Il programma F-35 ha portato a compimento l’ultimo developmental test flight della fase di System Development and Demonstration (SDD).

Il completamento dei flight test della fase SDD dell’F-35 è il coronamento di anni di duro lavoro e dedizione da parte del team congiunto governo-industria,” ha commentato il Vice Ammiraglio Mat Winter, F-35 Program Executive Officer. “Dal primo volo del velivolo AA-1 nel 2006, il developmental flight test program è proseguito nei successivi undici anni registrando oltre 9.200 sortite, 17.000 ore di volo, e 65.000 test point eseguiti per verificare il design, la resistenza, il software, i sensori, la capacità d’arma e le performance di tutte e tre le varianti dell’F-35. Teniamo a congratularci con l’ F-35 Test Team e con tutta la squadra F-35 per aver portato a compimento lo sviluppo di uno strumento così potente e decisivo per le nostre Forze Armate”.

L’ultimo volo SDD si è svolto l’11 aprile 2018 presso la Naval Air Station Patuxent River nel Maryland, quando il test aircraft CF-2 della Navy ha completato una missione raccogliendo una grande quantità di dati mentre trasportava esternamente GBU-31 Joint Direct Attack Munitions (JDAM) da 2.000 libbre e il missile AIM-9X Sidewinder a ricerca infrarossa di sorgenti di calore.

Dalla fase di studio ai test sui sistemi di missione, il delicato lavoro svolto dai team coinvolti nei test sull’F-35 ha preparato la strada per la consegna del Block 3F al velivolo operativo. Oltre un migliaio di ingegneri, addetti alla manutenzione, piloti e personale di supporto della fase SDD hanno condotto le tre varianti dell’F-35 al pieno inviluppo di volo per testare le performance del velivolo e le sue qualità di volo.

Il test team ha eseguito 6 distaccamenti in mare e oltre 1.500 test di atterraggio verticale sull’F-35B. Il developmental flight test team ha completato 183 test di Weapon Separation; 46 test di Weapons Delivery Accuracy; 33 test di Mission Effectiveness, tra cui numerose missioni multi-nave che hanno coinvolto fino a otto F-35 contro minacce avanzate.

Il programma di test dell’F-35 rappresenta il programma di test di volo per la fase di sviluppo più completo, rigoroso e sicuro della storia dell’aviazione,” ha commentato Greg Ulmer, vice presidente di Lockheed Martin e general manager del programma F-35. “Il team congiunto governo-industria ha dato prova di un’eccezionale expertise e livello di collaborazione, e i risultati hanno dato agli uomini e alle donne che volano con l’F-35 grande fiducia nelle sue capacità come game-changer.”

Il developmental flight test è una componente fondamentale della fase SSD del programma F-35, che sarà formalmente completato dopo un Operational Test and Evaluation e dopo che il  Department of Defense avrà preso la decisione di entrare nella fase di produzione a pieno ritmo.

Dopo il completamento dei test richiesti dalla fase di sviluppo, i test di volo sull’F-35 continueranno a supporto del progressivo miglioramento e avanzamento delle capacità del velivolo. Queste attività rientrano nell’ambito del Joint Program Office’s Continuous Capability Development and Delivery (C2D2), che garantirà avanzamenti tempestivi e a prezzi accessibili della capacità di combattimento per assicurare il dominio aereo contro le crescenti minacce verso gli Stati Uniti e i suoi alleati.

F-35 End of SDD Flight Test -- Infograph

Grazie alla tecnologia stealth, ai sensori avanzati e alla capacità d’arma, l’F-35 è il caccia più avanzato e interconnesso, in grado di garantire il più elevato tasso di sopravvivenza al mondo.  Più che un semplice caccia, le capacità dell’F-35 di raccogliere, analizzare e condividere dati lo rendono un potente moltiplicatore di forze in grado di potenziare tutti gli asset, sia di aria che di terra coinvolti sul campo, consentendo agli uomini e alle donne in uniforme di compiere le loro missioni e rientrare.

Per ulteriori Informazioni sul programma F-35 potete visitare il sito www.f35.com

Fonte: Lockheed Martin

Rispondi