X

 

SOCIAL MEDIA AVIATION REPORT


Jet supersonico X-59: il nuovo velivolo sperimentale della NASA verrà presentato ufficialmente il 12 gennaio 2024

@ NASA / Lockheed Martin (rendering)

È ormai quasi ora che il jet supersonico X-59 della NASA e Lockheed Martin faccia il suo debutto pubblico! La NASA fornirà una copertura in diretta quando rivelerà il suo aereo X-59 alle 16:00 EST di venerdì 12 gennaio, come parte della missione QueSST dell’agenzia per rendere possibile il volo supersonico commerciale. È l’ultimo velivolo a prendere forma presso gli Skunk Works, una rinomata divisione Lockheed Martin che negli ultimi 76 anni ha utilizzato un approccio unico alla progettazione e alla produzione che ha portato alla produzione degli aeroplani più avanzati degli Stati Uniti.

L’aero verrà svelato durante una cerimonia ospitata dall’appaltatore principale Lockheed Martin Skunk Works a Palmdale, in California così per la prima volta il pubblico potrà vedere l’aereo dipinto nei suoi colori bianco, rosso e blu. La cerimonia e il lancio dell’aereo saranno trasmessi in diretta streaming sul servizio di streaming NASA+ . La copertura andrà in onda anche su NASA Television, sull’app della NASA, su YouTube e sul sito web dell’agenzia, inclusi i social media.

Come abbiamo già scritto l’X-59 della NASA è un velivolo sperimentale unico nel suo genere che dimostrerà la capacità di volare supersonico generando un leggero “colpo sonico”, invece del boom sonico normalmente rumoroso. Una volta che il jet supersonico X-59 avrà completato i test, il team QueSST della NASA selezionerà diverse comunità statunitensi per far volare l’aereo e raccogliere dati su come le persone percepiscono il suono che produce. L’agenzia fornirà tali dati alle autorità di regolamentazione statunitensi e internazionali per adeguare potenzialmente le norme attuali che vietano il volo supersonico commerciale sulla terra.

Ricordiamo infatti che oggi il volo supersonico commerciale è possibile solo sul mare. Tale divieto è entrato in vigore nel 1973 e da allora ha afflitto le imprese supersoniche commerciali, limitando i viaggi più veloci del suono solo ai voli sull’oceano. British Airways e Air France che volavano sul Concorde sono state due compagnie aeree che hanno offerto tale servizio tra il 1976 e il 2003.

Lo scorso 19 giugno, il jet supersonico X-59 era stato spostato dallo stabilimento alla linea di volo presso la struttura Skunk Works di Lockheed Martin a Palmdale in California, ormai praticamente completo. L’aereo lungo 99,7 piedi e largo 29,5 piedi è alimentato da un singolo motore a reazione F414-GE-100 costruito da General Electric Aviation. L’X-59 della NASA è progettato per raggiungere una velocità di Mach 1,4, circa 1488 km/h, volando a un’altitudine di 55.000 piedi (16.764 metri).

Il dettaglio più caratteristico di questo velivolo, che è di gran lunga una delle macchine volanti dall’aspetto più incredibile attualmente in circolazione, è sicuramente l’abitacolo del pilota. Le ultime foto forniscono forse la migliore visione finora ottenuta del sistema di visione in avanti del pilota e rivelano che il pilota effettivamente non ha mezzi convenzionali per guardare il mondo esterno in avanti, ma solo lateralmente.

Il pilota, infatti, vedrà il cielo davanti a sé attraverso un monitor con risoluzione a 4K, che mostrerà complesse immagini elaborate al computer attraverso due telecamere montate sopra e sotto il muso dell’X-59 combinate con i dati del terreno provenienti da un sistema informatico avanzato. La NASA chiama questo sistema XVS – eXternal Vision System. I due portali e il tettuccio tradizionale sono però delle vere e proprie finestre e aiutano il pilota a vedere l’orizzonte. Inoltre i display sotto l’XVS forniranno una varietà di sistemi aeronautici e dati di traiettoria affinché il pilota possa volare in sicurezza.

Il XVS funge da ulteriore aiuto di sicurezza per aiutare il pilota a manovrare in sicurezza attraverso i cieli e per avvicinamenti, atterraggi e decolli in aeroporto. Questo sistema di visione all’avanguardia è necessario perché la forma desiderata e il muso lungo dell’X-59 non consentiranno un tettuccio sporgente della cabina di pilotaggio. La forma unica dell’X-59 controlla il modo in cui l’aria si allontana dall’aereo, impedendo infine che un boom sonico possa disturbare le comunità a terra.

Seguiteci anche sul nostro nuovo canale WhatsApp

Redazione di Aviation Report: Dalla redazione di Aviation Report // From editorial staff

Il nostro sito utilizza solo cookies tecnici e di funzionalità.

Leggi tutto