X

 

SOCIAL MEDIA AVIATION REPORT


La Spagna dice addio al velivolo P-3M Orion e si prepara ad un vuoto di capacità nel settore del pattugliamento marittimo

@ Ejercito del Aire / JC Ferrera

Dopo quasi 50 anni di servizio operativo e oltre 83.000 ore di volo, il 17 dicembre scorso la forza aerea spagnola ha ritirato il suo ultimo velivolo da pattugliamento marittimo Lockheed P-3M Orion.

Il velivolo (P.3M-12 ’22-35′, c/n 5304) era l’ultimo dei tre Orion rimasti in servizio presso il 22° Grupo dell’Ala 11 prima di essere ritirato. La Spagna aveva ritirato il suo primo P-3M il 20 gennaio 2021, seguito dal secondo il 25 aprile 2022. Il terzo e ultimo velivolo ritirato ha completato l’ultimo volo presso la base aerea di Morón de la Frontera a Siviglia durante la cerimonia, alla quale ha partecipato il Capo di Stato Maggiore dell’Ejercito del Aire, Gen Javier Salto Martínez-Avial, e che ha visto il P-3M Orion sorvolare la base aerea scortato da due Eurofighter dell’Ala 11.

Il ritiro della flotta spagnola dei P-3M Orion potrebbe comportare una lunga lacuna di capacità nella capacità della Spagna di condurre operazioni di pattugliamento marittimo e di ricerca e soccorso a lungo raggio. La Spagna dovrebbe sostituire gli Orion ormai in pensione con gli Airbus C295 MPA. Questa piattaforma conterrà l’ultimo sistema tattico completamente integrato e sistemi specifici per la missione che consentiranno all’aereo di condurre operazioni di guerra antisommergibile. Sembra inoltre che questi velivoli saranno dotati di un sistema di rilevamento di anomalie magnetiche (MAD), a giudicare da un’immagine rilasciata da Airbus.

Tuttavia, la Spagna deve ancora ordinare formalmente la sostituzione degli Orion poiché non è ancora stato firmato un accordo tra il Ministero della Difesa spagnolo e Airbus Defence and Space. Airbus è attualmente nelle fasi finali della definizione della configurazione del C295 MPA e prevede la firma del contratto con il Ministero della Difesa spagnolo nel primo trimestre del 2023. Il budget della difesa spagnola avrebbe stanziato 580 milioni di euro per l’acquisizione di quattro C295 MPA tra il 2023 e il 2028.

Nel frattempo, il Ministero della Difesa spagnolo sta anche pianificando di sostituire la sua flotta di CN-235M Maritime Surveillance Aircraft con il C295 MSA, che tutte le parti ritengono il sostituto naturale per questa missione. Tuttavia, questo probabilmente avverrà dopo l’acquisizione di C295 MPA.

L’Orion entrò per la prima volta in servizio in Spagna nel luglio 1973 con sette P-3A. Nel 1977, un P-3A andò perso in un incidente con la perdita di tutte le 13 persone a bordo. Nel novembre 1988, la Spagna ha acquisito cinque P-3B di seconda mano dalla Royal Norwegian Air Force per integrare la già consolidata flotta P-3A. Mentre la maggior parte della flotta P-3B è stata aggiornata allo standard P-3M alla fine degli anni 2000, i P-3A sono stati gradualmente tolti dal servizio operativo entro la metà del 2012, ad eccezione di un esemplare, che è stato utilizzato per l’addestramento dell’equipaggio fino a 14 novembre 2017.

Inizialmente, la Spagna prevedeva di aggiornare tutti e cinque i suoi P-3B, ma a causa di vincoli di budget solo tre sono stati convertiti e i restanti due sono stati ritirati dal servizio all’inizio del 2012. La variante P-3M modernizzata ha visto ricevere un significativo aggiornamento delle capacità con l’integrazione di un CASA/EADS FITS per scopi di sorveglianza marittima. La flotta doveva rimanere operativa fino al 2020, ma in realtà l’aereo l’ha superata di un paio d’anni.

Al momento non è chiaro quando la Spagna ordinerà formalmente il successore della sua flotta Orion e se si affiderà o meno agli alleati della NATO e alle nazioni partner per le operazioni di pattugliamento marittimo in attesa di ricreare la sua capacità di svolgere tali missioni.

Immagini: Ejercito del Aire

Categorie: News Militari
Redazione di Aviation Report: Dalla redazione di Aviation Report // From editorial staff

Il nostro sito utilizza solo cookies tecnici e di funzionalità.

Leggi tutto