airbus a350 volo in formazione
@ Airbus / S. Ramadier

La prima dimostrazione di Airbus di volo a lungo raggio in formazione ha mostrato una potenziale opzione per ridurre le emissioni di CO2

Airbus ha eseguito la prima dimostrazione a lungo raggio di volo in formazione, da Tolosa, Francia, a Montreal, Canada, nello spazio aereo transatlantico regolato dal traffico aereo generale (GAT) con due aeromobili A350 che hanno volato a tre chilometri di distanza uno dall’altro. Più di 6 tonnellate di emissioni di CO2 sono state risparmiate durante il viaggio, confermando il potenziale di più del 5% di risparmio di carburante sui voli a lungo raggio.

Il volo di prova “final demonstration” ha avuto luogo il 9 novembre 2021 e ha coinvolto due aeromobili di prova A350, MSN1 e MSN59, il primo come aeromobile leader e il secondo come follower. Questo è stato possibile grazie ai sistemi di controllo di volo sviluppati da Airbus che posizionano l’aeromobile follower in modo sicuro nella corrente ascensionale di scia dell’aeromobile leader consentendogli di ridurre la spinta del motore e ridurre il consumo di carburante. Un principio simile può essere osservato con grandi uccelli migratori come le oche, che volano insieme in una distinta formazione a V.

Sabine Klauke, Chief Technical Officer di Airbus ha dichiarato: “Questo volo dimostrativo è un esempio concreto del nostro impegno a rendere la nostra tabella di marcia per la decarbonizzazione una realtà. Parla anche di come la collaborazione in tutto il settore sarà la chiave per far sì che questo accada. Abbiamo ricevuto un forte sostegno per questo progetto dai nostri vettori e dai partner del traffico aereo, oltre che dalle autorità di regolamentazione. L’opportunità di ottenere questo sistema per gli aeromobili passeggeri intorno alla metà di questo decennio è molto promettente. Immaginate il potenziale se fello’fly fosse utilizzato in tutto il settore!

I piloti dei vettori partner di Airbus, SAS Scandinavian Airlines e Frenchbee, hanno assistito al volo transatlantico a bordo come osservatori. Il volo è stato reso possibile da Airbus e dai suoi partner di gestione del traffico aereo e fornitori di servizi di navigazione (DSNA, NATS, NAV CANADA, Eurocontrol e IAA), con il sostegno della DGAC, che insieme hanno dimostrato che la tecnologia di volo con recupero di energia di scia sfruttata in un volo fello’fly può essere realizzato senza compromettere la sicurezza. La dimostrazione mostra anche come le operazioni di fello’fly potrebbero aumentare significativamente le prestazioni ambientali degli aeromobili commerciali e contribuire agli obiettivi di decarbonizzazione dell’industria dell’aviazione nell’immediato.

Il prossimo passo è quello di ottenere il sostegno delle autorità in modo che questo nuovo concetto operativo possa essere certificato e, infine, consentire ai vettori di ridurre il loro consumo di carburante e le emissioni di CO2.

Il volo pionieristico dell’Airbus fello’fly è stato accolto al suo arrivo a Montreal dal presidente del Consiglio e dal segretario generale dell’agenzia dell’aviazione delle Nazioni Unite, ICAO. Il presidente del Consiglio Salvatore Sciacchitano ha detto che la dimostrazione rappresenta “un esempio ispiratore del livello di impegno attuale per ridurre le emissioni dell’aviazione“, mentre il segretario generale dell’ICAO Juan Carlos Salazar ha osservato come rifletta “l’incredibile diversità delle innovazioni del trasporto aereo che vengono ora realizzate per soddisfare gli obiettivi del settore e garantire che il volo diventi sempre più sostenibile“.

Lanciato nel 2019, fello’fly è un progetto dimostrativo di volo ospitato all’interno di Airbus UpNext che utilizza la biomimetica (la progettazione e la produzione di materiali, strutture e sistemi ispirati alla natura). Airbus UpNext è una filiale interamente controllata da Airbus e parte dell’ecosistema di innovazione di Airbus, creato per dare alle tecnologie future una corsia preferenziale di sviluppo costruendo dimostratori a velocità e scala, al fine di valutare, maturare e convalidare potenziali nuovi prodotti e servizi che comprendono innovazioni tecnologiche radicali.