nei taxi volanti, o eVTOL ( veicolo elettrico a decollo e atterraggio verticale) – che hanno il potenziale per rivoluzionare l’esperienza dei pendolari nelle città di tutto il mondo. Secondo i termini dell’accordo, le società intendono lavorare su progetti futuri, inclusi studi sullo sviluppo, l’uso e l’applicazione degli aerei di Eve e sull’ecosistema della mobilità aerea urbana (UAM).

La United ha fatto i primi investimenti in diverse tecnologie all’avanguardia a tutti i livelli della catena di approvvigionamento, affermando la nostra posizione di leader nella sostenibilità e nell’innovazione dell’aviazione“, ha affermato Michael Leskinen, presidente di United Airlines Ventures. “Oggi United sta facendo di nuovo la storia, diventando la prima grande compagnia aerea a investire pubblicamente in due società eVTOL. Il nostro accordo con Eve evidenzia la nostra fiducia nel mercato della mobilità aerea urbana e funge da altro importante punto di riferimento verso il nostro obiettivo di zero emissioni nette di carbonio entro il 2050, senza utilizzare le compensazioni tradizionali. Insieme, crediamo che la nostra suite di tecnologie per l’energia pulita rivoluzionerà il trasporto aereo come lo conosciamo e fungerà da catalizzatore per l’industria aeronautica per muoversi verso un futuro sostenibile“.

L’investimento di United in Eve rafforza la fiducia nei nostri prodotti e servizi e rafforza la nostra posizione nel mercato nordamericano”, ha affermato Andre Stein, co-CEO di Eve. “Sono fiducioso che le nostre soluzioni agnostiche UAM, insieme al know-how globale che abbiamo sviluppato nell’eredità di Eve ed Embraer, siano la soluzione migliore per questa iniziativa, offrendo ai clienti di United un modo rapido, economico e sostenibile per raggiungere il suo hub aeroporti e spostamenti in ambienti urbani densi. È un’opportunità senza precedenti lavorare con United per far progredire l’ecosistema UAM degli Stati Uniti e non vediamo l’ora“.

United è stata la prima grande compagnia aerea statunitense a creare un fondo di venture capital, United Airlines Ventures (UAV), progettato per supportare l’impegno ecologico al 100% dell’azienda di raggiungere emissioni nette zero entro il 2050 senza l’uso delle compensazioni tradizionali. Attraverso UAV, United ha guidato il settore negli investimenti in eVTOL e aerei elettrici, motori a celle a combustibile a idrogeno e carburante per aviazione sostenibile. Il mese scorso, la United ha concesso un deposito di 10 milioni di dollari a una società eVTOL con sede in California per 100 aerei.

L’investimento di United in Eve è stato guidato in parte dalla fiducia nelle potenziali opportunità di crescita nel mercato UAM e dal rapporto unico di Eve con Embraer, un produttore di aeromobili di fiducia con una comprovata esperienza nella costruzione e certificazione di aeromobili nei 53 anni di storia dell’azienda. Fondamentalmente, la loro relazione include l’accesso ai centri di assistenza, ai magazzini dei ricambi e ai tecnici dell’assistenza sul campo di Embraer, aprendo la strada a un’operazione affidabile. All’entrata in servizio, United potrebbe far riparare l’intera flotta eVTOL dal servizio agnostico e dalle operazioni di supporto di Eve. Inoltre, United si unisce al consorzio guidato da Eve, che simulerà le operazioni UAM a Chicago dal 12 settembre.

Piuttosto che fare affidamento sui tradizionali motori a combustione, gli aerei eVTOL sono progettati per utilizzare motori elettrici, fornire voli senza emissioni di carbonio e per essere utilizzati come “taxi aeronautici” nei mercati urbani. Il design di Eve utilizza ali fisse, rotori e spintori convenzionali, conferendogli un design lift-plus-cruise pratico e intuitivo, che favorisce sicurezza, efficienza, affidabilità e certificabilità. Con un’autonomia di 60 miglia (100 km), il suo veicolo ha il potenziale non solo per offrire un pendolarismo sostenibile, ma anche per ridurre i livelli di rumore del 90 percento rispetto agli attuali velivoli convenzionali. Eve sta anche creando una nuova soluzione di gestione del traffico aereo progettata per l’industria UAM per una scalabilità sicura. Questo software è destinato a funzionare allo stesso livello di sicurezza del software di gestione del traffico aereo esistente di Embraer e dovrebbe essere una risorsa strategica per aiutare l’intero settore a crescere.

Seguiteci anche sul nostro canale Telegram.