L’esercito degli Stati Uniti ha assegnato gli accordi Competitive Demonstration and Risk Reduction (CD&RR) a Sikorsky di Lockheed Martin e a Bell Textron per il suo programma FLRAA – Future Long-Range Assault Aircraft. Il programma FLRAA è stato avviato dall’esercito americano nel 2019 per sviluppare e produrre un successore dell’elicottero utility Sikorsky UH-60 Black Hawk nell’ambito del programma FVL – Future Vertical Lift.

L’UH-60 Black Hawk, sviluppato nei primi anni ’70, è in servizio dal giugno 1979. Come l’UH-60, le varianti FLRAA saranno poi anche al servizio del Comando Operazioni Speciali degli Stati Uniti (USSOCOM) e del Corpo dei Marines degli Stati Uniti (USMC). Nell’ambito del programma congiunto multi-ruolo di dimostrazione tecnologica (JMR-TD), lo US Army ha raccolto dati dai progetti di prototipi che potrebbero ricoprire il ruolo FLRAA. Lo US Army prevede di mettere in servizio il nuovo FLRAA nel 2030, con la previsione di ritirare l’UH-60 dopo 50 anni di attività.

Bell Textron offre il velivolo convertiplano V-280 Valor per il programma FLRAA mentre Sikorsky Lockheed Martin offre l’elicottero composito a rotori coassiali Defiant SB-1 sviluppato congiuntamente con la Boeing.

Bell V-280 Valor

Il Bell V-280 Valor è un convertiplano sviluppato da Bell Textron per il programma Future Vertical Lift (FVL) dell’esercito americano. Il V-280 è stato presentato ufficialmente all’Army Aviation Association of America’s (AAAA) Annual Professional Forum and Exposition del 2013 a Fort Worth, in Texas.

Sviluppato grazie all’esperienza di Bell di oltre 450.000 ore di volo accumulate dal V-22 Osprey, la grande differenza rispetto a questo precedente convertiplano, sono i motori del V-280 che rimangono in posizione mentre i rotori e gli alberi di trasmissione si inclinano. Un albero di trasmissione attraversa l’ala, consentendo a entrambi i rotori di essere azionati anche da un singolo motore in caso di problemi.

Secondo quanto dichiarato da Bell l’aereo è progettato per raggiungere una velocità di crociera di 280 nodi (da qui il nome V-280), una velocità massima di 300 nodi, con un’autonomia di 2.100 miglia nautiche e un’autonomia di combattimento effettiva da 500 a 800 miglia nautiche. In base all’accordo, Bell fornirà un V-280 Valor, con documentazione tecnica di supporto, che si basa sui dati acquisiti durante gli oltre due anni e 170 ore di test in volo.

Sikorsky – Boeing SB-1 Defiant

Il SB-1 Defiant (anche SB>1) è un elicottero di nuova generazione sviluppato congiuntamente da Sikorsky e Boeing sulla tecnologia X-2. Il velivolo ha un design con una coppia di rotori principali coassiali rigidi controrotanti e un’elica posteriore di spinta. Rispetto a un elicottero convenzionale, questo design offre un aumento della velocità di 100 nodi, un’estensione del raggio di combattimento del 60% e prestazioni migliori del 50% in condizioni climatiche molto calde.

Sikorsky e Boeing hanno condotto un rigoroso piano di test di volo per il Defiant che ha incluso migliaia di ore in laboratorio, sviluppo di componenti e test al banco di prova del sistema di propulsione. L’elicottero ha recentemente partecipato a una dimostrazione per il senatore Tammy Duckworth e il segretario dell’esercito Ryan McCarthy. Durante questa demo il Defiant ha raggiunto i 140 nodi di velocità con virate di 45° gradi. L’aeromobile continuerà ad espandere le sue capacità durante i test di volo previsti per tutto il resto dell’anno.

Il dimostratore Defiant è attualmente alimentato dal motore Honeywell T55, che alimenta l’elicottero pesante CH-47 Chinook. Un nuovo motore, il Future Affordable Turbine Engine (FATE), è stato sviluppato da GE Aviation per gli elicotteri FVL incluso il Defiant SB-1. Il Defiant avrà una velocità di crociera di 250 nodi (290 mph) e un’autonomia di di 229 miglia nautiche, quando alimentato dal motore FATE. L’elicottero SB-1 ha effettuato il suo primo volo il 21 marzo 2019.

Photo Credits: Bell Textron, Sikorsky Lockheed Martin

 

Rispondi