La Rostec State Corporation ha proposto di creare uno squadrone specializzato di velivoli anfibi Be-200 per l’estinzione di incendi naturali e provocati dall’uomo, anche all’estero, nell’ambito di progetti umanitari. Questa iniziativa è stata espressa, nell’ambito del forum Hydroaviasalon, da Sergey Chemezov il Direttore Generale della società statale Rostec.

Vi è ormai una costante richiesta di noleggio stagionale di aeromobili anfibi con equipaggi con esperienza nelle missioni antincendio, tuttavia è impossibile soddisfare tutte le richieste in arrivo a causa del numero limitato di veicoli, così l’iniziativa, lanciata dalla Rostec, potrebbe soddisfare le richieste di assistenza da partner esteri consentendo di rinnovare la flotta aeromobili del Ministero per le emergenze russo e di stimolare eventuali ordini di export.

Quest’anno il Be-200ES è stato coinvolto nell’estinzione di incendi in Turchia. Dal 16 giugno  al 15 ottobre 2020, gli equipaggi hanno partecipato allo spegnimento di incendi di grandi dimensioni in strutture e luoghi complessi e strategicamente importanti. Il tempo di volo totale è stato di circa 500 ore per più di 200 missioni e con il rilascio di oltre 300 tonnellate di acqua.

La firma del contratto di servizio e l’invio dell’aeromobile sono stati organizzati dalla United Aircraft Corporation con l’assistenza del Ministero dell’Industria e del Commercio della Russia, il Ministero EMERCOM della Russia e con il supporto attivo dell’ufficio di rappresentanza della Rostec State Corporation ad Ankara. La richiesta di assistenza nella lotta agli incendi boschivi è arrivata dal ministero dell’Agricoltura e delle foreste della Turchia.

Molti paesi in cui il problema degli incendi è molto forte non hanno tali velivoli nelle loro flotte, ma chiedono alla Russia di fornirli su base stagionale. Non è sempre possibile soddisfare queste richieste, poiché gli aeromobili di questo tipo sono attivamente coinvolti nelle attività antincendio sul territorio del nostro paese. La creazione di uno squadrone specializzato sarà un importante progetto umanitario internazionale. Allo stesso tempo, la nostra priorità rimane quella di rafforzare le capacità antincendio dell’aviazione del ministero russo per le emergenze. Ci aspettiamo che nel prossimo futuro, nell’ambito del rinnovo della flotta Be-200 del Ministero russo per le emergenze, venga presa la decisione di ordinare sei nuovi velivoli e ciò consentirà di avviare la formazione di uno squadrone.“, ha affermato Sergei Chemezov.

Gli aerei anfibi russi si sono affermati come macchine affidabili in grado di combattere efficacemente gli incendi boschivi. Gli specialisti della United Aircraft Corporation presumono che le attività dello squadrone avranno anche un effetto commerciale diretto, espresso in ordini di esportazione per i velivoli antincendio russi. I Be-200 sono prodotti dal Beriev Taganrog Aviation Scientific and Technical Complex della United Aircraft Corporation.

Print Friendly, PDF & Email
 

Rispondi