Missione Ax-3 Villadei
@ Axiom Space

Live: tutto pronto per la missione Ax-3 in decollo da Cape Canaveral con il Col. Walter Villadei

AGGIORNAMENTO 17:50: LANCIO APPENA RIMANDATO A DOMANI 18 GENNAIO ORE 22:49.

Tutto è pronto per la missione Ax-3, che porterà una parte dell’Italia sulla Stazione Spaziale Internazionale. Il lancio è programmato per le 23:11 di oggi 17 gennaio 2024 22:49 del 18 gennaio 2024 dal Launch Complex 39A del Kennedy Space Center della NASA in Florida. Organizzata da Axiom Space, un’azienda spaziale privata americana, la missione rappresenta un significativo passo avanti nell’esplorazione spaziale che coinvolge anche l’astronauta italiano Colonnello Walter Villadei dell’Aeronautica Militare.

Ax-3 è particolarmente significativa poiché rappresenta la prima missione astronautica commerciale completamente europea verso la ISS. Al comando della missione ci sarà Michael Lopez Alegria (Spagna/USA), ex astronauta della Nasa e dirigente di Axiom. Con lui, il pilota di missione, Walter Villadei (Italia) già nell’equipaggio di Virtute 1, il volo suborbitale partito effettuato lo scorso giugno sullo spazioplano di Virgin Galactic,  lo specialista di missione Marcus Wandt (Svezia) e lo specialista di missione Alper Gezeravci (Turchia), il primo astronauta turco a raggiungere lo spazio.

La capsula Dragon di SpaceX, lanciata dal razzo SpaceX Falcon 9, sarà utilizzata per questa missione che durerà 14 giorni. Durante il periodo di attracco alla Stazione Spaziale Internazionale (ISS), che verrà raggiunta intorno alle 23:15 del 19 gennaio, l’equipaggio di Axiom Space condurrà esperimenti scientifici e dimostrazioni tecnologiche, sfruttando l’opportunità per effettuare una missione completa in microgravità.

La parte italiana della missione Ax-3, chiamata “Voluntas,” è dedicata a superare confini, sia sulla Terra sia nello Spazio. L’Aeronautica Militare svolgerà un ruolo cruciale concentrandosi su attività di ricerca legate all’accesso sicuro allo spazio e agli effetti fisiologici della permanenza in orbita.

LIVE della missione AX-3

Un importante esperimento coordinato dall’Aeronautica Militare è il test in orbita di della tuta spaziale EMSi (Electrical Muscle Simulation), una tuta intra-veicolare che monitora e misura i movimenti dell’astronauta. Realizzata con un materiale innovativo con proprietà antibatteriche, la tuta è dotata di sensori per raccogliere dati sull’attività muscolare durante le operazioni quotidiane. La tuta EMSi è stata sviluppata dalla starup pugliese REA Space.

Oltre a questo esperimento l’Aeronautica Militare effettuerà attività di sperimentazione, per la prima volta dallo spazio, sul sistema software ISOC (Italian Space Operations Centre), cuore della propria capacità Space Situational Awareness (SSA). Gli astronauti a bordo della ISS replicheranno alcune analisi normalmente svolte dal Centro SSA, uno dei centri operativi spaziali europei in prima linea per il monitoraggio degli oggetti spaziali che rientrano in atmosfera, e che sorveglia costantemente i possibili eventi di collisione tra oggetti artificiali orbitanti attivi (ISS compresa) con i detriti spaziali.

La permanenza di due settimane in condizioni di microgravità renderà possibile testare e verificare gli effetti fisiologici del volo spaziale sugli esseri umani, per comprenderne i cambiamenti sia biologici sia psicologici. In tale ambito, l’Aeronautica Militare porterà avanti uno studio legato al sistema cardiovascolare, focalizzato sulle reazioni biologiche alla microgravità della funzione endoteliale, mentre l’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) tornerà ad analizzare l’effetto della microgravità sull’aggregazione delle proteine beta amiloide (Aβ), che sono implicate nelle malattie neurodegenerative come il morbo di Alzheimer.

L’ASI, inoltre, realizzerà l’esperimento ORION, finalizzato allo studio della fertilità femminile in condizioni di microgravità e l’esperimento PROMETEO II per lo studio dello stress ossidativo, alla base di molti effetti deleteri del volo spaziale, tra cui in particolare disturbi cognitivi e comportamentali. Una lista non esaustiva degli esperimenti in orbita è disponibile a questo link.

Missione Ax-3 Villadei
@ Axiom Space

L’Aeronautica Militare, con il proprio patrimonio di competenze, è naturalmente proiettata a valorizzare e monitorare anche l’ambiente spaziale, fornendo la propria esperienza a servizio della Difesa e del Paese. Attraverso i programmi nazionali, le cooperazioni bilaterali e la partecipazione ai progetti industriali e di ricerca, la Forza Armata è pienamente inserita nel Sistema Paese e opera per garantire il mantenimento dell’eccellenza nel comparto Spaziale e Aerospaziale nazionale, anche grazie alla sua capacità di addestramento e supporto alle attività umane nello Spazio.

La partecipazione alla missione Ax-3 di Axiom Space permetterà di incrementare le migliori competenze nazionali legate alle attività umane nello spazio, sia in ambito medico sia tecnologico, attraverso esperimenti in microgravità. La missione Ax-3, diretta verso la Stazione Spaziale Internazionale (ISS – International Space Station), darà la possibilità al Sistema Paese di incrementare competenze scientifiche, tecnologiche e operative – sia di enti istituzionali sia di società private – legate alle attività umane nello spazio.

Nell’ambito del rinnovato interesse internazionale verso il settore spaziale, l’Italia – dove già risiedono eccellenze umane e tecnologiche in questo campo – è in prima fila nella valorizzazione di iniziative di collaborazione civile-militare e partenariati pubblico-privati, finalizzati ad assicurare concreti benefici sia in termini di sviluppo e potenziamento di capacità operative e di difesa nel settore spazio, sia in termini di concreti ritorni sociali, scientifici, economici e industriali al Paese.

Seguiteci anche sul nostro nuovo canale WhatsApp