Il 17 settembre 2020, Leonardo ha dimostrato con successo capacità integrate uniche tra un aereo con equipaggio e un velivolo senza pilota (UAV). Ciò è avvenuto nel Regno Unito durante i test MUMT – Manned-Unmanned Teaming tra un elicottero Leonardo AW159 Wildcat e un UAV semi-autonomo della Callen-Lenz Associates.

In questo caso, il MUMT – Manned-Unmanned Teaming è quando l’equipaggio di un elicottero controlla un UAV dall’elicottero stesso come se fosse un sensore di bordo controllato dalla cabina di pilotaggio. Integrando il controllo dell’UAV nel Wildcat Mission System, Leonardo è stato in grado di ridurre al minimo il carico di lavoro dei piloti consentendo loro di concentrarsi maggiormente sulla missione controllando contemporaneamente l’UAV: questa è la prima volta che una tale capacità integrata è stata dimostrata nel Regno Unito su un aereo militare. Un “processore gateway” fornito da Callen-Lenz Associates è stato utilizzato per interfacciarsi con il suo UAV semi-autonomo.

La soluzione Leonardo consente all’equipaggio di Wildcat di controllare sia la traiettoria di volo che il carico utile dell’UAV, una capacità nota come Level of Interoperability (LOI) 4, utilizzando un’efficiente ed efficace interfaccia uomo macchina (HMI). Combinando i punti di forza delle piattaforme con e senza equipaggio, MUMT ha il potenziale per svolgere un ruolo di trasformazione aumentando la consapevolezza della situazione, la letalità, la sopravvivenza e la massa di combattimento delle forze aeree, riducendo significativamente il carico di lavoro dell’equipaggio consentendo ai piloti di concentrarsi sulla missione.

Il teaming di aeromobili con equipaggio con sistemi aerei senza pilota migliora la capacità di supporto aereo sia in ambiente terrestre che marittimo. Consente inoltre di condurre operazioni estese e complesse con un mix di piattaforme e sistemi.

La dimostrazione faceva parte del MUMT dell’esercito britannico a tema Army Warfighting Experiment (AWE) 19, ed è stata pianificata ed eseguita da Dstl e si è svolta nella pianura di Salisbury a settembre. Questa dimostrazione dovrebbe ora sviluppare la roadmap delle capacità MUMT sia per il Ministero della Difesa del Regno Unito che per Leonardo.

Nick Whitney, amministratore delegato di Leonardo Helicopters (Regno Unito), ha dichiarato: “Il successo di questa sperimentazione con equipaggio senza pilota evidenzia che Leonardo e il Ministero della Difesa britannico stanno investendo insieme nel futuro dell’ingegneria degli aeromobili del Regno Unito e dimostra ulteriormente il valore di un approccio di partnership a lungo termine  in termini di sviluppo delle capacità“.

Bryan Finlay, partner tecnico del Defense Science and Technology Laboratory (Dstl), ha dichiarato: “Leonardo e Callen-Lenz hanno fornito una fantastica dimostrazione dell’integrazione di una stazione di controllo UAV nel sistema di gestione della missione dell’elicottero Wildcat. Il design intelligente dell’interfaccia uomo macchina significa che il carico di lavoro della cabina di guida è ben gestito con tale tecnologia. Questo è un passo fondamentale verso la realizzazione di un’efficace capacità operativa MUMT“.

Maj Benjamin Thomas, Military Adviser Platform Systems Division presso Dstl, ha commentato: “Lo sviluppo della soluzione MUMT integrata sul Wildcat è stato impressionante, culminato nella dimostrazione delle sue capacità. MUMT ha senza dubbio il potenziale per essere una capacità rivoluzionaria per l’aviazione che opera nell’ambiente terrestre, aumentando sia la consapevolezza della situazione che la sopravvivenza“.

Il continuo sviluppo e integrazione di soluzioni all’avanguardia in tutti i domini di sistemi e tecnologie a pilotaggio remoto e autonomi / semi-autonomi, incluso MUM-T, è un elemento chiave del Piano strategico BeTomorrow2030 di Leonardo. Leonardo continua ad essere in prima linea nello sviluppo di aeromobili nel Regno Unito attraverso la sua struttura di Yeovil e la Società sta investendo nella prossima generazione di tecnologie e innovazioni. Il sito è l’unico produttore di elicotteri end-to-end del Regno Unito, che progetta e costruisce aeromobili per i mercati nazionali ed esteri.

 

Rispondi