piloti di F-35B della Marina Militare
@ Aviation Report / Andrea Avian

Piloti di F-35B della Marina Militare qualificati “Limited Combat Ready” al 32° Stormo dell’Aeronautica Militare

Si è concluso nei giorni scorsi, presso la base aerea di Amendola, sede del 32° Stormo dell’Aeronautica Militare, l’iter addestrativo di tre Ufficiali piloti di F-35B della Marina Militare che hanno conseguito la qualifica “Limited Combat Ready” sul sistema d’arma F-35 versione STOVL, a decollo corto e atterraggio verticale.

A supporto della direzione di programma JSF (Joint Strike Fighter), atteso lo scopo di proseguire l’iter formativo della Marina Militare, le due Forze Armate hanno concretizzato una sinergia mirata a completare l’addestramento dei piloti di F-35B della Marina che avevano iniziato precedentemente il modulo basico (ground school) presso la base US Marine Corps di Beaufort, negli USA.

L’Aeronautica Militare si è fatta quindi carico di questa complessa esigenza a favore della collaborazione tra componenti della Difesa, assicurando nel contempo le attività operative, di addestramento ed esercitative in cui è impegnato il personale del 32° Stormo.

Per la conduzione del corso di qualifica, sia l’Aeronautica che la Marina hanno dedicato infatti un team di piloti istruttori e personale tecnico coordinato dal Centro Supporto Addestramento e Standardizzazione (CSAS) del 32° Stormo. Durante il corso, i piloti frequentatori hanno partecipato a varie attività di volo e differenti tipologie di missioni, raggiungendo il previsto livello di preparazione per l’impiego del velivolo di 5ª generazione nella versione a decollo corto e atterraggio verticale (Short Take Off and Vertical Landing – STOVL).

Continua senza sosta la collaborazione tra le due Forze Armate, che nell’ambito del processo di standardizzazione delle Tecniche, Tattiche e Procedure (TTPs), rappresenta una preziosa opportunità per condividere l’esperienza maturata dall’Aeronautica Militare sul sistema d’arma F-35 e che proseguirà con un nuovo corso di qualificazione per altri due piloti di F-35B della Marina, già iniziato da alcune settimane sulla stessa base di Amendola. Dopo il conseguimento della LCR (Limited Combat Readiness), l’addestramento prosegue, come concordato, presso i gruppi operativi di volo delle rispettive Forze Armate.

Il 32° Stormo è alle dipendenze del Comando delle Forze da Combattimento (CFC) di Milano, la cui missione assegnata è quella di acquisire e mantenere la prontezza operativa di tutti gli organismi della difesa aerea e di attacco e di ricognizione, provvedendo all’efficienza operativa dei sistemi d’arma, dei mezzi e dei materiali, nonché all’addestramento del personale e al costante aggiornamento ed ottimizzazione delle procedure operative, nel rispetto delle linee guida delle Superiori Autorità.

Il CFC è alle dipendenze del Comando Squadra Aerea che ha competenza in materia di addestramento, predisposizione e approntamento operativo dei propri Reparti, affinché gli stessi acquisiscano e mantengano i previsti livelli di prontezza operativa. Dopo il raggiungimento della Initial Operational Capability (IOC), avvenuta nel 2018, dal 2019 il 32° Stormo partecipa alle Operazioni NATO di Air Policing fuori i confini nazionali.

32° Stormo - F-35B di Aeronautica e Marina
@ Ufficio Pubblica Informazione Aeronautica Militare, 32° Stormo

Dal febbraio 2020 è l’unico Reparto del panorama europeo che impiega congiuntamente sia l’F-35A (CTOL) sia l’F-35B (STOVL), contribuendo, alla capacità Air Expeditionary della Forza Armata. Oltre a ciò, da gennaio 2022 il 32° Stormo, con il velivolo di 5ª generazione, assolve anche il servizio di NATO QRA (Quick Reaction Alert) a difesa dello spazio aereo della Coalizione Atlantica.

Impiegando, inoltre, gli Aeromobili a Pilotaggio Remoto (APR) MQ9-A Predator B, il Reparto effettua operazioni di Intelligence, Surveillance, Target Acquisition & Reconnaissance (I.S.T.A.R.), sia nazionali che di coalizione. Con i jet MB-339, inoltre, il 32° Stormo completa l’addestramento dei piloti di APR per mantenere un adeguato livello operativo sui velivoli a pilotaggio tradizionale.

Seguiteci anche sul nostro nuovo canale WhatsApp