Florence Parly, Ministro della Difesa francese, ha ufficialmente lanciato il 18 novembre 2019 la realizzazione di ARCHANGE ( Avions de Renseignement à CHArge utile de Nouvelle GEnération ), il programma per la realizzazione di una piattaforma di guerra elettronica per rafforzare le capacità di intelligence. Un sistema per l’Armée de l’Air che dovrebbe entrare in servizio a partire dal 2025.

Per contribuire all’ascesa delle forze armate francesi auspicata dal Presidente della Repubblica, questo programma fa parte della legge di programmazione 2019-2025 (LPM) 2019-2025. ARCHANGES, è una piattaforma basata su un velivolo per l’intelligence e la guerra elettronica di nuova generazione che si basa in particolare su tre Dassault Aviation Falcon 8X. Questi saranno modificati con i sistemi di bordo e con il sistema di missione e sostituiranno dal 2025 i due Transall C-160 Gabriel attualmente in servizio nell’aeronautica militare francese. Inoltre una piattaforma di addestramento a terra, la cui realizzazione è prevista presso la base aerea di Evreux, completerà il sistema.

Risultato di dieci anni di studi sulle tecnologie avanzate, Thales svilupperà tutti i sensori che costituiscono il carico utile del velivolo. Questo carico utile, basato su tecnologie innovative (esempio antenne multi-polarizzate o intelligenza artificiale per migliorare l’elaborazione automatica), rileverà e analizzerà i segnali radar e di comunicazione con sensori integrati sul business jet.

Guidato dalla DGA – Direction Générale de l’Armement, la direzione generale degli armamenti francese, ARCHANGE consentirà in particolare l’intercettazione di trasmissioni radio e radar. I sistemi futuri aumenteranno in modo significativo le capacità di intelligence elettromagnetica francese e contribuiranno al particolare sforzo sulla funzione strategica “conoscenza e preavviso”, a garanzia dell’autonomia decisionale della Francia e della sua superiorità operativa.

Attualmente, l’Armée de l’Air francese ha in servizio due C-160G Gabriel utilizzati dall’Escadron électronique aéroporté (EEA) 54 “Dunkerque” basato sull’aeroporto militare BA105 di Evreux. Questi velivoli, utilizzati per la raccolta di informazioni di origine elettromagnetica, sono utilizzati su molti fronti, sia nel Sahel, in Nord Africa, in Medio Oriente, in Europa orientale e in tutte le aree del mondo in cui la Francia ha bisogno di raccogliere informazioni in modo autonomo. Questi due velivoli ormai sono alla fine della vita operativa sebbene i vari sensori siano stati modernizzati. Le cellule sono vecchie, infatti i due Gabriel sono entrati in servizio attivo nel 1989.

In quest’area, Dassault Aviation è già a conoscenza dell’integrazione di apparecchiature di origine elettromagnetica sui suoi Falcons. Infatti, il Falcon 2000MRA è in grado di svolgere missioni di sorveglianza, ricognizione, guerra anti nave, guerra elettronica e addestramento spiega il suo produttore. L’aeromobile può quindi svolgere missioni di intelligence, sorveglianza e ricognizione (ISR) nonché missioni di intelligenza elettronica (ELINT e SIGINT).

I vantaggi del velivolo Falcon sono numerosi. Soprattutto, il velivolo ha i motori che si trovano nella parte posteriore e in alto sull’aereo, non sotto le ali come altri business jet. Di conseguenza, i sensori e i radar incorporati saranno in grado di funzionare a 360° intorno al piano orizzontale e non saranno disturbati dai reattori. Inoltre, rispetto ad Airbus che aveva proposto velivoli che avrebbero potuto essere trasformati per questo tipo di missione, i velivoli Falcon sono già utilizzati da tempo dalle forze armate francesi e con una lunga relazione tra il Ministero e Dassault.

Questi velivoli saranno destinati a svolgere missioni di guerra elettronica, e di raccolta di informazioni “sensibili”. Il Falcon è un aereo di dimensioni limitate e può essere dispiegato ed utilizzato in luoghi discreti senza un grande distaccamento di uomini e mezzi di supporto a terra. Sul lungo termine, inoltre, l’Armée de l’Air francese dovrà acquisire, sempre secondo la legge di programmazione 2019-2025 (LPM) 2019-2025, due (più uno in opzione) velivoli da sorveglianza e ricognizione aerea (ALSR) King Air 350 che affiancato all’ARCHANGE opereranno a beneficio di tutte le forze armate francesi, nonché della direzione dell’intelligence militare (MRD) e della direzione generale della Sicurezza esterna (DGSE).

Immagini: Armée de l’Air

Print Friendly, PDF & Email
 

Rispondi