X

 

SOCIAL MEDIA AVIATION REPORT


La russa Rostec avrebbe sviluppato un nuovo materiale stealth per i suoi velivoli da combattimento

@ Rostec

Central Design Bureau of Special Radio Materials (TsKB RM, parte di Roselectronics), azienda del gruppo Rostec, ha affermato di aver fatto un passo avanti nello sviluppo di materiali a bassa osservabilità, con un composito in grado di assorbire un’ampia gamma di frequenze radar, fino al 95%. La società afferma che il nuovo materiale stealth leggero ma resistente è composto da fibre di vetro con un’anima in metallo ed è adatto alla produzione di parti di aeromobili e che i prototipi del nuovo materiale hanno superato con successo i test di fabbrica.

Nel processo di creazione di un materiale radio-assorbente, diversi strati di fibra di vetro sono stati collegati tra loro“, afferma Rostec. Questo materiale “si basa su fili sottili con un’anima metallica in vetro isolante. Grazie alle sue eccezionali caratteristiche, il nuovo materiale assorbe fino al 95% della radiazione elettromagnetica dei radar e complica notevolmente il rilevamento di un velivolo utilizzando apparecchiature radar“.

Rostec aggiunge che i rivestimenti invisibili esistenti richiedono una manutenzione regolare, mentre il suo nuovo materiale stealth non richiederebbe manutenzione. In Occidente, si ritiene che i primi rivestimenti poco osservabili per gli aerei come il Lockheed Martin F-117 e il Northrop Grumman B-2 richiedano un lavoro di manutenzione significativo.

Il rivestimento del Lockheed Martin F-35, tuttavia, richiede meno manutenzione per mantenere le sue qualità a bassa visibilità. Questa è una caratteristica fondamentale a causa degli ambienti operativi spartani come possono essere le portaerei da dove operano gli F-35C e gli F-35B a decollo corto e atterraggio verticale.

Attualmente gli aerei russi tendono a rimanere indietro rispetto ai loro omologhi statunitensi nella tecnologia stealth poiché Mosca ha sviluppato finora un solo caccia stealth, il Sukhoi Su-57, che è in produzione per l’aviazione militare. Alla fine del 2022 l’agenzia di stampa russa TASS aveva dichiarato che l’aviazione russa avrà 22 Su-57 in servizio entro la fine del 2024 sebbene si prevede che la flotta totale raggiungerà i 76 numeri di coda entro il 2028.

Rostec non fa menzione se il nuovo materiale assorbente radar sarà incorporato nel Su-57 o nel Su-75 Checkmate in via di sviluppo, anche se la foto a corredo della notizia mostra il Su-57. All’inizio del 2023, l’intelligence della difesa britannica aveva affermato che Mosca aveva “quasi certamente” utilizzato il Su-57 in operazioni contro l’Ucraina almeno dal giugno 2022 principalmente per attacchi a lungo raggio e a distanza dal territorio ucraini, al contrario delle missioni di penetrazione profonda che sono il punto di forza degli aerei stealth statunitensi. È molto probabile che la Russia stia dando la priorità ad evitare eventuali danni alla reputazione che deriverebbe da qualsiasi perdita di un Su-57 sull’Ucraina.

Redazione di Aviation Report: Dalla redazione di Aviation Report // From editorial staff

Il nostro sito utilizza solo cookies tecnici e di funzionalità.

Leggi tutto