su-35
@Russian MoD

Un giorno terribile per l’Ucraina che avrebbe perso 4 Su-27 Flanker in una battaglia aerea nella regione di Zhytomyr

L’aeronautica militare ucraina avrebbe subito perdite senza precedenti in uno scontro aria-aria con i velivoli russi, con quattro velivoli da combattimento ucraini Su-27 Flanker che sarebbero stati abbattuti nell’area intorno a Zhytomir, ha dichiarato il ministero della Difesa russo nell’ultimo bollettino rilasciato il 5 marzo. Il portavoce del ministero della Difesa russo Igor Konashenkov ha affermato che i quattro jet sono stati abbattuti in un combattimento aereo, molto probabilmente nella notte tra il 4 e il 5 marzo, mentre le difese aeree a terra hanno abbattuto un elicottero Mi-8, un drone Bayraktar e un jet Su-25 Frogfoot. Non essendoci ancora nessun riscontro dell’accaduto, prendiamo la notizia per come riportata dal Ministero della Difesa di Mosca.

Ciò rappresenterebbe la prima perdita confermata di un Su-27 in scontri aria-aria e anche il suo primo impegno aria-aria confermato da quando è entrato in servizio. Può essere la dimostrazione di schiacciante superiorità russa che potrebbe potenzialmente mettere fuori combattimento l’intera flotta ucraina. Il Su-27 che era ampiamente considerato il caccia più capace schierato da qualsiasi forza aerea durante l’era della Guerra Fredda. Dal 1985 aveva formato l’élite dell’aviazione militare sovietica.

Il Su-27 è di gran lunga la più formidabile risorsa per la guerra aerea a disposizione di Kyiv [Kiev] e si stima che 35 fossero in servizio quando la Russia ha iniziato le operazioni militari il 24 febbraio scorso. Il primo giorno del conflitto un Flanker è stato perso a causa del fuoco amico da terra mentre un altro ha visto il suo il pilota fuggire con l’aereo in Romania per poi rientrare alcuni giorni dopo. Si pensa che altri siano stati distrutti durante gli attacchi russi alle basi aeree ucraine. 

L’Ucraina ha ereditato i Su-27 insieme ai MiG-29 e ad altri aerei da combattimento quando l’Unione Sovietica è crollata ed è l’unico paese allineato all’Occidente a schierare il Flanker. Sebbene fosse uno dei migliori caccia per l’epoca, le ore di addestramento dei piloti molto limitate dell’Ucraina combinate con la mancanza di investimenti negli aggiornamenti per le sue cellule hanno reso questi aerei obsoleti per il combattimento aria-aria contro un avversario moderno. Il Su-27 è schierato in numero limitato dall’aeronautica militare russa nella versione Su-27SM2/3 modernizzato, anche se non in aree prioritarie o posizioni in prima linea, ed è stato sostanzialmente sostituito con i più moderni velivoli Su-30SM e Su-35.

Su-27 Flanker Ucraina
@ Archivio Aviation Report / Gianluca Conversi

Sebbene rimanga incerto quali velivoli da combattimento russi abbiano neutralizzato i quattro Su-27 nella battaglia vicino a Zhytomir, un evento che sarà probabilmente ricordato per decenni a causa della rarità di combattimenti aria-aria in Europa e tra velivoli dello stesso costruttore, si può ipotizzare che siano stati i Su-35. La grande maggioranza dei caccia russi è in grado di prevalere comodamente in uno scontro aria-aria con i Su-27 ucraini, poiché sebbene il caccia avesse uno status d’élite quando è stato commissionato per la prima volta, come abbiamo detto l’Ucraina ha investito molto poco nella sua modernizzazione rendendoli effettivamente obsoleti.

Il Su-35 è derivato dalla cellula del Su-27, ma è straordinariamente superiore in tutti i parametri con meno di un terzo della sezione trasversale del radar, un radar cinque volte più potente, un sensore a infrarossi più potente dell’80%, motori più potenti del 17% e un raggio di ingaggio di 400 km contro i soli 130 km del Su-27. La mancanza di missili aria-aria moderni, di display della cabina di pilotaggio, di moderni sistemi di guerra elettronica e di collegamenti dati pone seri problemi al Su-27 Flanker contro i caccia dell’aviazione tattica russa. Rimangono dubbi se queste perdite subite saranno sufficienti per mettere a terra la flotta di caccia Su-27 ucraini o se avranno luogo ulteriori grandi battaglie aeree.

Seguiteci anche sul nostro nuovo canale Telegram.