Lo US Air Force Global Strike Command creerà il Detachment 7 alla fine di questo mese a Duke Field, in Florida, per supportare i test e la valutazione del nuovo elicottero MH-139A del comando aereo americano.

L’MH-139A è il primo elicottero specificatamente acquisito dall’aeronautica militare statunitense per uno solo dei suoi enti e il primo elicottero mai acquisito dall’AFGSC. Sostituirà gli UH-1N “Hueys” dell’era vietnamita che oggi presentano carenze di capacità nelle aree tecniche di: velocità, autonomia, resistenza, carico utile e sopravvivenza a supporto delle missioni missilistiche intercontinentali del comando.

È un’opportunità unica ed eccitante guidare alcuni dei migliori avieri della nostra aeronautica nell’acquisizione e nel collaudo del MH-139A“, ha dichiarato il Tenente Colonnello Mary Clark, che assumerà il comando del Detachment 7 il prossimo 18 dicembre 2019.

Gli elicotteri, tutti con portata, velocità e carico utile maggiorati, forniranno sicurezza e supporto alle basi missilistiche intercontinentali della nazione posizionate nel Wyoming, Montana, North Dakota, Colorado e Nebraska. Altre missioni che potranno svolgere gli MH-139 includono capacità di ricerca e salvataggio di civili; supporto aereo; missioni della National Capital Region; scuola di sopravvivenza e supporto ai test. Il Detachment 7 lavorerà in collaborazione con il 413th Flight Test Squadron che è l’unica unità di test dedicata agli elicotteri della US Air Force. Il Detachment 7 sarà composto da piloti e avieri specializzati nelle missioni speciali.

L’unità risiederà in strutture amministrative e hangar temporaneu sul Duke Field, già costruite e in soli tre mesi. Il Detachment 7 alla fine si sposterà sulla base aerea di Malmstrom, nel Montana, per eseguire ulteriori test e valutazioni dell’aeromobile. Il Detachment 7 gestirà quattro elicotteri, con il primo previsto per essere consegnato il 19 dicembre 2019 durante la cerimonia di nomina e inaugurazione dell’MH-139A a Duke Field, il secondo velivolo arriverà a metà gennaio 2020, mentre il terzo e il quarto velivolo arriveranno a febbraio 2020.

Gli elicotteri MH-139 sono basati sull’italiano Leonardo AW-139 e offerti da Boeing come prime contractor ad un costo di 2,8 miliardi di dollare per un massimo di 84 elicotteri, 1,7 miliardi di dollari sotto il budget previsto. È il primo acquisto commerciale “pronto all’uso” del comando aereo americano, con l’aggiunta di modifiche militari uniche.

Gli elicotteri MH-139 forniranno un efficace capacità di trasporto e supporteranno i requisiti di cinque principali comandi ed agenzie operative dell’Air Force: Air Force Global Strike Command, Air Force District of Washington, Air Education and Training Command, Air Force Materiel Command e Pacific Air Forces. Lo US Air Force Global Strike Command è l’ente che ha dettato i requisiti di capacità operativa per il nuovo elicottero.

Il Boeing MH-139 sfrutta la leadership di mercato dell’elicottero italiano Leonardo AW-139, un moderno elicottero multi-missione che è in servizio in tutto il mondo e ha già dimostrato le sue capacità nella protezione delle infrastrutture critiche e nel trasporto di rappresentanti militari e governativi in ​​vari nazioni. L’AW-139 è assemblato nello stabilimento di Leonardo a nord-est di Philadelphia, con componenti aggiuntivi da integrare nell’MH-139 militare presso lo stabilimento di Boeing Philadelphia a Ridley Township, Pennsylvania.

Print Friendly, PDF & Email

Rispondi