b-52 in europa agosto 2022
@ RAF Cpl. Matthews, JADTEU

I potenti bombardieri strategici americani B-52 arrivano in Europa scortati dagli F-35 norvegesi e dai Gripen svedesi

Oggi quattro potenti bombardieri strategici B-52H Stratofortress della US Air Force del 5th Bomb Wing provenienti dalla Minot Air Force Base in North Dakota, sono arrivati ​​​​nell’area di responsabilità del comando europeo degli Stati Uniti per addestrarsi con alleati e partner statunitensi.

I velivoli militari americani opereranno a partire dalla base aerea RAF Fairford, in Inghilterra. Il dispiegamento di bombardieri strategici nel Regno Unito è utile anche ad esercitare la base aerea di RAF Fairford come posizione operativa avanzata per i bombardieri delle forze aeree degli Stati Uniti in Europa (USAFE).

Queste missioni della Bomber Task Force in tutta Europa offrono una grande opportunità per migliorare la nostra prontezza combinata, promuovere l’interoperabilità e dimostrare la nostra proiezione di potenza globale insieme ai nostri alleati“, ha affermato il Generale dell’aeronautica militare statunitense James Hecker, USAFE-AFAFRICA e comandante AIRCOM. “La nostra forza nell’area operativa europea è la nostra capacità di addestrare ed operare con i nostri alleati e partner come una squadra di combattimento stratificata, capace e credibile“.

Tale addestramento migliora l’integrazione tra le forze aeree e di terra, nonché l’interoperabilità tra le nazioni partner, che è fondamentale per garantire che le forze della NATO possano collaborare efficacemente in operazioni militari complesse.

Negli ultimi anni, le nostre forze aeree e terrestri hanno cooperato in complesse operazioni aeree con le forze americane e svedesi“, ha affermato il Magg. Gen. Rolf Folland, capo della Royal Norwegian Air Force “Oggi abbiamo operato fianco a fianco ancora una volta e abbiamo dimostrato la nostra solida progressione addestrativa mentre continuiamo ad aggiungere più elementi per rafforzare le nostre capacità collettive“.

I quattro B-52 americani provenienti dal North Dakota questa mattina si sono uniti a due caccia svedesi JAS Gripen e a due caccia norvegesi F-35 a ovest di Andøya, nel nord della Norvegia. Uno dei B-52 ha condotto un addestramento congiunto con l’esercito norvegese al poligono di Setermoen. Operazioni come queste richiedono un’approfondita cooperazione tattica tra le nazioni, i tipi di aeromobili e le forze di terra partecipanti.

Un aspetto importante della missione di arrivo di oggi è stata quindi l’integrazione aerea tra gli aerei militari statunitensi, norvegesi e svedesi mentre eseguivano missioni di proiezione per supportare la difesa reciproca dei partner e degli alleati della NATO, in un ambiente multi-dominio. Le missioni BTF – Bomber Task Force offrono un modo per valutare regolarmente la disponibilità di risorse strategiche per salvaguardare la sicurezza e la stabilità dell’area operativa europea.

Insieme alla Finlandia, la Svezia è attualmente in procinto di diventare un membro a pieno titolo della NATO con l’aeronautica militare norvegese che ha avuto per molto tempo un’ampia cooperazione con i suoi partner svedesi. L’integrazione della Svezia nella NATO ci darà una maggiore potenza di combattimento congiunto. Il dominio aereo ha grandi vantaggi e fornisce alle forze di terra e di mare i prerequisiti per il successo“, ha affermato Folland.

Vedere l’aereo da combattimento Gripen della nostra nazione che vola insieme a molti dei più potenti aerei militari americani rappresenta visivamente la forza e la solidarietà della NATO“, ha affermato il Magg. Gen. Carl-Johan Edström, Comandante dell’Aeronautica militare Svedese. “Questi momenti catturano davvero la potenza militare che esiste all’interno della NATO – come singole nazioni, ma, soprattutto, come un’Alleanza unificata“.

Con Svezia e Finlandia come membri della NATO, i paesi nordici disporranno insieme di circa 250 moderni aerei da combattimento. L’aeronautica militare norvegese sta già esplorando le possibilità di creare un centro operativo aereo nordico congiunto. Ciò consentirà una pianificazione efficiente e operazioni aeree in tutta la regione. Riteniamo che questo rafforzerà in modo significativo la nostra difesa collettiva“, ha aggiunto Folland.

Nonostante la maggiore cooperazione nordica, l’alleanza NATO nel suo insieme rimane la garanzia di sicurezza della Norvegia. L’addestramento degli alleati è fondamentale per rafforzare le capacità di difesa e le operazioni alleate nella regione dell’Alto Nord contribuendo a sviluppare ulteriormente le conoscenze e le competenze all’interno delle forze armate norvegesi e della NATO.

Le operazioni della BTF – Bomber Task Force sono regolarmente condotte in tutto il continente europeo, sottolineando l’impegno della NATO nel scoraggiare l’aggressione avversaria nei confronti dell’Alleanza Atlantica. “Le missioni dei bombardieri strategici dimostrano la nostra capacità di attacco globale sempre pronta”, ha affermato il Tenente Colonnello Ryan Loucks dell’US Air Force, Comandante del 23rd Expeditionary Bomb Squadron BTF. “Il B-52 rimane un simbolo universalmente riconosciuto delle assicurazioni dell’America ai nostri alleati e partner“.

Immagini: Norwegian MoD / Forsvaret

Seguiteci anche sul nostro canale Telegram.