Il costo dell’F-35A è ora inferiore a 80 milioni di dollari, meno dei velivoli delle generazioni precedenti.

Il Joint Program Office dell’F-35 e Lockheed Martin hanno finalizzato un accordo del valore di 34 miliardi di dollari per la produzione e la consegna di 478 F-35 al prezzo più basso mai raggiunto nella storia del programma. Il contratto riguarda tutti i velivoli dei lotti di produzione 12, 13 e 14 destinati agli Stati Uniti, ai partner internazionali e ai paesi che stanno acquistando il velivolo attraverso i Foreign Military Sales. Lockheed Martin consegnerà 149 F-35 nel Lotto 12, 160 velivoli nel Lotto 13 e altri 169 aerei con il Lotto 14.

Secondo i termini dell’accordo il programma F-35 ha raggiunto e superato gli obiettivi fissati da tempo di riduzione dei costi per ogni variante e il costo unitario dell’F-35A, comprensivo di velivolo e motore, è ora inferiore a 80 milioni di dollari per i lotti 13 e 14. Il costo unitario dell’F-35A corrisponde a una riduzione stimata complessiva del 12,8% rispetto al lotto 11 per la versione ad atterraggio convenzionale, e ad un risparmio medio del 12,7% per tutte e tre le versioni dal lotto 11 al 14.

La riduzione dei costi è un aspetto fondamentale per il successo del programma. Sono lieto che il Joint Program Office dell’F-35 e Lockheed Martin abbiano raggiunto un accordo su questo importante contratto per i prossimi tre lotti. L’accordo garantisce una riduzione di costo in media del 12,7% per tutte e tre le varianti e porta a un costo inferiore a 80 milioni di dollari per un F-35A dell’USAF entro il lotto 13, in anticipo di un lotto rispetto al previsto” ha commentato Lt. Gen. Eric Fick, Executive Officer del programma F-35. “Questo accordo del valore di 34 miliardi di dollari rappresenta una vera pietra miliare per il programma F-35.

L’accordo riguarda 291 velivoli delle Forze Armate statunitensi, 127 dei partner internazionali del programma e 60 dei Paesi che stanno acquistando l’F-35 attraverso i Foreign Military Sales. In dettaglio i costi sono:

Variante Lotto 12 Lotto 13 Lotto 14 % Riduzione dal Lotto 11*
F-35A $82,4M $79,2M $77,9M 12,8%
F-35B $108,0M $104,8M $101,3M 12,3%
F-35C $103,1 $98,1M $94,4M 13,2%
*Nota: I costi finali per le varianti dell’F-35 a seguito degli aggiustamenti per le integrazioni del Congresso e altri adeguamenti contrattuali sono i seguenti: F-35A – $89,3M; F-35B – $115,5M; e $108,8M.

Grazie ad attente strategie di acquisizione, alla solida collaborazione tra governo e industria e alla costante attenzione a qualità e riduzione dei costi, il programma F-35 ha raggiunto con successo la riduzione dei costi di acquisizione del velivolo di quinta generazione, che sono ora pari o inferiori rispetto ai velivoli di quarta generazione” ha commentato Greg Ulmer, vice presidente di Lockheed Martin e general manager del programma F-35. “Il costo di un F-35A inferiore a 80 milioni di dollari per il Lotto 13 ci consente di superare l’obiettivo fissato da tempo di riduzione dei costi un anno prima del previsto.

Il costo unitario ricorrente flyaway inferiore a 80 milioni di dollari per un F-35 rappresenta il prezzo di acquisizione integrato per il sistema d’arma di quinta generazione. Comprensivo di sensori integrati e pod di puntamento, questo valore unitario dell’F-35 include elementi che si aggiungono ai costi di acquisizione e manutenzione dei velivoli di generazione precedente.

Avanzamento del programma F-35

Con oltre 450 velivoli operativi da 19 basi in tutto il mondo, l’F-35 svolge un ruolo fondamentale per la sicurezza mondiale. Oltre 910 piloti e 8.350 addetti alla manutenzione sono stati formati e la flotta dell’F-35 ha superato 220.000 ore di volo a livello globale. Otto nazioni operano con l’F-35 da basi presenti sul proprio territorio e sette Forze Armate hanno dichiarato la Capacità Operativa Iniziale, tra le quali l’Italia prima in Europa con gli F-35A del 32° Stormo dell’Aeronautica Militare e anche prima nazione ad utilizzare il caccia di quinta generazione stealth a copertura dello spazio aereo della NATO con il rischieramento, appena concluso, in Islanda.

Oltre a rafforzare la sicurezza e le partnership globali, l’F-35 contribuisce all’economia degli Stati Uniti e dei singoli partner internazionali, con posti di lavoro, scambi commerciali e sicurezza, e alla bilancia commerciale globale. Solo negli Stati Uniti il programma F-35 supporta oltre 220.000 posti di lavoro diretti e indiretti, mentre nel mondo coinvolge oltre 100 fornitori internazionali contribuendo a creare o sostenere migliaia di posti di lavoro.

Print Friendly, PDF & Email