F-5N Tiger US Navy
@ U.S. Navy photo by MCS 1st Class Joseph R. Vincent/Released

Il programma di modernizzazione degli iconici F-5 Tiger della US Navy passa alla fase di produzione e dispiegamento

Il programma F-5N+/F+ Avionics Reconfiguration and Tactical Enhancement/Modernization for Inventory Standardization (PMA-226) della Marina Militare Statunitense ha raggiunto con successo la fase Milestone C il 28 giugno scorso, entrando di fatto in produzione e dispiegamento.

Per soddisfare il requisito della Marina USA e del Corpo dei Marines di aumentare la capacità di addestramento di tipo “adversary” con caccia tattici ad alta quota, il PMA-226 Adversary Team sta introducendo 22 ex velivoli F-5E/F dell’aeronautica militare svizzera, il cui primo aereo era stato consegnato nel 1978, rimpatriati nell’ambito del programma di modifica ARTEMIS. Il valore dell’acquisto degli F-5E elvetici dovrebbe aggirarsi intorno ai 40 milioni di dollari.

Questo programma prevede la riconfigurazione della cellula e l’incorporazione di un aggiornamento costituito da tecnologia commerciale emergente o già esistente, sfruttando al contempo gli investimenti privati ​​dell’industria e le lezioni apprese per aggiornare le caratteristiche di sicurezza e di capacità necessarie sull’aeromobile.

L’ufficio del programma riconfigurerà le strutture dei velivoli e i motori  passando dallo standard F-5E/F, utilizzato dagli aerei svizzeri, allo standard F-5N/F della Marina e del Corpo dei Marines. Una volta completato, il programma integrerà il suddetto aggiornamento, che consiste in una nuova cabina di pilotaggio con glass cockpit e una suite avionica che utilizza la tecnologia dei velivoli più moderni per migliorare la sicurezza e le capacità militari. Dopo questo aggiornamento, i 22 velivoli saranno portati alla configurazione F-5N+/F+.

L’Adversary Team e il partner industriale Tactical Air Support eseguiranno il programma F-5N+/F+ ARTEMIS. Tactical Air Support possiede e gestisce velivoli F-5AT che attualmente supportano l’addestramento PMA-226 di tipo “adversary/aggressor” per i caccia tattici  e ha eseguito aggiornamenti simili di modernizzazione e sicurezza sulla propria flotta di aeromobili. Tactical Air Support ha assistito nella convalida della configurazione F-5N+/F+ su due dei prototipi di F-5N della Marina USA completati all’inizio di quest’anno.

Il capitano Gregory Sutton, responsabile del programma PMA-226, ha dichiarato: “Questo programma fornirà una flotta di velivoli avversari aggiornati, sicuri e modernizzati, fornendo l’addestramento tattico realistico e pertinente di cui i nostri aviatori hanno bisogno per vincere in combattimento“. Ricordiamo che l’F-5 Tiger II vola per la Marina americana nel ruolo di supporto avversario da oltre 45 anni.

Per migliorare la sicurezza degli aeromobili, l’efficacia della missione, per soddisfare i requisiti esistenti ed emergenti e i problemi di obsolescenza, il programma ARTEMIS integra strumentazione avionica completamente digitalizzata e fornisce maggiore sicurezza e aggiornamenti delle capacità. Questi aggiornamenti aggiungeranno anche capacità tattiche progettate per migliorare l’addestramento al combattimento aria-aria.

Il PMA-226 è responsabile della gestione del ciclo di vita di diversi aeromobili e motori, legacy e fuori inventario della US Navy. Le piattaforme assegnate includono: i velivoli “adversary/aggressor” F-5, F-16, i velivoli T-38, H-72, X-26, U-6, NU-1B, O-2, OH-58C della US Naval Test Pilot School / Naval Postgraduate School e i velivoli Out of Active Navy Inventory T-2, H-2, H-3, A-4 a sostegno della Naval Aviation Enterprise e dei partner internazionali.

Seguiteci anche sul nostro canale Telegram.