La flotta Eurofighter festeggia il raggiungimento delle 500.000 ore di volo che cementano il posto di leadership nel panorama della difesa aerea europea. La Eurofighter Jagdflugzeug GmbH ha confermato il raggiungimento di questo importante obiettivo, affermando ancora una volta che il Typhoon si pone come leader del combattimento aereo anche grazie al fatto di essere stato impiegato in vari scenari operativi, grazie alla sua incredibilmente affidabilità e che sarà pronto a giocare un ruolo chiave nei futuri scenari di battaglia.

Volker Paltzo, CEO di Eurofighter Jagdflugzeug GmbH, ha dichiarato che “il superamento delle 500.000 ore di volo pone l’Eurofighter Typhoon come la spina dorsale della difesa aerea europea della NATO. Guardando agli orizzonti futuri, il velivolo sarà ancora sviluppato e migliorato, con tecnologie sempre allo stato dell’arte, per difendersi da tutte le minacce per i decenni a venire. L’aereo giocherà un ruolo chiave nei futuri campi di battaglia aerei e sarà un pilastro fondamentale delle nazioni utilizzatrici.

La flotta Eurofighter Typhoon ha accumulato rapidamente ore di volo, in particolare negli ultimi anni, in seguito all’aumento del ritmo delle operazioni di polizia aerea e di combattimento. Ad oggi è in servizio una flotta di quasi 500 aerei che proteggono i confini europei, con la possibilità che questo numero cresca sostanzialmente nei prossimi decenni.

In futuro, gli Eurofighter Typhoon riceveranno un nuovo radar AESA (Active Electronically Scanned Array) e un’interfaccia uomo-macchina potenziata e nuovo armamento. Oggi Eurofighter è il più grande e più riuscito programma di collaborazione per la difesa mai intrapreso in Europa. Ha fornito sicurezza, cooperazione industriale ed economica in una scala mai vista prima. È il modello da seguire per la futura difesa e la collaborazione industriale in Europa.

Clemens Linden, CEO di Eurojet Turbo GmbH, che ha fornito i motori per l’aereo, si è unito alle celebrazioni dichiarando che “abbiamo oltre un milione di ore del motore Eurojet EJ200, un risultato importante raggiunto anche grazie agli innumerevoli schieramenti, sia in Europa che a livello internazionale, godendo soprattutto di un’incredibile affidabilità del motore.

Non c’è dubbio, nel corso del primo milione di ore di volo, che i motori EJ200 hanno dimostrato di essere i migliori della loro categoria. Guardando al prossimo milione, il motore aiuterà gli Eurofighter Typhoon a mantenere il loro vantaggio operativo in combattimento.

L’Italia ha in servizio la versione monoposto e biposto dell’Eurofighter Typhoon negli stormi della difesa aerea, il 4° Stormo di Grosseto, il 36° Stormo di Gioia del Colle, il 37° Stormo di Trapani e una cellula al 51° Stormo di Istrana. Il caccia eurofighter concorre alla sorveglianza e alla difesa aerea dello spazio aereo nazionale H24 e tramite il programma NATO Air Policing concorre anche alla difesa aerea delle Repubbliche Baltiche, dell’Islanda, della Bulgaria, della Slovenia e del Montenegro. L’Aeronautica Militare assicura la sorveglianza dello spazio aereo nazionale 365 giorni all’anno, 24 ore su 24, con un sistema di difesa integrato, fin dal tempo di pace, con quello degli altri paesi appartenenti alla NATO.

Fonte e photo credits: Eurofighter Jagdflugzeug GmbH

Rispondi