X

 

SOCIAL MEDIA AVIATION REPORT


SwissDrones ottiene l’autorizzazione FAA fondamentale per le operazioni UAV oltre la linea visiva

@ SwissDrones

SwissDrones, produttore e operatore globale di sistemi di elicotteri senza equipaggio a lungo raggio per applicazioni di ispezione, sorveglianza e sicurezza pubblica, ha annunciato che il suo sistema di elicotteri senza equipaggio multimissione e monoturbina SDO 50 V2 ha ottenuto un’autorizzazione senza precedenti dalla FAA.

Questa autorizzazione consente al fornitore di servizi aerei Phoenix Air Unmanned (PAU), partner di SwissDrones, di utilizzare l’SDO 50 V2 oltre la linea di vista visiva (BVLOS) in tutti gli Stati Uniti. Questo risultato storico segna la prima autorizzazione nel suo genere all’interno della nazione, consentendo a PAU di ampliare le proprie capacità nelle missioni di ispezione, pattugliamento e rilevamento su lunghe distanze. Inoltre, questa autorizzazione stabilisce un chiaro percorso normativo, creando un precedente per altre organizzazioni che utilizzano SDO 50 V2 per ottenere le approvazioni BVLOS per le loro operazioni commerciali.

SwissDrones e PAU hanno collaborato per tre anni per costruire un solido concetto di operazioni BVLOS sicure (CONOPS) e hanno condotto numerose prove di volo negli Stati Uniti con l’SDO 50 V2. Tutti i requisiti normativi e di sicurezza sono stati soddisfatti in collaborazione con la FAA per consentire ispezioni a lungo raggio e voli di pattugliamento su infrastrutture lineari secondo le stesse normative degli aerei con equipaggio tradizionale.

Siamo molto orgogliosi della nostra partnership con Phoenix Air Unmanned, che ha portato a garantire questa prima autorizzazione BVLOS nel suo genere negli Stati Uniti“, ha affermato Ulrich Amberg, CEO di SwissDrones. “Questa autorizzazione della FAA non solo convalida la forza della nostra strategia CONOPS, ma apre anche la strada ad altri operatori commerciali per sfruttare le capacità dei nostri sistemi senza pilota SDO 50 V2, creando un precedente per operazioni ampliate nel settore.

Phoenix Air Unmanned (PAU) intende utilizzare questo velivolo per vari compiti di raccolta dati, tra cui imaging ad alta risoluzione, raccolta dati LiDAR, imaging termico e rilevamento corona. A seconda del pacchetto di sensori specifico e dell’area operativa, i voli di ispezione possono coprire distanze superiori a 60 miglia. Questa maggiore capacità di raccogliere diversi set di dati su lunghe distanze consente a PAU di condurre più ispezioni in modo efficiente all’interno di un singolo volo.

Questa autorizzazione senza precedenti ci consente di condurre operazioni BVLOS per i servizi di pubblica utilità a livello nazionale“, ha affermato Will Lovett, amministratore delegato di Phoenix Air Unmanned. “Lo SwissDrones SDO 50 V2 rappresenta un progresso rivoluzionario per le nostre operazioni e i nostri clienti nel settore dei servizi pubblici e dell’energia, fornendo pacchetti di sensori avanzati e una capacità di resistenza che supera di gran lunga ciò che era precedentemente disponibile sul mercato commerciale. Offre un sistema più sicuro ed efficiente e un’alternativa economicamente vantaggiosa ai tradizionali metodi di ispezione delle infrastrutture.

L’SDO 50 V2, con il suo peso massimo di 191 libbre, può trasportare sensori di peso compreso tra 30 e 70 libbre e mantenere voli della durata di oltre tre ore. Questa resistenza estesa lo rende ideale per le missioni che richiedono più sensori. Segna un significativo incremento delle prestazioni, offrendo quasi dieci volte la resistenza e tre volte la capacità di sollevamento rispetto agli aeromobili di peso inferiore a 55 libbre che operano in base alle deroghe della Parte 107, consentendo le ispezioni BVLOS.

SwissDrones collabora con le autorità dell’aviazione civile di tutto il mondo per espandere le proprie capacità operative e ottenere approvazioni normative e autorizzazioni di volo. Oltre ad aver ottenuto la rivoluzionaria autorizzazione BVOS della FAA, l’SDO 50 V2 ha ricevuto un certificato di aeronavigabilità speciale (SAC-EC) dalla FAA.

Inoltre, SwissDrones è tra le prime organizzazioni ad ottenere una licenza europea di operatore di droni, il Light UAS Operator Certificate (LUC) dell’Agenzia europea per la sicurezza aerea (EASA). Questo certificato garantisce a SwissDrones l’autorità di auto-autorizzare le operazioni di volo per i suoi aeromobili nei paesi EASA, comprese le operazioni BVLOS entro i limiti del certificato specificati. Nei prossimi mesi verranno annunciate ulteriori approvazioni normative da parte delle autorità dell’aviazione civile di tutto il mondo.

Categorie: Notizie Flash
Emanuele "Mané" Ferretti: Emanuele Ferretti, per gli amici Manè, è da sempre un grande appassionato di volo. Oltre ad avere all'attivo diverse centinaia di ore di volo in parapendio ed in paramotore, Mané lavora in una azienda aeronautica in provincia di Ascoli Piceno. La passione per la fotografia e per la natura lo ha portato a scoprire il mondo con i mezzi più disparati: dalla canoa, alla moto, al paramotore.

Il nostro sito utilizza solo cookies tecnici e di funzionalità.

Leggi tutto