Come riportato da diversi organi di stampa, da un post sui social del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte e anche da una diretta Live su Facebook di Luigi di Maio e Danilo Toninelli, il Governo italiano intende cancellare l’ordine di leasing del velivolo presidenziale Airbus A340-500 acquistato in passato per i voli di Stato.

Sul post FB il Presidente Conte parla di “circa 150 milioni di euro spesi per soli 8 anni di noleggio, inclusi i 20 milioni per riconfigurarlo, per un velivolo quasi mai usato. Soldi degli italiani, che vincolavano il governo.

L’Airbus A340-500, prodotto da Airbus, è un quadrimotore utilizzato per voli a lungo raggio e fu noleggiato con un contratto di leasing da Alitalia / Etihad Airways dal governo Renzi  per i voli di Stato. Già al momento dell’acquisto la vicenda portò a forti polemiche tra le forze politiche italiane.

L’Airbus A340-541 (S/N 0748) aveva effettuato il primo volo il 30 Marzo del 2006, ed il primo acquirente fu la compagina aerea Etihad Airways con la matricola E6-EHA, che lo ha utilizzato fino al 5 Ottobre del 2015, con l’ultimo volo sulla tratta Tokyo – Abu Dhabi. Il 16 Dicembre 2015 è andato in volo con la nuova livrea della Repubblica Italiana ed è arrivato in Italia a inizio Febbraio 2016.

L’aereo è stato sistemato in un hangar di Alitalia a Fiumicino, e la compagnia aerea italiana si occupa quindi della sicurezza e della manutenzione del velivolo. L’Airbus fu acquistato per rispondere a una esigenza, quella di effettuare voli più lunghi senza bisogno di uno scalo tecnico per il rifornimento di carburante, grazie alla sua autonomia di 16.600 chilometri.

 

 

 

 

Rispondi