US Navy C130J Fat Albert Blue Angels
Copyright: U.S. Navy photo by Mass Communication Specialist 2nd Class Cody Hendrix/Released

Il nuovo C-130J Fat Albert dei Blue Angels arriva alla base aerea NAS Pensacola

Il nuovo velivolo C-130J “Fat Albert” del team acrobatico della Marina Militare americana US Navy Blue Angels Flight Demonstration Squadron è arrivato alla base dello squadrone la Naval Air Station Pensacola il 17 agosto scorso. Il velivolo è arrivato alla base aerea scortato dagli stessi Blue Angels con i suoi velivoli F/A-18 Hornet.

Il 2020 segna il 50° anno di utilizzo da parte dei Blue Angels del C-130 quale principale aereo per il supporto logistico. Il precedente modello C-130T dei Blue Angels che ha servito la pattuglia acrobatica per 17 anni  ed ha volato più di 30.000, è stato ritirato dal servizio nel maggio del 2019. Il C-130T, BUNO 164763, preso in carico dai Blue Angels nel 2002 è stato l’ultimo C-130 a condurre un decollo assistito dai razzi JATO al quale deve la sua fama.

L’aereo C-130J, acquistato dal Ministero della Difesa del Regno Unito nel giugno del 2019, è stato sottoposto a un aggiornamento durato circa un anno e che ha trasformato l’ex velivolo della Royal Air Force nell’aereo da trasporto che verrà utilizzato dai Blue Angels. Il Tactical Airlift Program Office (PMA-207) della Marina degli Stati Uniti e il Ministero della Difesa britannico ha cogestito la ristrutturazione presso il Marshall Aerospace and Defense Group (ADG) a Cambridge, in Inghilterra.

Questo C-130J della flotta della Marina sebbene sia quasi identico al suo aereo gemello, il KC-130J, attualmente utilizzato dal Corpo dei Marines degli Stati Uniti, ha richiesto uno sforzo di collaborazione tra la NAVAIR e la Lockheed Martin per identificare la corretta configurazione e i requisiti di aggiornamento. Questi sforzi sono stati fatti per soddisfare i requisiti degli Stati Uniti e della FAA e hanno incluso un’importante ispezione alla cellula, modifiche alla configurazione hardware e software e test a terra e in volo.

L’aereo, che ora indossa i colori distintivi dei Blue Angels, il blu e l’oro, entusiasmerà sicuramente, come aveva fatto il suo predecessore, gli spettatori delle manifestazioni aeree per gli anni a venire. L’aeromobile è gestito dallo US Marine Corps (USMC) e come già detto viene utilizzato per la logistica, il trasporto di pezzi di ricambio, attrezzature e per trasportare il personale di supporto tra gli air show.

La transizione dei Blue Angels sul Super Hornets

Nel 2018, Boeing aveva ricevuto il contratto a supporto della conversione dei primi undici velivoli Super Hornet F/A-18E/F per il team dei Blue Angels. L’ordine di consegna era per la documentazione e i kit di retrofit per convertire nove aeromobili F/A-18E (monoposto) e due aeromobili F/A-18F (biposto) nella configurazione tipica dei Blue Angels.

Il primo dei 18 F/A-18E Super Hornet destinato alla pattuglia acrobatica dei Blue Angels è atterrato alla Naval Air Station Pensacola, in Florida, il 27 luglio 2020, dopo essere stato consegnato dalla Boeing a giugno 2020, inaugurando una nuova era per il Navy Flight Demonstration Squadron Blue Angels che prenderanno l’eredità dal F/A-18 Hornet (legacy) che entusiasma il pubblico da 35 anni. Questa transizione è stata supportata fin dalle prime fasi dal NAVSUP Weapon Systems Support. La Marina USA aveva preso la decisione di spostare i Blue Angels sul Super Hornet nel 2018.

Gli aerei che i Blue Angels riceveranno sono gli aerei della flotta di produzione iniziale trasferiti da alcuni squadroni operativi della US Navy. L’aereo sarà modificato e aggiornato agli standard previsti per i Blue Angels presso la struttura a Cecil Field della Boeing Company vicino a Jacksonville, in Florida, prima del trasferimento definitivo al team dimostrativo della Marina USA. Le modifiche includono l’installazione del sistema di generazione del fumo, apparecchiature di navigazione compatibili con gli apparati civili e le telecamere. Inoltre, i Super Hornet saranno ridipinti con i colori blu e oro caratteristici dei Blue Angels.

I Blue Angels riceveranno tutti i Super Hornet entro la fine di quest’anno, dopo 35 anni di utilizzo del F-18 Hornet, con il piano che la squadra sarà pronta a esibirsi con loro nel 2021 per il 75° anniversario della costituzione del team acrobatico. I Super Hornet più grandi, più rumorosi, più potenti e più manovrabili porteranno nuovi elementi alla già entusiasmante performance dei Blue Angels.

F18 Super Hornet Blue Angels

I Blue Angels della US Navy

I Blue Angels sono lo squadrone dimostrativo di volo della Marina statunitense, con piloti ed aviatori della Marina e dei Marines. La squadra dei Blue Angels è stata costituita nel 1946, rendendola la seconda più antica squadra acrobatica al mondo, dopo la pattuglia francese Patrouille de France nata nel 1931.

I Blue Angels hanno utilizzato una grande varietà di aeromobili sin dalla loro fondazione, tra i quali gli F-4J Phantom II e gli A-4F Skyhawk, e hanno iniziato a volare con le varianti F/A-18 nel 1986. Dal 2010, lo squadrone vola con gli F/A-18C-D e ora sta iniziando un aggiornamento al Super Hornet F/A-18 E/F. Ad oggi la Boeing ha consegnato 23 aerei F-18 Hornet ai Blue Angels.

Photo credits: U.S. Navy photo by Mass Communication Specialist 2nd Class Cody Hendrix/Released, U.S. Navy photo by Mass Communication Specialist 2nd Class Christopher Gordon (F-18 Super Hornet)