L’Australia ha preso in consegna tre nuovi aerei F-35A con il software Block 3F di Lockheed Martin, raggiungendo un traguardo importante. L’aereo da combattimento F-35A fornirà all’Australia un jet di quinta generazione all’avanguardia nella tecnologia del combattimento aereo. Questa versione del software migliora la capacità di combattimento con sensori potenziati, capacità di armamento e fornisce l’intera suite software di volo dell’aeromobile.

Questi ultimi velivoli sono dotati del software finale del programma, che sblocca l’intero potenziale di combattimento bellico tra cui armi, sistemi di missione e prestazioni di volo. L’F-35A farà fare un cambio di passo nelle capacità delle forze aeree australiane, dando così all’Australia un vantaggio rispetto all’emergere di capacità avanzate nella regione.

L’Australia, ora, è il primo partner internazionale ad accettare il caccia da combattimento F-35A con capacità Block 3F, e questo è un altro passo fondamentale verso l’introduzione degli aeromobili in servizio. Questo è un altro obiettivo significativo nel programma Joint Strike Fighter.

La RAAF Royal Australian Air Force ora ha cinque aeromobili presso la Luke Air Force Base in Arizona, USA, dove attualmente i piloti australiani si stanno addestrando e qualificando per l’utilizzo del caccia stealth. Altri cinque velivoli sono previsti in consegna entro la fine del 2018.

Ad oggi più di 50 aziende australiane hanno condiviso direttamente più di $ 1 miliardo in contratti di produzione, offrendo ulteriori opportunità alle piccole e medie imprese australiane che beneficiano del lavoro di supply chain. Nel 2016, il programma F-35 ha sostenuto più di 2.400 posti di lavoro in tutta l’Australia, che sono destinati a crescere fino a 5.000 entro il 2023.

Il governo australiano sta investendo in 72 velivoli F-35A Lightning II per sostituire l’attuale flotta di 71 anziani F/A-18A/B Hornet.

Fonte: Royal Australian Air Force

Rispondi