Caccia Gripen ungherese
@ Aviation Report / Stefano Monteleone

L’Ungheria ordina ulteriori 4 caccia Gripen alla Saab svedese

Saab ha firmato un contratto con l’amministrazione svedese dei materiali di difesa (FMV – Swedish Defence Material Administration) per un ordine per quattro ulteriori aerei da caccia Gripen per l’Ungheria.

Questo ordine fa seguito ad una modifica al contratto tra FMV e il governo ungherese firmato nel dicembre 2001 riguardante 14 caccia Gripen C/D per l’aeronautica militare ungherese. La modifica del contratto per i quattro velivoli aggiuntivi è stata firmata dal Ministero della Difesa ungherese e da FMV il 23 febbraio 2024.

Con questa nuova modifica del contratto, l’Ungheria utilizzerà un totale di 18 velivoli Gripen C/D per proteggere e difendere lo spazio aereo ungherese e della NATO. “Con il caccia Gripen, l’Ungheria dispone di una delle forze aeree più capaci d’Europa. Non vediamo l’ora di continuare la nostra stretta collaborazione con il governo ungherese e l’industria della difesa”, ha affermato Micael Johansson, Presidente e CEO di Saab.

Saab ha attualmente un contratto con FMV per quanto riguarda il supporto per i caccia Gripen ungheresi ed è pronta a fornire ulteriori aggiornamenti e supporto per i caccia ungheresi oltre il 2035. L’ordine garantisce il funzionamento continuo e una soluzione conveniente per quanto riguarda la manutenzione e la disponibilità del sistema. L’ordine ha un valore di 308 milioni di corone svedesi.

Inoltre, nel 2023 sono stati acquistati due servizi aggiuntivi per un valore totale di circa 220 milioni di corone svedesi. Questi servizi includono l’integrazione del pod di designazione del bersaglio LDP15 (Laser Guided Pod) sempre sul JAS 39 Gripen C/D, nonché l’approvvigionamento dei relativi sistemi di supporto e attrezzature di manutenzione. I lavori, già in corso, sono in corso presso Saab a Linköping e Arboga.

La Svezia nel gennaio 2022 aveva annunciato che gli aerei in servizio dell’Ungheria sarebbero stati aggiornati all’ultimo standard operativo MS20 Block 2 del modello C/D. L’aggiornamento, previsto per concludersi entro il 2026, potenzierà le capacità dei sensori e delle comunicazioni del velivolo e amplierà la suite di armi disponibili per l’integrazione.

Saab e il Ministero della Difesa ungherese hanno inoltre firmato un protocollo d’intesa relativo allo sviluppo di aree industriali ad alta tecnologia e di capacità per gli aerei da caccia. La cooperazione include il sostegno alla creazione di un centro di eccellenza per le tecnologie VR in Ungheria.

Seguiteci anche sul nostro nuovo canale WhatsApp