X

 

SOCIAL MEDIA AVIATION REPORT


Gli ultimi F-16 olandesi eseguono l’ultima Elephant Walk nell’ambito di una massiccia esercitazione aerea

@ Royal Netherlands Air Force Sergeant-Majoor Jan Dijkstra

Lo scorso 8 dicembre quattordici F-16AM Fighting Falcon del 312 Squadron “Audax Cum Consilio” si sono riuniti sulla pista della base aerea di Volkel per eseguire una Elephant Walk che ha visto il successivo decollo di tredici velivoli. Questo è l’ultimo gruppo di volo di F-16 olandesi operativo, che utilizza il Fighting Falcon dal 1985.

Questo evento addestrativo ha dimostrato la prontezza operativa dello squadrone nel generare potenza aerea da combattimento. La Koninklijke Luchtmacht (Royal Netherlands Air Force) ha chiamato l’evento “Gereedstellingsoefening 312”. Questa è la seconda Elephant Walk eseguita dal 312 Squadron olandese dopo quella del 3 novembre 2021, sempre con quattordici F-16 olandesi.

Il Tenente Colonnello Patrick Vreeburg, comandante del 312 Squadron, a proposito della Elephant Walk, ha detto che “… quando l’abbiamo utilizzata nel 2021, l’ultima volta che l’abbiamo fatta, ad alcuni è sembrata una dichiarazione politica. Come se dimostrassimo di essere pronti all’azione. Mentre per noi è stato un buon momento per dimostrare quanti aerei avremmo potuto schierare. È stato positivo per la motivazione del nostro personale.

Gli aerei che hanno partecipato all’Elephant Walk hanno effettuato una missione standard verso aree di addestramento sopra il Mare del Nord e le aree danesi. Per gestire tutto questo, è stato necessario un lavoro di squadra da parte di tutti i 270 uomini e donne che fanno parte del 312 Squadron. L’unità ha oggi queste dimensioni da quando il 313 Squadron e la maggior parte del personale della manutenzione sono stati integrati nel 312 Squadron nel 2021. Vreeburg: “Quella fusione ha davvero dato i suoi frutti in termini di schierabilità degli aerei“, riferendosi sempre all’Elephant Walk.

Un totale di 24 jet F-16 Fightning Falcon dovrebbe essere ancora in servizio con le Forze Aeree Olandesi con il numero complessivo di aerei in grado di svolgere missioni che diminuirà gradualmente in vista del prossimo ritiro previsto per il mese di settembre 2024.

Come sappiamo i Paesi Bassi stanno gradualmente sostituendo i propri F-16 con il nuovo caccia di quinta generazione F-35A che è già pienamente in servizio con la reale aeronautica militare olandese che lo ha già utilizzato in diverse esercitazioni internazionali come la Falcon Strike 2022 che si è svolta in Italia o in diversi rischieramenti all’estero, come quello in Polonia a difesa del fianco est della NATO.

Tuttavia gli F-16 olandesi non resteranno a terra, ma con questa transizione in atto, alcuni di essi saranno utilizzati dal nuovo Centro Addestramento Europeo per F-16 (EFTC – European F-16 Training Centre) che utilizzerà innanzitutto gli F-16 per un corso di aggiornamento per gli istruttori di volo poi inizierà ad addestrare i piloti rumeni ed ucraini. Secondo le informazioni fornite dal Ministero della Difesa olandese, gli aerei rimarranno di proprietà dei Paesi Bassi che ne metteranno a disposizione da 12 a 18 esemplari. Paesi Bassi, Danimarca e Norvegia hanno promesso fino a 61 aerei a Kiev, con il Belgio che ha recentemente annunciato una possibile consegna di F-16 all’Ucraina.

In questo contesto, il 7 novembre 2023, i primi velivoli Lockheed Martin F-16 Fighting Falcons ex aeronautica militare olandese sono stati consegnati al nuovo Centro Addestramento Europeo per F-16 costituito sulla Baza 86 Aeriana Fetesti in Romania. Gli F-16 partiti da Gosselies in Belgio e diretti in Romania sono tre F-16AM J-010, J-019, J-366 e due F-16BM J-064 e J-210.

Seguiteci anche sul nostro nuovo canale WhatsApp

Categorie: News Militari
Redazione di Aviation Report: Dalla redazione di Aviation Report // From editorial staff

Il nostro sito utilizza solo cookies tecnici e di funzionalità.

Leggi tutto