X

 

SOCIAL MEDIA AVIATION REPORT


Inaugurato il centro addestramento F-16 in Romania

@ Aviation Report / Gianluca Vannicelli

Il primo centro di addestramento europeo per F-16 è stato inaugurato ieri 13 novembre presso la base aerea di Fetești, nel sud della Romania. Lockheed Martin e i subappaltatori, Daedalus Aviation Group, Draken International, GFD, una filiale di Airbus Defence and Space, e ILIAS Solutions lavoreranno come un unico team per fornire addestramento presso il centro addestramento F-16 in Romania, che è il risultato di una collaborazione unica tra il Ministero della Difesa Nazionale rumeno, l’aeronautica militare rumena e l’aeronautica militare reale olandese, in collaborazione con Lockheed Martin.

Come parte dell’accordo, il team sarà responsabile dell’organizzazione, programmazione, utilizzo e manutenzione degli aerei da combattimento F-16 forniti dalla Royal Netherlands Air Force (RNLAF) a supporto dell’addestramento.

Più specificamente, GFD e Draken forniranno i piloti istruttori esperti di F-16 con una recente esperienza in prima linea nel pilotaggio di F-16 nell’aeronautica militare americana e nelle forze aeree di tutta Europa. Per completare ulteriormente la formazione, Daedalus porterà esperienza nel quadro normativo europeo sui requisiti di aeronavigabilità militare, inclusa la Parte 145, che si concentra sulla manutenzione, riparazione e revisione degli aeromobili; così come CAMO, abbreviazione di Continuous Airworthiness Management Organization, che si concentra sul mantenimento dell’aeronavigabilità degli aeromobili.

Daedalus eseguirà inoltre attività di manutenzione, riparazione e logistica dell’F-16, con il supporto degli esperti tecnici aeronautici Draken. Per completare il team di formazione, ILIAS Solutions sarà responsabile della fornitura di soluzioni software di difesa integrate per la logistica e il sostegno, la gestione della formazione e la pianificazione dei voli.

L’F-16 continua a svolgere un ruolo cruciale nelle missioni di sicurezza del 21° secolo per gli Stati Uniti, l’Europa, la NATO e gli alleati in tutto il mondo“, ha affermato OJ Sanchez, vicepresidente e direttore generale, Integrated Fighter Group, Lockheed Martin. “Lockheed Martin è orgogliosa di collaborare con i Paesi Bassi e la Romania su questo centro addestramento F-16 in Romania, che migliorerà la preparazione attraverso una soluzione completa di addestramento F-16 per i piloti rumeni.

Il centro assicurerà l’efficacia dell’addestramento e la sicurezza al volo per i rumeni che già utilizzano aerei da caccia F-16 e potrebbe eventualmente espandersi per includere l’addestramento per altre nazioni, vedasi l’Ucraina. “Insieme ai nostri partner Daedalus, Draken, GFD e ILIAS, stiamo fornendo una formazione di livello mondiale per migliorare la preparazione alla missione e garantire la sicurezza dei rumeni che volano e utilizzano aerei da combattimento F-16“, ha aggiunto OJ Sanchez.

Nell’ambito dell’accordo tra i Paesi Bassi e Lockheed Martin, la RNLAF ha già trasferito sulla base aerea di Fetesti cinque velivoli F-16, dei quali continuerà a possederne la proprietà. Il 7 novembre sono atterrati in Romania, provenienti dal Belgio, tre F-16M monoposto e due F-16BM biposto. L’Olanda metterà a disposizione da 12 a 18 esemplari.

La base aerea di Fetesti ospita attualmente uno squadrone di F-16AM/BM Fighting Falcons della Fortele Aeriene ale Romaniei (FAR, aeronautica rumena), Escadrila 53 Vânătoare Warhawks. Prima di questi sviluppi, i membri della NATO avevano concordato per la prima volta che la Romania ospitasse un “hub regionale” F-16 al vertice di Vilnius dell’alleanza nel luglio 2023.

A fine agosto, Lockheed Martin, la Romania e i Paesi Bassi avevano firmato una lettera di intenti per istituire un centro di addestramento piloti F-16 in Romania. Il centro sarà inizialmente utilizzato per addestrare i piloti rumeni, ma secondo le informazioni diffuse il centro dovrebbe addestrare anche i piloti ucraini e altri utilizzatori regionali dell’F-16. La lettera di intenti arriva dopo che l’amministrazione Biden aveva approvato la riesportazione dei jet di quarta generazione in Ucraina.

Ci sono centinaia di F-16 che operano oggi in tutta Europa, consentendo a diversi paesi europei, inclusa la Romania, di proteggere il proprio spazio aereo e di far parte di una rete di copertura integrata della NATO per il mantenimento della pace, con la Lockheed Martin che continua a lavorare fianco a fianco con gli operatori europei per modernizzare l’F-16 per rimanere al passo con la minaccia in evoluzione.

Oggi, secondo il costruttore, più di 3.100 F-16 operano in 25 paesi, con l’aereo che ha volato per circa 19,5 milioni di ore di volo in almeno 13 milioni di sortite. L’ultima versione dell’iconico jet, il Block 70/72, offre capacità senza pari e verrà impiegata da circa sei nazioni.

Categorie: News Militari
Redazione di Aviation Report: Dalla redazione di Aviation Report // From editorial staff

Il nostro sito utilizza solo cookies tecnici e di funzionalità.

Leggi tutto