E' online il nostro nuovo canale Telegram aggiornato giornalmente con immagini, video, notizie da tutto il mondo dell'aviazione militare e commerciale. Iscriviti oggi cliccando qui, siamo già in tanti!
Operazioni militari

L’Ucraina vuole ancora più aiuto per vincere la guerra e torna a chiedere caccia F-16 e F-15 di seconda mano

I legislatori ucraini e i leader delle forze armate sono preoccupati per il fatto che gli Stati Uniti siano ancora troppo preoccupati per una possibile escalation militare con la Russia per inviare aerei da combattimento e armi pesanti a Kiev che secondo loro sono necessarie per vincere la battaglia nel Donbass.

Un gruppo di parlamentari ucraini giunti a Washington la scorsa settimana guidati da Oleksandra Ustinova, una parlamentare ucraina, sta spingendo i membri del Congresso e dell’amministrazione Biden a fornire all’Ucraina caccia F-15 e F-16 di fabbricazione americana di seconda mano, più sistemi missilistici e difese aeree avanzate. La visita è arrivata quando i legislatori statunitensi dovrebbero portare avanti a breve un pacchetto di aiuti da 40 miliardi di dollari a favore del paese dilaniato dalla guerra. Il senatore repubblicano Rand Paul si è opposto giovedì al voto sugli aiuti, che è già passato alla Camera, rimandando il pacchetto alla prossima settimana.

Nonostante alcuni successi sul campo Kiev sta presentando un quadro più cupo del conflitto nel Donbass che ha visto Russia e Ucraina andare avanti e indietro nella lotta per piccole città e villaggi. Il terreno pianeggiante della regione sta aumentando l’urgenza di armi della NATO, dai droni armati ai sofisticati carri armati Abrams, per spingere la Russia fuori dal paese, poiché l’Ucraina sta perdendo un numero elevato di truppe nei combattimenti diretti. “Purtroppo continuiamo a perdere molti più uomini ora che all’inizio della guerra. Ora è molto peggio sul campo di battaglia”, ha detto Ustinova.

Come abbiamo scritto ieri, il Pentagono ha affermato che la Russia ha 105 gruppi tattici all’interno dell’Ucraina, con le forze di terra interamente concentrate nel Donbass e nel sud.

Tra le principali richieste ucraine per il nuovo pacchetto di aiuti da 40 miliardi di dollari, di cui inizialmente il Pentagono ha stanziato la metà per l’assistenza militare per l’Ucraina e le nazioni del fianco orientale della NATO, vi sono anche i sistemi di artiglieria semovente Paladin e armi di precisione che potrebbero aiutare l’Ucraina a liberare le città occupate dalle truppe russe senza infliggere vittime civili.

La delegazione ucraina ha insistito sul fatto che il paese deve aggiornare il più rapidamente possibile l’equipaggiamento a livello NATO per sconfiggere la Russia, che ha un vantaggio numerico sul campo di battaglia nel Donbass. L’Ucraina non è inoltre in grado di fornire munizioni sufficienti alle unità di difesa aerea S-300 fornite dalla Slovacchia, perché la produzione di proiettili per il sistema è limitata. Inoltre Ustinova ha affermato che il paese vorrebbe i velivoli da combattimento F-15 e F-16 statunitensi in eccedenza in grado di eseguire missioni di attacco al suolo, ma ciò potrebbe richiedere da due a tre mesi per addestrare i piloti ucraini.

A tal proposito anche un ex comandante dell’aviazione militare ucraina, Serhii Drozdov, aveva scritto che “… per proteggere efficacemente il nostro territorio, l’Ucraina richiede almeno uno squadrone di moderni jet da combattimento, come gli F-16 di fabbricazione americana o gli F -15. Secondo le nostre stime, i nostri piloti possono imparare a pilotare tali jet ad un ritmo accelerato di due o tre settimane“, aveva aggiunto Drozdov.

Dalle due o tre settimane di Drozdov siamo ora passati a due o tre mesi della Ustinova. Tuttavia, si tratta sempre di una linea temporale estremamente accelerata, che pone numerosi problemi. Come sappiamo il corso base su F-16 presso la Luke Air Force Base, in Arizona, dura circa nove mesi e coinvolge istruttori, addestramento al simulatore e sortite di volo, e prima di arrivare sulla base aerea di Luke, i cadetti devono sottoporsi a sei mesi di addestramento di volo di base nel T-6, sette mesi nel T-38 e da sei a otto settimane nell’AT-38. Questo serve per studiare i fondamenti e le manovre di base del combattimento aereo.

Anche se i piloti ucraini, già in grado di volare e combattere, saltassero la fase preliminare di addestramento, il passaggio macchina, che sia un F-16 o un F-15, richiederebbe sempre i già menzionati nove mesi e come aveva detto l’ex Comandante delle forze aeree statunitensi in Europa, il Generale Jeffrey L. Harrigian “… semplicemente non puoi dare a qualcuno un F-16 e augurargli buona fortuna … questa non è una ricetta per il successo“.

Condividi
Redazione di Aviation Report

Dalla redazione di Aviation Report // From editorial staff

Il nostro sito utilizza solo cookies tecnici e di funzionalità.

Leggi tutto