motore Pratt & Whitney F135 - motore F135 dell'F-35
@ Pratt & Whitney

Le ultime novità sui progetti per l’aggiornamento del motore dei jet da combattimento F-35

Il produttore di motori Pratt & Whitney (P&W) ha comunicato che sta rafforzando il programma per eseguire gli aggiornamenti dei motori sulla flotta di caccia Lockheed Martin F-35 della US Air Force. La consociata Raytheon e produttrice del motore F135 che alimenta l’aereo stealth è in lizza per un accordo con l’USAF per aggiornare i propulsori esistenti che si stanno avvicinando ai limiti testati della loro capacità di raffreddamento e generazione di energia.

Jennifer Latka, vicepresidente di P&W per i motori F135, il 13 dicembre ha affermato che in seguito alla recente aggiudicazione di un contratto di supporto preliminare da 115 milioni di dollari per il potenziamento del motore degli F-35, la società sta procedendo come se il programma progredisse completamente. “Siamo sotto contratto per l’aggiornamento del core del motore e lo stiamo accelerando come se non dovesse mai fermarsi“, afferma Latka.

L’azienda ha ora 250 ingegneri che lavorano al programma, afferma Latka, con l’obiettivo di far entrare in servizio i propulsori migliorati entro il 2028. L’Engine Core Upgrade (ECU) era precedentemente indicato all’interno di P&W come Enhanced Engine Package (EEP). Latka afferma che la società ha rinominato il programma in ECU in linea con le preferenze di un cliente, presumibilmente l’USAF che è impegnata in uno progetto pluriennale per trovare una soluzione per aumentare la generazione di energia e il raffreddamento dell’F-35, poiché le esigenze nel cockpit sono aumentate con l’aggiunta di sensori più nuovi e più potenti.

L’aggiornamento del core del motore F135 offre la strada più veloce, più economica e con il minor rischio verso la capacità del Block 4 per tutti gli operatori globali dell’F-35“, afferma P&W che aggiunge che l’aggiornamento ECU è l’unica opzione di propulsione dell’F-35 che rappresenta una soluzione per tutte le varianti del jet. L’aggiornamento del nucleo del motore dell’F-35, secondo P&W farebbe risparmiare ai contribuenti 40 miliardi di dollari sui costi del ciclo di vita basandosi su un’architettura del motore testata in combattimento che ha più di un milione di ore di volo.

Tuttavia l’USAF, attraverso il suo Adaptive Engine Transition Program (AETP), ha finanziato lo sviluppo di motori più avanzati e completamente nuovi da parte di P&W e General Electric Aerospace (GE) che potrebbero sostituire del tutto l’attuale sistema di motori F135.

GE sostiene che l’AETP, in particolare il motore XA100 sviluppato nell’ambito del programma, rappresenti l’opzione migliore per il futuro della propulsione dell’F-35, affermando che il motore adattivo manterrà un vantaggio competitivo rispetto agli avversari oltre il 2028. “GE Aerospace ha sviluppato un motore con il 30% in più di autonomia, il 20% in più di accelerazione e il doppio della capacità di gestione termica“, ha detto la società, aggiungendo che potrebbe fornire i propulsori entro la fine di questo decennio .

Sebbene P&W abbia sviluppato il proprio dimostratore di motore adattivo XA101, l’azienda ha anche proposto un aggiornamento di base dell’F135, che come detto è denominato ECU e che secondo la società rappresenta un percorso più economico e veloce per affrontare gli attuali vincoli ingegneristici. “Pratt & Whitney offre ECU perché risolve il problema e lo fa nel modo più conveniente“, afferma Latka.

In particolare, i motori AETP non sono compatibili con gli F-35B gestiti dal Corpo dei Marines degli Stati Uniti, ma entrambi i produttori affermano che i loro motori adattivi funzioneranno sulla variante portante F-35C anche se al momento né la US Navy, che gestisce l’F-35C, né l’USMC, che li gestisce entrambi, hanno espresso interesse a finanziare un nuovo motore per i loro F-35.

Se gli F-35A dell’USAF dovessero ricevere un nuovo propulsore, il Pentagono dovrebbe sviluppare una catena logistica separata e parallela per quel motore distinto, qualcosa che P&W sostiene rappresenti un aumento sostanziale dei costi. “Ciò include i costi di mantenimento, i costi di produzione e lo sviluppo“, afferma Latka. “Riteniamo che l’aggiornamento di base consentirà al cliente di risparmiare 40 miliardi di dollari“.

Tuttavia il finanziamento per entrambe le opzioni non è stato incluso nel recente accordo sulla spesa per la difesa, l’NDAA 2023, nonostante il Capo di Stato Maggiore dell’USAF, il Generale Charles Brown, aveva affermato a settembre che avrebbe voluto prendere una decisione entro quest’anno. L’attuale bozza del NDAA – National Defense Authorization Act include il finanziamento di 69 nuovi F-35, 38 dei quali sono F-35A per l’USAF. Una volta arrivato al presidente Joe Biden per l’approvazione finale l’aggiunta di un’importante voce di spesa, come i nuovi aggiornamenti del motore F-35, sarà molto improbabile. Al momento il disegno di legge prevede solo il finanziamento per la ricerca e sviluppo di sistemi avanzati di propulsione adattiva del motore nell’ambito di un’altra iniziativa, la Next Generation Adaptive Propulsion dell’USAF , che comprende GE e P&W, Lockheed Martin, Boeing e Northrop Grumman.