Il Contrammiraglio Stefano Turchetto, Force Commander dell’operazione “EUNAVFORMED SOPHIA”, ha visitato presso l’Aeroporto di Sigonella il personale italiano ed i rischieramenti stranieri dislocati nella base, allo scopo di verificarne la prontezza operativa nell’ambito della missione militare navale dell’Unione Europea nel Mediterraneo Centromeridionale, finalizzata al contrasto delle reti dei trafficanti di esseri umani, al ritorno della stabilità e della sicurezza in Libia e nel nord Africa.

Ad accogliere il CA Turchetto, che proprio nella mattinata del 13 settembre 2018 aveva assunto il nuovo incarico, è stato il Comandante del 41° Stormo e dell’Aeroporto di Sigonella, Colonnello Pilota Francesco Frare che successivamente ha illustrato all’ospite le varie attività e le predisposizioni adottate dall’Aeroporto Siciliano nell’operazione Sophia, con particolare riferimento agli assetti stranieri, presenti sul sedime già dal luglio 2015 unitamente ad una Forward Operating Base (FOB) con a capo lo stesso Col. Frare.

Dopo la visita alle infrastrutture della base e al velivolo P-72A del 41° Stormo, il Force Commander ha voluto salutare i comandanti ed il personale degli assetti stranieri che partecipano all’operazione e provenienti dal Portogallo, dal Lussemburgo, dalla Spagna e dalla Polonia con visita alle relative infrastrutture. A margine della visita la foto di gruppo con velivoli e personale degli assetti stranieri.

In questo contesto, Sigonella è una di quelle basi dell’AM pronte a fornire supporto all’operazione Eunavformed ed ospitare assetti stranieri. Il personale dell’Aeroporto svolge funzioni di supporto per facilitare ed assicurare tutte le operazioni a terra di accoglienza e ricovero degli equipaggi, dal rifornimento di carburante, al servizio meteorologico, al controllo del traffico aereo, alla sicurezza delle infrastrutture e tutti quei servizi minori ma necessari alle realtà nazionali ed internazionali dell’Aeroporto Siciliano per intraprendere al meglio le attività demandate.

Il Comando Aeroporto di Sigonella, gerarchicamente dipendente dal Comando Forze di Supporto e Speciali dell’AM di Roma, ha il compito di fornire il supporto tecnico, logistico, amministrativo ed operativo al 41° Stormo Antisom – dotato di velivoli P-72A, al 61° Gruppo Volo – dotato di APR tipo Predator ed ai Reparti rischierati ed in transito sull’omonima Base Aerea, assicurando – al contempo – i servizi necessari per il sicuro ed efficace svolgimento delle attività di volo. Nell’ambito dei servizi alla collettività, fornisce supporto di linea volo 24 ore al giorno, 365 giorni all’anno, a voli militari e di Stato, nonché a quelli per il trasporto aereo sanitario di organi e di pazienti bisognosi ed in imminente pericolo di vita. Inoltre, è responsabile della fornitura dei servizi del traffico aereo all’interno della zona di controllo (CTR) denominata Catania, che comprende i cieli della Sicilia orientale e dei mari adiacenti, ivi compresi gli Aeroporti di Sigonella, Catania-Fontanarossa e Comiso.

Rispondi