E' online il nostro nuovo canale Telegram aggiornato giornalmente con immagini, video, notizie da tutto il mondo dell'aviazione militare e commerciale. Iscriviti oggi cliccando qui, siamo già in tanti!
News Militari

La Grecia procede con l’acquisto di 20 velivoli di quinta generazione Lockheed Martin F-35

La Grecia ha inviato una richiesta ufficiale agli Stati Uniti per l’acquisto di 20 caccia F-35 di fabbricazione Lockheed Martin, ha confermato il primo ministro di Atene. La Grecia, membro della NATO, spende più del 2% del suo prodotto interno lordo in spese per la difesa. Negli ultimi anni ha rafforzato i suoi acquisti militari quando sono riemerse le tensioni con il suo vicino, storico rivale e alleato della NATO, la Turchia.

Il primo ministro Kyriakos Mitsotakis ha affermato che anche la Grecia sta esaminando l’acquisto di due gruppi di jet stealth. “La nostra intenzione è acquisire uno squadrone F-35 con una possibile opzione per un secondo. L’invio di una lettera di richiesta avvenuta negli ultimi giorni fa parte di questo processo”, ha detto Mitsotakis ai giornalisti dopo un vertice della NATO .

L’invio di una richiesta è il primo passo di un processo in più fasi, ha affermato Mitsotakis, aggiungendo che il governo prevede che le consegne dei jet inizieranno nel 2027-2028. “È un processo lungo e lo dico perché significa che abbiamo lo spazio fiscale che ci consente di fare un acquisto del genere”, ha affermato il premier greco.

La Grecia e la Turchia sono in conflitto da decenni su una serie di questioni che vanno dai sorvoli nell’Egeo ai confini marittimi, dalle risorse energetiche alla Cipro ancora divisa. Mitsotakis ha fatto riferimento per la prima volta all’acquisto di jet F-35 durante una visita a maggio negli Stati Uniti.

L’anno scorso Atene ha ordinato 24 velivoli da combattimento Rafale di Dassault per 2,5 miliardi di euro oltre a tre unità navali per la marina militare, con un’opzione per una quarta, dalla Francia per circa 3 miliardi di euro. Inoltre secondo la TV di stato greca, il ministero della Difesa vorrebbe anche procedere all’aggiornamento di ulteriori caccia F-16, oltre a quelli già previsti per 84 F-16C-52+ ed F-16D-52+. La Grecia ha assegnato alla Lockheed Martin un contratto da 280 milioni di dollari per aggiornare la flotta dei Fightning Falcon per portarli alla configurazione Block 70/72 Viper che include tra tutta una serie di miglioramenti, anche un radar AESA (Active Electronically Scanned Array) APG-83. La modernizzazione degli F-16 sarà completata entro il 2027.

Lo scorso 29 giugno, gli Stati Uniti hanno sostenuto la potenziale vendita di caccia F-16 statunitensi alla Turchia, un giorno dopo che Ankara aveva revocato il veto all’adesione alla NATO per Finlandia e Svezia, affermando che le forti capacità di difesa turche rafforzerebbero anche le difese della NATO.

L’eventuale acquisizione degli F-35 americani unita all’acquisizione in corso dei Rafale francesi combinate con i 24 Dassault Mirage 2000-5 Mk.II già in servizio in Grecia, con l’aggiornamento degli F-16 e il potenziale acquisto di 36 Mirage 2000-9 di seconda mano dagli Emirati Arabi Uniti renderebbe la flotta di velivoli da combattimento di Atene molto efficace, secondo quanto programmato dalla leadership politica e militare ellenica. Da non tralasciare anche che questi velivoli potrebbero essere assemblati in Italia, presso la FACO di Cameri, tenendo alto il livello industriale e tecnologico del paese tramite la Leonardo.

L’eventuale acquisto degli F-35 da parte della Grecia la farebbe diventare l’undicesimo operatore del caccia stealth di quinta generazione della Lockheed Martin che equipaggia od equipaggerà nei prossimi anni diverse nazioni europee: Italia (90), Regno Unito (138), Germania (35), Grecia (20), Danimarca (27), Norvegia (52), Olanda (46+6), Finlandia (64), Svizzera (36), Belgio (34), Polonia (32). Un flotta sulla carta di ben 580 velivoli da combattimento, senza contare quelli degli Stati Uniti del 48th Fighter Wing basati permanentemente in Inghilterra.

Seguiteci anche sul nostro canale Telegram.

Condividi
Redazione di Aviation Report

Dalla redazione di Aviation Report // From editorial staff

Il nostro sito utilizza solo cookies tecnici e di funzionalità.

Leggi tutto