F-22A Raptors in Europa
@ 48th Fighter Wing Public Affairs / Airman Seleena Muhammad-Ali

I potenti caccia stealth F-22 americani tornano in Europa per schierarsi in Polonia a difesa dei confini est della NATO

Una dozzina dei più potenti aerei da combattimento della US Air Force, i caccia stealth di quinta generazione F-22A Raptor, stanno arrivando sulla RAF Lakenheath, in Inghilterra, in rotta verso la 32a base aerea tattica di Łask, in Polonia, per supportare la missione NATO Air Shielding nel teatro europeo. Gli aerei provengono dal 90th Fighter Squadron, 3rd Wing, Joint Base Elmendorf-Richardson, Alaska, e supporteranno la missione Air Shielding come 90th Expeditionary Fighter Squadron.

A supporto del volo dei Raptor sull’Atlantico era presente un gruppo di velivoli da rifornimento in volo KC-135 Stratotanker e dei più moderni KC-46A Pegasus che hanno rifornito i caccia statunitensi in varie fasi del volo dalla costa orientale degli Stati Uniti, sull’Islanda e sulla Scozia. I jet saranno affiancati da altri sei F-22A in arrivo tra oggi e domani. Si ritiene che il 90° EFS schiererà i 12 Raptor in Polonia, ma altre fonti indicano anche Souda Bay, in Grecia, come destinazione per i Raptors per unirsi agli F-35A del 495th FS.

Come sappiamo attualmente l’F-22A affianca ma non sostituisce l’F-15C Eagle, mentre il nuovo F-35A dalla potente elettronica di bordo sta entrando in linea in numeri cospicui andando a formare assieme al Raptor un binomio temibile ovunque vengano rischierati. Concepito come il principale caccia da superiorità aerea degli Stati Uniti, il Raptor si è, nel corso degli anni, evoluto in una piattaforma multiruolo in grado di utilizzare anche munizionamento guidato di precisione oltre a fungere da velivolo per la guerra elettronica grazie ai suoi sensori abilitati alla raccolta e alla condivisione in rete di informazioni sui sistemi nemici.

La missione NATO Air Shielding integra le unità di difesa aerea e missilistica di superficie e aerea alleate nel sistema di difesa aerea e missilistica integrato della NATO sotto il comando e il controllo dell’Alleanza Atlantica. Fornirà uno scudo quasi senza soluzione di continuità dal Baltico al Mar Nero, assicurando che gli alleati della NATO siano in grado di salvaguardare e proteggere meglio il territorio, le popolazioni e le forze dell’Alleanza dalla minaccia aerea e missilistica.

La capacità di quinta generazione contribuisce alla missione Air Shielding con la sua capacità di fornire letalità e sopravvivenza contro qualsiasi minaccia emergente di fascia alta. Il Raptor esegue missioni aria-aria e aria-terra consentendo la piena realizzazione di concetti operativi vitali per le forze aeree del 21° secolo. L’integrazione con gli alleati e partner della NATO dimostra ulteriormente la dedizione dell’Alleanza a scoraggiare e difendere il proprio territorio in un ambiente di sicurezza sempre più complesso e mutevole.

Immagini: 48th Fighter Wing Public Affairs / Airman 1st Class Cedrique Oldaker, Airman Seleena Muhammad-Ali

Seguiteci anche sul nostro canale Telegram.

“The appearance of U.S. Department of Defense (DoD) visual information does not imply or constitute DoD endorsement.”